...

Scarica il documento

by user

on
Category: Documents
7

views

Report

Comments

Transcript

Scarica il documento
.
FOGLIO INFORMATIVO PER LE
“OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO A MEZZO
SCONTO DI PAGHERÒ DIRETTI”
01/04/2016
Pag. 1
.
INDICE
1. Informazioni sulla Società di factoring
2. Identificazione del soggetto
3. Che cos’è il finanziamento a mezzo sconto di pagherò diretti
4. Rischi a carico del richiedente il finanziamento
5. Le condizioni massime applicabili
6. Recesso, Chiusura rapporto e Reclami
7. Legenda relativa alle principali nozioni cui fa riferimento il foglio informativo
01/04/2016
Pag. 2
.
1. INFORMAZIONI SULLA SOCIETÀ DI FACTORING
Claris Factor Spa
Gruppo di appartenenza: Veneto Banca S.p.A.
Sede legale: Piazza G.B. Dall’Armi 1 – 31044 Montebelluna - TV
Telefono: 0423.304911 – Fax 0423.304999
E-mail: [email protected]
Iscritta nel registro delle imprese n. 217362
Iscritta nell’Elenco speciale degli intermediari finanziari ex Art. 107 del T.U.B. al n. 19058.7
Capitale Sociale: Euro 15.000.000,00
2. IDENTIFICAZIONE DEL SOGGETTO
Nome del soggetto:
Qualifica: incaricato/autorizzato dalla Segafredo Zanetti S.p.A.
Indirizzo: Via Puccini n. 1 – 40067 Sesto di Rastignano – BO
Telefono:
e-mail:
3. CHE COS’E’ IL FINANZIAMENTO A MEZZO SCONTO DI PAGHERÒ DIRETTI
Finanziamento, riservato a soggetti titolari di pubblici esercizi - non in veste di consumatori - che stipulino o
abbiano in essere con la Segafredo Zanetti S.p.A. un contratto per la fornitura di caffè, in via esclusiva.
L’importo del finanziamento verrà rimborsato in rate mensili costanti posticipate comprensive di capitale,
interessi ed oneri accessori, tramite il pagamento di titoli cambiari diretti..
4. RISCHI A CARICO DEL RICHIEDENTE IL FINANZIAMENTO
La Società di factoring potrà far valere la decadenza dal beneficio del termine e richiedere il rimborso anticipato del debito residuo, attualizzato al tasso originario applicato all’operazione, al verificarsi anche di un
solo insoluto dei titoli cambiari emessi e/o in caso di inadempimento dell’obbligazione di esclusiva commerciale assunta nei confronti della Segafredo Zanetti S.p.A..
5. CONDIZIONI ECONOMICHE MASSIME APPLICABILI
-
TAN 16,8750 %, con interessi precalcolati secondo la formula dello sconto commerciale
Spese amministrative: Euro 5,00 per effetto
Imposta di bollo su contratto: Euro 16,00
ISC (Indicatore Sintetico di Costo) / TAEG: 16,8750 % (variabile in relazione all’ammontare ed alla durata del finanziamento);
Spese per insoluto: Euro 15,00 oltre al rimborso delle spese reclamate;
Spese per richiamo effetto: Euro 10,00;
Interessi moratori per decadenza del beneficio del termine: tasso originario applicato maggiorato di 5
punti percentuali.
Oltre alle condizioni economiche sopra riportate, si aggiunge il rimborso degli oneri sostenuti pe le spese
bancarie, postali, di esazione tramite terzi, assolvimento dell’imposta di bollo sugli effetti, documenti contabili ecc.. ed IVA in quanto dovuta. L’applicazione degli oneri economici avverrà nei limiti del c.d. tasso soglia rilevato ai fini usura.
01/04/2016
Pag. 3
.
Il TASSO EFFETTIVO GLOBALE MEDIO (TEGM) previsto dall’art. 2 della legge usura (L. 108/1996), relativo alla voce “altri finanziamenti alle famiglie a alle imprese inerente il finanziamento, può essere consultato
nell’apposito avviso pubblicato nei locali della Claris Factor S.p.A. o nell’apposito documento che viene
consegnato unitamente al presente foglio informativo.
RECESSO, CHIUSURA RAPPORTO E RECLAMI
Recesso – estinzione anticipata
Fatti salvi i citati casi in cui l’Intermediario può richiedere il rimborso anticipato del finanziamento, il beneficiario del finanziamento ha la facoltà di estinguere in qualsiasi momento il proprio debito anticipatamente e
senza penalità e spese di chiusura rapporto, con addebito delle spese di richiamo.
Tempi massimi di chiusura del rapporto
15 giorni
Reclami
I Reclami vanno inviati a Veneto Banca S.p.A. – Ufficio Reclami – Via Feltrina Sud n. 150 – 31044 Montebelluna - TV tramite raccomandata A/R o tramite e-mail ([email protected]), che risponde entro 30 giorni dal ricevimento.
Se il cliente non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta entro i 30 giorni, prima di ricorrere al giudice può
rivolgersi a:
- Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Per sapere come rivolgersi all’Arbitro si può consultare il sito
www.arbitrobancariofinanziario.it, chiedere presso le Filiali della Banca d’Italia, oppure chiedere alla società
di factoring.
La Guida pratica che riassume le informazioni sull'Arbitro Bancario Finanziario e il modulo per ricorrere
all'Arbitro sono scaricabili dal sito www.arbitrobancariofinanziario.it.
Ai fini della risoluzione stragiudiziale delle controversie e in relazione all’obbligo di cui al decreto legislativo 4 marzo 2010 n. 28 di esperire il procedimento di mediazione prima di fare ricorso all’Autorità Giudiziaria, il Cliente e l’Intermediario dovranno ricorrere ad un organismo iscritto nell’apposito registro tenuto dal
Ministero della Giustizia e specializzato in materia bancaria e finanziaria.
L’obbligo di esperire il procedimento di mediazione, di cui sopra, si intende assolto dal Cliente anche in caso
di ricorso all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF).
01/04/2016
Pag. 4
.
LEGENDA RELATIVA ALLE PRINCIPALI NOZIONI CUI FA RIFERIMENTO IL FOGLIO INFORMATIVO
Società di factoring (o Factor): indica la Claris Factor S.p.A..
Cliente: indica l’Imprenditore richiedente in finanziamento.
Rata: versamento periodico per il rimborso del finanziamento comprensivo sia della quota capitale che della
quota di interessi maturata
TAN (tasso annuo nominale): è il tasso di interesse, espresso in percentuale e su base annua applicato
sull’importo lordo del “finanziamento”, nel cui computo non vengono presi in considerazione gli oneri accessori.
TAEG (tasso annuo effettivo globale) – ISC (indice sintetico di costo): indice espresso in termini percentuali con due cifre decimali e su base annua del costo complessivo del “finanziamento”, comprendendo anche gli oneri accessori quali spese amministrative, etc…..
Ritardo nei pagamenti delle rate di rimborso: il ritardo nel rimborso delle rate determina l’applicazione di
interessi moratori;
Decadenza dal beneficio del termine: in caso di mancato pagamento anche di una sola rata, ovvero di mancata osservanza degli altri obblighi contrattuali previsti, la Claris Factor Spa potrà invocare la decadenza del
beneficio del termine e pertanto chiedere l’immediato rimborso del debito residuo in un’unica soluzione.
TEGM: tasso di interesse pubblicato ogni tre mesi dal Ministero dell’Economia e delle finanze come previsto dalla legge sull’usura. Per verificare se un tasso di interesse è usurario, quindi vietato, bisogna individuare, tra tutti quelli pubblicati, il TEGM di riferimento aumentarlo di un quarto cui si aggiunge un ulteriore
margine di quattro punti percentuali. La differenza tra il tasso limite così determinato ed il tasso medio non
può essere, in ogni caso, superiore a otto punti percentuali.
Reclamo/i: ogni atto con cui il Cliente chiaramente identificabile contesta in forma scritta (ad esempio lettera , e-mail ecc..) al Factor un suo comportamento o un’omissione.
01/04/2016
Pag. 5
Fly UP