...

3° giornata stinchi-stanchi

by user

on
Category: Documents
10

views

Report

Comments

Transcript

3° giornata stinchi-stanchi
QUANDO UN GOL E’ UNA FESTA
…al 5° del primo tempo di ARCIERI – STRAVOLTI vediamo avanzare al centro del campo “TONIO
ALTIERI” che si lancia sul pallone, lo controlla e scarica in RETEEEEE!!: 1 – 0 per gli ARCIERI. Ed è
davvero una festa, anche commovente, per gli abbracci di tutti i compagni ed il “give me five” ripetuto
allo sfinimento e poi, quando Tonio torna in panchina, il cronista seduto accanto all’ arciere eroe di
giornata per aver sbloccato il risultato si sentirà ripetere continuamente fino alla fine della partita: “ma
davvero ho fatto gol? Ma stiamo vincendo con il mio gol? Ma è stato un bel gol ? Ed il cronista ripeterà ,
senza stancarsi mai e rinnovando assieme a Tonio quel breve momento di gioia che non sembra mai
potersi prolungare oltre l’attimo della domanda e della rassicurazione : si, Tonio hai fatto gol ed è
DAVVERO stato un bel gol e gli ARCIERI vincono la loro prima partita del torneo anche grazie al tuo gol
Questi sono i momenti in cui ci sembra che InGenio Calcio sia una gran cosa.
*****
QUANDO IL SILENZIO FA RUMORE
Ci volevano i 10 iniziali minuti da incubo di VALANGA – PORTO per ridurre al silenzio Davide Doati,
letteralmente ammutolito sotto alla VALANGA – quella si vera - di reti che la sua squadra stava beccando
dal PORTO. La sua, di VALANGA, invece non sembrava proprio quella vera: vuoi perché la
contemporanea mancanza di D’Agostino e Furci aveva ridotto il suo manipolo come un Sansone dopo il
taglio di capelli di Dalila. Il cronista stava quasi pensando di provare a rianimarlo con un grappino o
qualche altra sostanza forte, quando lo stesso DAGO (in panchina per infortunio, la metteva sul filosofico,
convincendo il suo coach che le sconfitte talvolta fanno bene per togliere troppa presunzione ( proprio
come fanno certi allenatori per cavarsela dopo qualche pesante sconfitta). E allora il nostro arzillo
Davide, rianimato e confortato dai suoi, ha ricominciato ad urlare come al solito, accontentandosi , per
una volta, di pensare che il Porto capita solo due volte all’anno
QUANDO LA RABBIA FA GOL
Ci sono ragazzi che la partita la sentono davvero e glielo leggi in faccia : provate a guardare Rania e
Pautasso prima del match e poi in campo perché avrete la rappresentazione della rabbia agonistica che
si trasforma in energia ed in rete. Fabrizio Pautasso quest’anno soffre un po’ perché lo staff ha
regolamentato i prestiti alle squadre e non può fare il jolly universale al servizio di tutte le squadre e
allora tutta la sua energia la mette al servizio degli ATLETICO NON TANTO. Nell’incontro con la FC
LAVALDOCCO ha segnato la prima rete con un missile terra-aria che era un capolavoro balistico!!
Christian Rania è invece l’uomo ovunque della sua squadra, capace di mordere l’avversario più
pericoloso e poi lanciarsi in avanti e andare a rete. Se poi ci mettete il Bella imprendibile squarciatore di
difese, il pirotecnico Lito e l’Adriano Zaffonte scopertosi tardivamente portiere di assoluta garanzia
possiamo mettere in conto che questa squadra, nata dalle ceneri fumanti dei derelitti LIBERCALCIO dello
scorso anno, darà fili da torcere a tutti e potrebbe diventare la protagonista assoluta del torneo!!
A patto, naturalmente che quella sana rabbia agonistica tale rimanga e non venga esportata fuori dal
campo per inutili discussioni o litigi. VERO RAGAZZI ?!
Fly UP