...

RIABILITAZIONE DONNE OPERATE AL SENO Informazioni utili

by user

on
Category: Documents
8

views

Report

Comments

Transcript

RIABILITAZIONE DONNE OPERATE AL SENO Informazioni utili
RIABILITAZIONE DONNE OPERATE AL SENO
Informazioni utili
2
Ad oggi il carcinoma alla mammella è il tumore più frequente nelle donne. Il
trattamento si avvale di varie strategie, chirurgiche e mediche e riabilitative.
Il primo attore della riabilitazione è la donna operata al seno, che deve
comprendere e saper gestire questa sua nuova situazione.
L’obiettivo della riabilitazione è di recuperare o adattare la funzionalità delle
strutture danneggiate dalla terapia chirurgica, farmacologica, radiante, o dagli esiti
della malattia.
Al fine di prevenire i disturbi dal lato operato e favorire il pieno recupero motorio
nei tempi corretti Vi proponiamo alcune semplici norme igieniche, da adottare
subito dopo l’intervento.
IN GENERALE
Nei primi 2 mesi cercate di svolgere tutte le vostre attività con moderazione:
il movimento fa bene, purché non Vi affatichi e non crei dolore.
Controllate il peso corporeo: un aumento ponderale predispone a edemi e
sovraccarica tutto il corpo. VestiteVi con abiti comodi, preferibilmente in fibra
naturale.
Se doveste osservare dei cambiamenti sul seno o sull’arto superiore dal lato
operato (gonfiore, arrossamento,…) avvertite il vostro medico (di base, chirurgo o
fisiatra).
Se a fine giornata o nella stagione calda doveste sentire un senso di pesantezza
al braccio potete praticare della ginnastica vascolare: semplicemente ponete il
braccio sotto un getto delicato di acqua, alternando ogni 30-60 sec. acqua tiepidocalda (37° C) e tiepido-fredda (24° C) per 2-3 volt e, iniziando con il caldo e
terminando con il freddo.
3
COSA FARE
Nei momenti di riposo (poltrona, letto) mantenete l’arto superiore lievemente
sostenuto, con un cuscino ad esempio, in modo che la mano si trovi di poco più in
alto del cuore. Ciò è importante soprattutto nei primi mesi dopo l’intervento.
Al risveglio eseguite pochi minuti di mobilizzazione (descritta di seguito) per
rilassare e preparare il tronco ed il braccio alle attività quotidiane. Potrete così
mantenere libere le articolazioni ed elastici i muscoli.
Curate con particolare attenzione l’igiene della zona operata: asciugate seno e
arto superiore tamponando la cute, senza sfregamenti.
Praticate quotidianamente un leggero massaggio alla cicatrice, per mantenerla
elastica e mobile, come indicato successivamente.
RESPIRAZIONE
DIAFRAMMATICA
Inspirare dal naso, espandendo la
parte bassa del torace e facendo
“gonfiare” la pancia. Espirare dalla
bocca lentamente
4
RESPIRAZIONE
COSTALE
Inspirare
dal
naso,
espandendo la parte superiore
del torace verso avanti e ai
lati. Espirare dalla bocca
lentamente
ESPIRAZIONE
Per facilitare una espirazione
completa, porre le mani
lateralmente sul torace o
aiutarsi con la fascia di 10 cm
d’altezza
5
INCLINAZIONE DEL CAPO
E DEL COLLO
Avvicinare l’orecchio alla spalla dello
stesso lato, prima a destra e poi a
sinistra.
SEMI-CIRCONDUZIONE
DEL CAPO E DEL COLLO
Avvicinare il mento alla spalla destra,
disegnare un semicerchio col mento
sullo sterno e arrivare alla spalla
sinistra. Ritorno dall’altro lato.
Evitare di portare indietro la testa.
6
CIRCONDUZIONE DELLE SPALLE
Disegnare dei cerchi in senso orario
e antiorario con le spalle.
Quando
diventa
possibile,
posizionare le mani sulla spalle e
descrivere i cerchi con i gomiti.
ELEVAZIONE DELE BRACCIA
Sollevare le 2 mani in avanti ed in
alto fino a sentire un allungamento
muscolare, ma non dolore.
Quando è possibile, portare le mani
dietro la nuca e aprire i gomiti.
7
ESTENSIONE DELLE
BRACCIA
Portare le braccia diritte verso
dietro. Quando è possibile unire
le mani dietro alla schiena e
farle risalire.
POMPAGGIO CIRCOLATORIO CON
MANO
Chiudere la mano a pugno, irrigidendo tutti i
muscoli del braccio, per 4-5 secondi. Poi
rilasciare per 8-10 secondi.
Progressivamente ripetere l’esercizio con la
mano sempre più in elevazione
8
MASSAGGIO DELLA
CICATRICE
Compiere piccoli movimenti
sulla cicatrice per muoverla
rispetto ai tessuti sottostanti,
senza scivolarci sopra. I
movimenti possono essere
sia circolari, sia effettuati nel
senso della cicatrice per
allungarla
e
renderla
elastica.
COSA NON FARE
Evitare assolutamente tutte le situazioni che possono sovraccaricare la
circolazione nell’arto superiore dal lato operato: in seguito alla chirurgia ed alla
terapia radiante c’è una riduzione delle capacità di drenaggio del braccio. Questo
predispone al linfedema, ossia ad un importante gonfiore dell’arto superiore che è
di difficile trattamento una volta instauratosi.
Perciò:
evitare manovre mediche invasive sul lato operato ( misurazione della
pressione sul braccio, prelievi di sangue o iniezioni, vaccinazioni)
9
evitare ferite sul lato operato, graffi, scottature, che farebbero fatica a
rimarginarsi e potrebbero essere una via di accesso per i germi. Nel fare
manicure: evitare tagli e disinfettare con cura eventuali piccole ferite. Fate
attenzione al giardinaggio – usate i guanti di protezione- ed al cucito – usate il
ditale. In particolare a contatto con la terra e con animali (punture d’insetto, ad
esempio) c’è il rischio di un infezione di erisipela: la parte lesa si arrossa,
diventa calda e rossa rapidamente; in questo caso va contattato il medico per
impostare la terapia idonea
non dormire sul lato operato o gravare sull’arto superiore; evitare anche di
portare borse a tracolla o utilizzare vestiti stretti (prediligere reggiseno e
canottiere a spallina larga) o indossare bracciali o anelli o orologi troppo stretti
evitare l’esposizione a fonti di calore locali e generali (non stirare troppo a
lungo, non sostare in prossimità di fornelli o forno accesi, non esporsi al sole
nelle ore più calde, evitare saune, bagni molto caldi…)
limitare le attività domestiche, organizzando tempi di lavoro e di riposo (non
affaticare eccessivamente l’arto superiore con aspirapolvere, battitappeti,
evitare di sollevare pesi, non affaticarsi con lavori in elevazione eccessiva –
finestre, tende,…-)
10
11
Edito dall’Ufficio Comunicazione su testi, della Struttura Comlessa Medicina
Riabilitativa
Ambulatorio Oncologico
Segreteria: tel. 040 - 399 2844; fax 040 – 399 2322
Ufficio Comunicazione
tel. 040 – 399 6300; 040 – 399 6301 fax 040 399 6298
e-mail: [email protected]
www.aots.sanita.fvg.it
Strada di Fiume 447 – 34 149 Trieste
Revisione 02 – luglio 2013
12
Fly UP