...

Pierluigi Panza Nati sotto la Luna

by user

on
Category: Documents
7

views

Report

Comments

Transcript

Pierluigi Panza Nati sotto la Luna
Pierluigi Panza
Nati sotto la Luna
Chi è l’autore.
Pierluigi Panza
Nati sotto la Luna
Bompiani
230 pagine
Pierluigi Panza è un giornalista del Corriere della Sera, caposervizio
Cultura. Ha conseguito due lauree e un Dottorato di Ricerca. È
docente universitario. Si occupa di beni culturali e ha pubblicato
saggi di storia dell’arte e di estetica.
Di che cosa parla il libro.
Non è un saggio, ma un romanzo. La storia racconta le vite di
quattro amici “da sempre”, nati tutti nell’anno del primo allunaggio.
Lo sfigato, il dongiovanni alle prese con l’età che avanza,
l’ipocondriaco e la voce narrante, amante dell’arte. Un quartetto
come tanti che una vacanza all’Avana porterà sull’orlo del baratro,
riscrivendo il loro destino. Il primo passo verso il vuoto sarà una
maternità non voluta, frutto della breve relazione del più imbranato
con una cubana. L’arrivo della straniera in Italia, il frettoloso
matrimonio e la nascita di un bambino malato sono il susseguirsi di
eventi di una storia come tante. Da qui in poi il libro si trasforma
quasi in un road movie, in una Milano spettrale dove i più deboli
soccombono e solo grazie agli amici possono tentare di andare
avanti. Ma questo mondo non è fatto per tutti. Laddove uno dei
quattro “nati sotto la Luna” scoprirà se stesso, un altro finirà la sua
esistenza in modo tragico, il corpo irrigidito a poche spanne da
terra…
Perché leggerlo.
“Nati sotto la Luna” è un libro che vive del quotidiano, e come tale,
ad ogni pagina, è un pungo nello stomaco. Niente romanticismo,
solo un velato lirismo che, con qualche pennellata qua e là tra le
pagine, ci rende meno doloroso il sapere che siamo tutti piccoli
esseri sul vetrino di un microscopio. Oltretutto senza nessuno che
dall’alto sembra osservarci. Ambientato a Milano (ma non solo)
racconta un intreccio di storie comuni, possibili, vicine al lettore
perché “normali”. Come normali sono i problemi che devono
affrontare i protagonisti: matrimonio, divorzio, la concorrenza cinese,
la difficoltà ad arrivare a fine mese… Indicato per tutti coloro che la
realtà, con i suoi limiti e le sue incongruenze, sono capaci di
accettarla in toto. Per tutti gli altri meglio un Harmony/romanzo rosa.
La frase curiosa.
Pagina 7. “L’anima non esiste. Siamo solo molecole a trentasei gradi.
Abbiamo creduto troppo a lungo nell’esistenza dell’anima e della
luna. E siamo rimasti fregati”.
Fly UP