...

TSUNAMI cap.II - La Repubblica.it

by user

on
Category: Documents
6

views

Report

Comments

Transcript

TSUNAMI cap.II - La Repubblica.it
ATTIVITA’ INVESTIGATIVA
I FASE
55
In data 11.04.2005 si è insediata presso il Comune di Terme Vigliatore la più volte
citata Commissione Prefettizia, con il compito di verificare la presenza di eventuali
infiltrazioni mafiose nella gestione dell’Ente. Il giorno successivo prende le mosse la
presente attività investigativa, attraverso l’intercettazione telefonica dell’utenza
347/2295740 in uso a Cipriano Bartolo e l’intercettazione ambientale sull’autovettura
Citroen C3 targata CJ 274 YZ al medesimo in uso.
Le citate attività hanno subito evidenziato come il Cipriano continui ad essere colui
che gestisce e controlla ogni particolare della vita amministrativa del Comune di
Terme Vigliatore, svolgendo di fatto la funzione di sindaco. Nel corso delle
intercettazioni, di cui di seguito si riportano alcuni stralci, è evidente come egli
mantenga febbrili contatti con numerosi personaggi, con alcuni dei quali appare
discutere di operazioni illecite (in particolare favori, raccomandazioni, ecc…):
-
il Cipriano viene contattato da Roberto il quale gli chiede una raccomandazione
per “sistemare” un ragazzo:
(conversazione n. 47 avvenuta in data 13.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740 in uso al Cipriano, il quale viene contattato dall’utenza n.
340/3208067, intestata a ISGRO’ Roberto, nato a Barcellona P.G. il
0106.1970, ivi residente in via Stretto Caliri n. 24)
…omissis…
Cipriano: si, si, gli ho dato i dati
Roberto: me lo sistemi sto ragazzo qua? Non farà niente, gli ho detto, eh
Bartolo, a questa cosa ci tiene in modo particolare
Cipriano: si, si, si
Roberto: e poi quando vengo parliamo del resto, perché io…
Cipriano: va bene…
Roberto: …due passaggi li ho sistemati io, però ne dobbiamo parlare
…omissis…
-
il Cipriano viene contattato da uno sconosciuto il quale gli chiede di mediare al
Comune per accelerare il pagamento di due fatture:
(conversazione n. 50 avvenuta in data 13.04.2005 sull’utenza telefonica
56
347.2295740
in uso al Cipriano, il quale viene contattato dall’utenza n.
335/5290506, intestata a FIORA Salvatore Vittorio, via Varese 1/2, San
Piero Patti)
…omissis…
interlocutore: beh, insomma, discretamente. Senti io ti disturbo perché non
avendo, peraltro, il cellulare del sindaco, ho preferito chiamare te.
Cipriano: si.
interlocutore: io mi sono permesso di mandare una fattura.
Cipriano: si.
interlocutore: peraltro, dico, ne ho un'altra, non so quanti anni sono
passati.
Cipriano: guarda, io oggi non ci sono. Domandi parlo con il sindaco, e....
interlocutore: vedi un attimo; io non so quel che.... credimi..... tutti i comuni
sono nelle stesse condizioni, ah, non è che io voglio dire chi sa che cosa,
però, insomma, ci sono.... c'è un po di ritardo... mi pare un po.....
…omissis…
-
il Cipriano viene contattato da un Maresciallo - dalle successive conversazioni
si apprende che si tratta del Luogotenente della Guardia di Finanza Pino Santi
Antonio, in servizio presso la sezione di P.G. della Procura della Repubblica di
Barcellona Pozzo di Gotto -; i due si danno appuntamento per i giorni a venire.
La conversazione assume importanza straordinaria in riferimento a quanto
avverrà successivamente:
(conversazione n. 53 avvenuta in data 13.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740
in uso al Cipriano, il quale viene contattato dall’utenza n.
329/4244145, intestata a GRILLO Giovanni, via Col. Bertè n. 26, Milazzo e
Pino Santi, via Matteotti n. 143 Barcellona P.G.)
Cipriano: Pronto.
Pino: Dottore buongiorno.
Cipriano: Oh, buongiorno Maresciallo.
Pino: Come andiamo, dottore?
Cipriano: Io bene, lei?
Pino: Tutto bene?
57
Cipriano: Si, tutto bene.
Pino: Per dopodomani, se ci sono problemi, io sono disponibile.
Cipriano: Io sono fuori, facciamo una cosa, quando rientro, dico,
probabilmente questa sera, in serata.....
Pino: No, anche domani ci possiamo sentire.
Cipriano: No, le faccio uno squillo e.... un attimino, va bene?
Pino: Si, va bene; eventualmente io per venerdì sono a disposizione.
Cipriano: Va bene, grazie.
Pino: Aspetto sue notizie, buona giornata.
Cipriano: Arrivederci, arrivederci.
Pino: Arrivederla.
-
il Cipriano si trova a bordo della propria autovettura in compagnia di un uomo,
facente parte della classe politica di Falcone, con il quale parla di strategie
politico-elettorali. Nel corso della conversazione l’interlocutore riferisce
espressamente che per le prossime elezioni provinciali potrà garantire 15002000 voti, ma in cambio pretende “favori” e “cortesie”. Infine racconta come è
riuscito ad ottenere, da parte del sindaco di Falcone Chiofalo Salvatore, un
incarico di geometra in cambio dell’approvazione del bilancio.:
(conversazione n. 30 avvenuta in data 14.04.2005 sull’autovettura Citroen C3
targata CJ274YZ in uso al Cipriano).
…omissis…
Interlocutore: eh. Lui era il segretario particolare di Trimarchi. Candidato
parecchie volte ha preso 6 – 700 voti per volta. C’è un altro ragazzo
candidato la volta scorsa alle provinciali in AN, che è con noi mani e piedi.
Patti, Gioiosa, San Giorgio, una persona di 800 – 900 voti di provinciali,
consigliere comunale con 250 voti personali, lui di preferenza. Gli ho detto
noialtri possiamo contare 1500 – 2000 voti e siamo un gruppo di
indipendenti. Vogliamo ottenere qualcosa? Staremo a vedere quello che
succede. Ora l’altro giorno dice, con Cuffaro non si fa più niente, Patto per
la Sicilia scompare perché Antinori non so dove cazzo è passato. Antinori
se n’è andato in qualche partito neanche io lo so, ehhh Cuffaro è in
procinto di passare ad AN, quindi Paffumi resta solo e scompare. Che cazzo
58
dobbiamo fare noialtri?
Quello dice... Sai io ho parlato con Franco Antonio Genovese.... avrebbe
piacere di conoscervi, di vedervi eccetera eccetera. Sono venuti questi due
ragazzi qua da me dice c’è questa possibilità, che dobbiamo fare? Gli ho
detto io secondo me sono dell’avviso che noialtri dobbiamo fare sempre
quello che abbiamo fatto due anni fà quando abbiamo parlato con
Paffumi, dice dimmi: Posto di responsabilità in qualche posto dove
abbiamo la nostra visibilità politica e dove possiamo fare qualche favore
alle persone che ci danno i voti, una volta almeno che non ce li prendiamo
per il culo... dice e allora possiamo ...... e andate ragazzi, parlate, vedete
Franco Antonio Genovese, dice io vi posso dare questo, se a voialtri vi
viene…. Se voialtri ritenete che è un polo valido, visibile politicamente,
“possiamo fare qualche cortesia”, possiamo pure discutere, in caso
contrario, è inutile che partiamo una delegazione di 50 persone, va a
parlare uno
o due, sente quale é la situazione, però gli ho detto, le
condizioni stavolta, mi dovete consentire le detto io, dice che? “Prima il
posto di responsabilità e poi i voti” non come la volta scorsa che tutti
quanti poi ce l’hanno uscita nelle mani…… perché io non ci gioco
più…….
…omissis…
Interlocutore:…..nazionali
X
giusto. Tu oggi a me mi metti in condizioni di
fare politica in un posto visibile di responsabilità e che posso fare quattro
cortesie” ed io ti garantisco che questo gruppo di amici, quello che
abbiamo, 1000 voti, 1500, 1800 ehhh……
Cipriano:…..come
B
siamo combinati……..
Interlocutore:….per
X
le nazionali tu che mi dici, glieli dobbiamo dare a
Bartolo Cipriano? Bartolo Cipriano qua ci sono i voti, cioè, tu mi fai una
cortesia e io te la ricambio, …..
Cipriano:….ho
B
capito, ho capito
Interlocutore:….per
X
entrare nel partito, poi dico può darsi pure che ,
come si sul dire, mangiando viene l’appetito, dico guarda questo mi sta
59
trattando bene, mi sta facendo, io perché, dovrei stare nascosto dietro il
canneto o non posso partecipare e compagnia bella, mi fa piacere dico,
questi dico sono discorsi futuri, futuribili eccetera..
…omissis…
Interlocutore:quel
X
ragazzo se ne è andato per una questione a livello
proprio personale, che si è sentito preso da tutti punti di vista… che dice
mi devi scusare io non ci stò più … incomprensibile….. una questione
politica mi ha ammazzato, ha cozzato, mi ha curato, si è reso conto, poi gli
ha detto basta, stop e se ne è andato. Comunque il Caliri lo ha buttato
fuori, per ripicca al comportamento del consigliere della Margherita e non
li prende più, tranquillo, non c’è niente da fare. Perciò è rimasto lui e …
incomprensibile…..
e
non
può
andare
in
nessun
posto…
incomprensibile….. Bartolo uno che fa politica a volte, mi insegni pure tu,
se deve fare qualche compromesso, lo fa, però lo deve mantenere. Questo
se ne è venuto l’anno scorso di questi tempi, ho il bilancio, ho il bilancio,
ho il bilancio, ho a quello, devo fare qua, devo fare là, diglielo, vedi se me
lo puoi fare passare, non me lo fare bocciare, poi se ne parla come due
anni fa che me lo approvano nel mese di Agosto, non posso fare niente …
incomprensibile….. soldi nel bilancio non ve ne sono, non pensare che
quello che devo fare non so che… Salvatore, lo vuoi approvato il bilancio,
alla prima tornata? me lo dai un incarico di Geometra?
Cipriano:me
B
lo hai raccontato, me lo hai raccontato.
Interlocutore:però
X
ci dobbiamo vedere e dobbiamo parlare. Mi dà un
appuntamento al Comune, di pomeriggio, che dovevamo essere io e lui,
per parlare, e mi fa trovare altri tre assessori la…..
Cipriano:…
B
incomprensibile…..
Interlocutore:oh
X
ciao … incomprensibile….. la caccia, qua, la, tu hai
risolto allora dice che dobbiamo fare…. Che dobbiamo fare Salvatore
perché mi hai mandato a chiamare, … incomprensibile….. che volevi
parlare con me…. Ma qua abbiamo il bilancio, abbiamo questo, abbiamo
quello, eh, tu fai politica e ti interessa il bilancio, io faccio politica e mi
interessa un incarico ad un ragazzo, ad un geometra per farlo lavorare.
Ragazzi, state sentendo, avete problemi voialtri? Si girano quei ragazzi e
60
gli hanno detto: se tu mantieni la parola. Ah gli ho detto io se io mantengo
la parola, gli ho detto voialtri scrivete l’incarico, ci mettete la firma, una
copia la date a me ed una copia ve la tenete voialtri. Viene approvato il
bilancio e voi pubblicate l’incarico, se no prendete e lo strappate, c’è più
prova di mantenere la parola di così? Si però tu capisci certo noialtri ora
non glielo possiamo dare. Subito dopo il bilancio, perché i soldi sono
previsti in bilancio. Dice tu lo sai, hai fatto politica, che è così, io ora senza
copertura finanziaria. Salvatore, do fiducia a te e ai tre, qua gli ho detto
siete quattro con la vostra parola, gli ho detto, io sono solo. Gli ho detto io
la mantengo. Ah ci puoi giurare, ci puoi stare, poi dice……..
……….cade la linea………..
…omissis…
-
Cipriano viene chiamato da tale Domenico, il quale gli chiede una
raccomandazione per il figlio di tale Rizzo Mario affinché possa essere assunto
presso il “Grand Hotel”:
(conversazione n. 170 avvenuta in data 15.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740 in uso al Cipriano, il quale viene contattato da un’utenza non
rilevata per mal funzionamento del sistema di monitoraggio telefonico)
…omissis…
Domenico: eh! senti una cosa. Ora parlavo con Mario Rizzo, lo conosci a
Mario no?
Cipriano: certo che lo conosco a Mario
Domenico: eh! Che aveva il problema... sempre il solito problema di suo
figlio... No
Cipriano: eh!
Domenico: ora lui mi diceva ma li al grand’ hotel "Camurrie". Gli ho detto
guarda lì comanda Bartolo devi parlare con lui. Ora suo figlio capisci... lui
ci tiene, minchia, tanto ha sto problema di sto cazzo di suo figlio, vedi che
lui, minchia, si impegna ah! vedi che allora con coso, cioè, si è impegnato
al massimo, gli ha attaccato pure i manifesti
Cipriano: va bene Domenico poi vediamo un attimino che ora sono
impegnato, poi dico ne parliamo ... se lo posso aiutare, perchè non lo devo
61
aiutare
Domenico: io gli ho dato il tuo numero
Cipriano: va bene si, se lo posso aiutare, lo aiuto, figurati
…omissis…
-
Cipriano viene chiamato da tale Franco, il quale gli chiede la cortesia di far
mettere uno specchio sulla strada. Nella circostanza l’interlocutore dice di avere
già parlato con un impiegato del Comune che gli ha riferito che per installare il
citato specchio avrebbe atteso l’ordine dello stesso Cipriano:
(conversazione n. 172 avvenuta in data 15.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740 in uso al Cipriano, il quale viene contattato da un’utenza non
rilevata per mal funzionamento del sistema di monitoraggio telefonico)
…omissis…
Franco: senti qua, ti volevo dire per.... per lo specchio
Cipriano: eh! Io parlando con te Franco .... non ci sono stato, capisci tu...
mi devi capire....
Franco: si ho capito, ho capito,ho capito, ho capito
Cipriano: ora stamattina glielo dico, va bene?
Franco: fammi la cortesia, avevamo parlato noi altri con Presti ieri mattina
e dice che voleva l'ordine da te
Cipriano: chi è Presti? Chi è Presti?
Franco: Tindaro Presti, l'impiegato
Cipriano: Tindaro Presti?! e chi è l'impiegato he!? Con Gianni si deve
parlare. Ora parlo va bo, ora chiamo
Franco: fammi la cortesia.... Bartolo interessati ah! che lo montino di
fronte ah!
Cipriano: ciao ciao
Franco: .....incomprensibile .....
-
Cipriano chiama il geometra Papa della Provincia Regionale di Messina e gli
dice che sta per andare a trovarlo per parlargli di una cosa. Appare opportuno
evidenziare che il geometra Papa lo chiama “sindaco”:
62
(conversazione n. 175 avvenuta in data 15.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740 in uso al Cipriano, il quale contatta un’utenza non rilevata per
mal funzionamento del sistema di monitoraggio telefonico)
Papa: pronto.
Cipriano: geometra Papa?
Papa: si, buon giorno
Cipriano: buon giorno sono Bartolo Cipriano
Papa: si, buon giorno signor sindaco. Mi dica
Cipriano: la posso vedere stamattina?
Papa: si qua sono io, a Messina!
Cipriano: eh! e allora dico sto venendo un attimo a trovarla. Avevo bisogno
di parlare con lei
Papa: va bene. Ok, qua sono. Arrivederci.
Cipriano: arrivederci
-
Cipriano chiama tale dottore Castelli al quale dà istruzioni circa alcuni
documenti che dovrà produrre per definire una pratica di concessione che sarà
rilasciata dalla Provincia Regionale grazie alla sua intermediazione verosimilmente con il geometra Papa di cui si è detto al punto precedente -:
(conversazione n. 180 avvenuta in data 15.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740 in uso al Cipriano, il quale contatta un’utenza non rilevata per
mal funzionamento del sistema di monitoraggio telefonico)
…omissis…
Cipriano: senta una cosa, volevo dirgli questo: eh! per quanto riguarda
quella pratica, relativamente alla Provincia
Castelli: Si
Cipriano: eh! Veda che dovete portargli una cauzione ed in più la copia
della.... cioè dovete fare la cauzione, la copia della concessione edilizia.....
non ci sono problemi la posso, la posso prendere anche io. Però ci vuole la
copia della concessione edilizia...
Castelli: copia concessione edilizia e fidejussione vogliono di...
Cipriano: Si.Si.Si.Si
Castelli: E per l'importo si sa?
63
Cipriano: ehm! di cinquemila euro
Castelli: cinquemila? Va Bene
Cipriano: si. Si. Eh! Li prepari perchè loro, così in una settimana c'è la
danno
Castelli: si ora .... incomprensibile ......
Cipriano: va Bene? Non ci sono... Non c'è nessun tipo di problema!
…omissis…
-
Cipriano viene chiamato da tale architetto Liuzzo che lo avvisa di aver
depositato un progetto:
(conversazione n. 189 avvenuta in data 15.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740
in uso al Cipriano, il quale viene contattato dall’utenza n.
335/8411170, intestata a LIUZZO Giuseppe, nato 11/11/1962, residente in via
Cavour n. 11 Mistretta)
Cipriano: pronto
Liuzzo: si sono l'architetto Liuzzo buon giorno.
Cipriano: o architetto buon giorno io non ci sono, sono fuori
momentaneamente
Liuzzo: io la chiamavo solo ed esclusivamente per comunicarle che io ieri
mattina l'ho portato il progetto.
Cipriano: va bene
Liuzzo: va bene siccome lei gentile nei miei riguardi mi sembrava giusto
che…
…omissis…
-
Cipriano viene chiamato dall’attuale Sindaco di Terme Vigliatore dott.
NICOLO’ Gennaro, il quale gli chiede indicazioni sul comportamento che
dovrà tenere circa un ordine di servizio emanato dalla segretaria comunale:
(conversazione n. 203 avvenuta in data 15.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740 in uso al Cipriano, il quale viene contattato dall’utenza n.
393.9161868, intestata a S.R.L. Cale Service di Messina, Viale Nicola
Fabrizi, delegata Cannavo’ Concetta, nata a Messina il 03/06/1959)
64
…omissis…
Nicolò: ti volevo dire questo, che oggi la segretaria ha fatto un ordine di
servizio e io ho preso il fax. Mi sembra la Materia e qualche altro
nell'eventualità
Cipriano: aspetta che ora ci vediamo un attimo compare
Nicolò: dove sei?
Cipriano: sto venendo verso di te, sto arrivando
Nicolò: va bene, va bene ciao
-
Cipriano contatta il Luogotenente Pino in servizio presso la sezione di P.G.
della Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, con il quale,
assumendo un atteggiamento estremamente cordiale, fissa appuntamento per
l’indomani mattina. Il programmato incontro, come da qui a poco andremo a
vedere, provocherà un’importante svolta nell’indagine:
(conversazione n. 223 avvenuta in data 15.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740 in uso al Cipriano, il quale contatta un’utenza non rilevata per
mal funzionamento del sistema di monitoraggio telefonico)
…omissis…
Cipriano: Maresciallo buongiorno
Pino: Caro dottore, complimenti per quella battuta giornalistica che avete
fatto
Cipriano: sentite una cosa, quando ve lo offro un caffè?
Pino: quando vuole lei
Cipriano: non lo so, domani mattina?
Pino: domani mattina, verso le undici?
Cipriano: eh, domani mattina verso le undici; per me va bene
Pino: alle undici, dove ci vediamo?
Cipriano: la vengo a prendere io a casa
Pino: ci vediamo alle undici?
Cipriano: si, va bene
Pino: ma, alle undici in punto!!!
Cipriano: alle undici meno cinque
Pino: italiane, non svizzere!!!
65
Cipriano: meno cinque, alle undici meno cinque
Pino: va bene, complimenti nuovamente
Cipriano: arrivederci, arrivederci
Pino: a domani, arrivederci
-
Cipriano si incontra con il citato Luogotenente Pino a bordo della propria
autovettura in data 17.04.2005, alle ore 10:51 e seguenti. L’esordio della
conversazione, che di seguito si ripropone, è sconvolgente:
(conversazione n. 57 avvenuta in data 17.04.2005 sull’autovettura Citroen
C3 targata CJ274YZ in uso al Cipriano).
Pino: Avete visto il dottore Duci ?
Cipriano: Si l’ho visto, lui me lo ha detto
Pino: Andiamo a Milazzo facciamoci una passeggiata accendiamo la radio
ci sentiamo due canzoni, mettete, mettete, mettete il volume; dove l'hanno
messo
...........
ho
letto
quella
bella
dichiarazione
che
avete
fatto...........(n.d.c.: viene interrotto dall'intercettato e riprende con la
seguente frase) zitto, zitto, zitto che parlo io. Bondi è un giocatore della
Juve comprato dal Cervia e lo daremo alla Roma in cambio di Cassano ma
io sono convinto che Bondi è meglio di lui…
…omissis…
Appare
evidente
lo
stranissimo
tanto
improvviso
quanto
ingiustificato
suggerimento, rivolto dal Pino al Cipriano, di “accendere” la radio al verosimile
fine – in relazione anche al tono con il quale il suggerimento è stato fornito - di
ostacolare la comprensione del dialogo da parte di eventuali terzi ascoltatori (ossia
questa p.g.), ovvero di verificare la presenza di microspie a bordo dell’autovettura
tentando di rilevare e carpire (fortunatamente con esito negativo!) eventuali
interferenze radio che i trasmettitori di cui sono dotate le microspie sovente
determinano sugli elettrodomestici ed in particolare sulle autoradio in
considerazione dell’elevata vicinanza tra i relativi circuiti elettronici difficilmente
schermabili. Detta ultima considerazione è ritenuta altamente probabile in
considerazione della consequenzialità delle battute nel dialogo, tenuto conto che
Pino dapprima fa attivare la radio, quindi (non percependo alcun segnale di
interferenza) si chiede dove possa essere stata installata – verosimilmente - la
66
microspia; a quel punto, non avendo la sua azione di bonifica sortito l’effetto
sperato (non avendo egli avuto empirico riscontro della presenza – si ritiene - della
microspia a bordo dell’auto), dapprima zittisce il Cipriano introducendo un
argomento
completamente
avulso
dal
contesto
della
conversazione,
e
successivamente decide comunque - evidentemente di concerto con Cipriano - di
abbandonarsi ad una lunghissima ed interessante conversazione nella piena
consapevolezza – si ritiene - di essere “ascoltati” e dunque al verosimile fine di
depistare questa p.g..
L’implicita conferma delle considerazioni sopraesposte deriva, in effetti, dagli
infruttuosi esiti delle intercettazioni dei giorni successivi al 17 aprile 2005; a tal
riguardo si segnalano gli stralci delle seguenti intercettazioni:
-
conversazione intercorsa tra Cipriano e la segretaria comunale Gangemi
Gaetana, la quale chiede delucidazioni circa il comportamento da assumere in
ordine all’ispezione prefettizia in atto al Comune. Il Cipriano “taglia” la
conversazione e le da appuntamento per l’ora di pranzo:
(conversazione n. 490 avvenuta in data 19.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740 in uso al Cipriano, il quale viene contattato da un’utenza non
rilevata per mal funzionamento del sistema di monitoraggio telefonico)
…omissis…
Gangemi: si, sto salendo. Io le volevo dire in particolare, dico.... ma non le
sembra giusto andare in delegazione a chiedere lumi in Prefettura?
Cipriano:ora vediamo dottoressa
Gangemi: a me sembra, mi sembra.... dico.... mi sento in forte disaggio, io....
Cipriano:si,si
Gangemi: perchè.....
Cipriano:noi altri come ci sentiamo? (interrogativo che conferma) Noi antri
come ci sentiamo? Senta dottoressa
Gangemi:certo! (le voci si accavallano)
Cipriano:
facciamo
una
cosa,
questa
riflessione
la
facciamo.....
eventualmente ci vediamo un attimo, oggi verso l'ora di pranzo
Gangemi:eh... appunto... io sono sempre al Comune
Cipriano:no, verso l'ora di pranzo, eventualmente, dico, alla fine, ci
67
vediamo.
Gangemi: si,si, con piacere. Mi fa uno squillo, non lo so
Cipriano: va bene, va bene
Gangemi:va bene, buone cose, ci vediamo dopo. Arrivederci
-
conversazione telefonica intercorsa tra Cipriano e tale “Roberto”, dalla quale si
evince che il Cipriano vieta espressamente l’uso del telefono per discutere di un
argomento; pertanto i due si danno appuntamento:
(conversazione n. 501 avvenuta in data 19.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740 in uso al Cipriano, il quale contatta l’utenza n. 339/2166336,
intestata a ISGRO’ Roberto, nato a Barcellona P.G. 01/06/1970, ivi residente
in via Str. Pozzo Caliri n. 2)
…omissis…
Roberto: tu devi prendere le tue decisioni però tu mi devi dire quello che
vuoi fare tu.
Cipriano: eh, allora vediamoci, perchè non ci vediamo?
Roberto: pomeriggio? che ne so? io ho telefonato....(incomprensibile le voci
si accavallano)
Cipriano: ....no, quale telefonate, dico, lascia perdere il telefono...
(incomprensibile) ...
Roberto: no, ma per vedere dove ci dobbiamo vedere, no.....
Cipriano: se tu mi dici, dico, alla fine, quando ci possiamo vedere, già da
ora...
Roberto: pomeriggio, oggi
Cipriano: eh, tu, scusa, perchè non ci vediamo all'una (intese le 13:00)?
…omissis…
Cipriano: no.... va bè; no... è capace che, alla fine, che il telefono io ora qua
lo lascio... sono nella farmacia che lavoro, quindi dico....
Roberto: ancora alla farmacia sei?
Cipriano: si alla farmacia sono
Roberto: eh, casomai ti telefono là.
Cipriano: mi telefoni qua. Ciao.
Roberto: ciao.
68
-
conversazione tra presenti a bordo dell’autovettura Citroen C3, intercorsa il 19
aprile tra Cipriano e tale Robertino il quale viene inviato a discutere fuori dalla
vettura:
(conversazione n. 81 avvenuta in data 19.04.2005 sull’autovettura Citroen
C3 targata CJ274YZ in uso al Cipriano).
Cipriano: oh, Robertino!
Robertino: come è finita, vi hanno arrestato a tutti e due?...
Cipriano: minchia, dico, alla fine.....
Robertino: minchia, a Barcellona che dovrebbero venire dieci commissioni,
non ne sta venendo una...
Cipriano: forse non stai capendo che è un'azione politica, allora non hai
capito niente?
Robertino: ti ho capito, ma dico a Barcellona ne dovrebbero venire dieci,
che sono tutti indagati.
Cipriano: eh, perchè, perchè vogliono fottere me
Robertino: ma perchè là il becchino sei tu, non è che sei il dottore....
Cipriano: ah si, vogliono fottere a me. Scendiamo va, da questa macchina,
perchè qua......!!!
I contenuti delle sopra riportate conversazioni evidenziano dunque l’agghiacciante
e grave epilogo dell’azione verosimilmente posta in essere da persona che, per
conoscenze e particolare professionalità, potrebbe aver allertato il soggetto
monitorato al punto tale da aver altresì determinato un tanto improvviso ed
inspiegabile (attese le opposte abitudini rilevate all’inizio dell’indagine in capo al
Cipriano, apparso particolarmente predisposto alle conversazioni telefoniche e
certamente non abituato ad ascoltare la radio in auto) quanto preoccupante e grave
ammutolimento dell’intero contesto nei cui confronti vengono svolte le indagini.
A supporto di tale evidenza si riportano alcuni stralci di conversazioni tra il
Cipriano ed il Pino, intercorsi a bordo dell’autovettura Citroen C3 in uso al
Cipriano stesso, dai quali si intuisce chiaramente lo scopo di utilizzare l’attività di
intercettazione come canale di sfogo delle proprie strategie difensive, nel tentativo
69
di trarre in inganno questa polizia giudiziaria che egli crede non si sia accorta del
suo tentativo di depistaggio. Come sarà possibile cogliere, i
l Pino inizialmente si rende protagonista della proditoria azione - di cui si è già
detto - al fine di impedire al Cipriano di proferire frasi compromettenti;
successivamente “intavola” una conversazione tesa a far apparire attorno al
Cipriano un’aura di assoluta purezza, come se questi non foss’altro che la vittima di
una ingegnosa macchinazione. Per fare ciò riferisce di aver avuto una
conversazione con tale Nino e con tale “dottore”, e che quest’ultimo sarebbe stato
dalla parte del Cipriano stesso.
In relazione al contenuto della predetta conversazione si ritiene di poter
identificare, anche alla luce degli elementi investigativi emersi nel corso di
successive intercettazioni delle quali si dirà appresso,:
-
il “Nino” in Granata Antonino, nato a San Piero Patti (ME) il 20.03.1961,
Appuntato dei Carabinieri in servizio alla Sezione di P.G. della Procura della
Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto;
-
il “dottore” in Canali Olindo, Sostituto Procuratore presso la stessa Procura
della Repubblica.
Con essi il Pino intrattiene intensi rapporti di frequentazione nonché contatti
telefonici.
Nel corso di detta conversazione con il Pino relativamente all’accesso ispettivo in
corso presso il Comune di Terme Vigliatore a cura dalla Commissione Prefettizia,
Cipriano fa espresso riferimento ad una relazione dei Carabinieri che questo
Comando conferma alla S.V. essere effettivamente alla base dell’odierna attività
ispettiva. In ordine alla conoscibilità della stessa da parte di terzi, si rappresenta che
essa è stata avanzata dal superiore Comando Provinciale CC di Messina
direttamente all’Ufficio Territoriale del Governo di Messina il quale, si ritiene
proprio sulla sua “scorta”, ha avanzato al Ministero degli Interni formale richiesta
d’autorizzazione ad esercitare i poteri di cui alla L.55/1990.
Proseguendo nel corso della conversazione, Cipriano si dice convinto di essere
l’obiettivo delle attività ispettiva in corso, evidentemente conoscendo il contenuto
della citata relazione – che lo vede al centro del sistema - ovvero la presente
70
parallela attività investigativa (cosa, quest’ultima, ritenuta verosimile in relazione
all’esordio dell’intercettata conversazione con Pino e quanto ne è conseguito).
Premesse le evidenziazioni sin qui fatte, si riportano di seguito alcuni stralci delle
intercettazioni in argomento, partendo da quelle di cui alle ore 10.51 del 17 aprile
2005:
(conversazione n. 57 avvenuta in data 17.04.2005 sull’autovettura Citroen C3
targata CJ274YZ in uso al Cipriano).
Pino: avete visto il dottore Duci
Cipriano: si l’ho visto, lui me lo ha detto
Pino: andiamo a Milazzo facciamoci una passeggiata accendiamo la radio ci
sentiamo due canzoni, mettete, mettete, mettete il volume; dove l'hanno messo
........... ho letto quella bella dichiarazione che avete fatto...........(viene interrotto
dall'intercettato e riprende con la seguente frase) zitto, zitto, zitto che parlo i .
Bondi è un giocatore della Juve comprato dal Cervia e lo daremo alla Roma in
cambio di Cassano ma io sono convinto che Bondi è meglio di lui. Col dottore e
Nino avantieri si sono fatti una passeggiata, te la sei letta la gazzetta questa
mattina? no, che c'è ? c'è una novità a Terme Vigliatore ...... e il Prefetto è
venuto a fare un sopralluogo assieme alla Finanza, carabinieri, gli ho detto io
qua un'attimino ........qua non c'è una lira ..........
Cipriano: lo vedi no
Pino: da quello che so l'unica persona che ............ dalla mattina alla sera c'è
Parmaliana che gli rompono i coglioni......ed io lo so, stranamente so qualche
altra cosa, speriamo che non sia quello ...............quella dichiarazione che
veramente merita un elogio , è quella che ha fatta lui questa mattina sulla
gazzetta .............non fa una piega
Cipriano: ma lui l'ha condivisa?
Pino: non lo so io gli ho lasciato il giornale e me ne sono andato, parlando con
Nino, non sapete che il dottore difende a lui
Cipriano: che?
Pino: il dottore a voi vi difende, dice, voi non lo sapete che lui lo difende , no gli
ho detto, perchè sembrerebbe che Vigliatore sia l'arte portante della mafia
Cipriano: al massimo mi devono dire u mafioso uno me ne devono dire
71
…omissis…
Cipriano: però sulla relazione dei CC dico alla fine
Pino: ... incomprensibile...... ma non è che va a finire all'autorità giudiziaria , la
portarono al Prefetto, tant'è che questa commissione incomprensibile
Cipriano: incomprensibile..... tutto quanto all'autorità giudiziaria
…omissis…
Cipriano: c'è il decreto che bisogna verificare è stata nominata questa
commissione se ci sino infiltrazioni mafiose nell'ambito dell'amministrazione
Pino: ma avete dei dipendenti mafiosi?
Cipriano: no
Pino: avete fatto appalti
Cipriano: no non ne sono stati fatti proprio ... incomprensibile
Pino: allora lei quando arrivano alla fine
Cipriano: l'amministrazione non ne sono stati fatti proprio
Pino: allora lei quando arrivano alla fine questo l'ho detto ........... quando
arrivano alla fine lei che riceve questa relazione da parte del Prefetto o da parte
della commissione se ne va dal Prefetto e si siede dieci minuti e poi gli dico io
quello che gli deve dire, lei lo saprà senz'altro però ci sono alcune circostanze
che è meglio evidenziare, prima gli dice di quando fu eletto sindaco quale guerre
puniche ha dovuto fare contro ......incomprensibile..... e lui nel periodo , scusi
ma lei non può dichiarare quello che una volta a me ha detto e non a verbale che
lui nella commissione edilizia tramite o lui o qualche altro ha fatto cazzi dei
comodi propri. Lei una volta mi disse, se non ho capito male, che questo soggetto
di Parmaliana ha fatto i cazzi suoi
…omissis…
Cipriano: giusto o elementi che devono essere elementi, un elemento magari
esempio, qualche minuto fa, qualche minuto fa voi giustamente lei ha detto
delinquenti a Terme quanti ne sono rimasti 2 uno è di Barcellona e uno è di
Terme e allora questo di Terme ci deve essere qualche cosa, ho che frequenta
palazzi municipali giusto no scusate, che viene nel palazzo municipale e
...incomprensubile... giusto, o ci sono atti che lo hanno favorito giusto o no, o
frequenta un consigliere comunale
Pino: ma a questo lo hanno ammazzato, io parlo di Tramontana
Cipriano: no,no,no, sto parlando dell'altro
72
Pino: di Siracusa
Cipriano: di Siracusa
Pino: perchè Siracusa è venuto in Comune
Cipriano: mai, mai visto
Pino: io ho detto questo
Cipriano: no,no,no
Pino: per farti un esempio, quando parlai col Dottore, gli dissi, c'era prima
Tramontana che poteva dare un idea di una presunta infiltrazione, mi segui?
Cipriano: ti seguo
Pino: ora quello non c'è più, lei mi ha detto ce ne un altro, ma quest'altro è mai
venuto il Comune? ha fatto qualcosa con il Comune?
Cipriano: e che sto dicendo!
Pino: Ci sono appalti? No! .... incomprensibile..... e allora che cazzo ha fatto
questo di mafia, cos'è che ha inquinato in questa amministrazione tale da
determinare quest'intervento?!
…omissis…
Cipriano prosegue la conversazione con il Pino a bordo della propria autovettura in
data 17.04.2005 alle ore 11:26 e seguenti. Inizialmente il Pino chiede una
raccomandazione per far ottener un posto di lavoro al proprio genero (vds.
conversazioni nn. 502 e 505 del 06.05.2005 e 522 e 523 del 06.05.2005 rit. n. 24); i
due decidono quindi di incontrare un intermediario a cena presso il ristorante
Bontempo o la Tartaruga, cosa che avverrà in data 06.05.2005 (vds. conversazione
n. 13 del 06.05.2005 rit. n. 30). Successivamente i due parlano delle strategie
difensive dell’amministrazione comunale di Terme Vigliatore: nella fattispecie è
avvilente la familiarità con cui il Pino si riferisce all’Avvocato Tommaso
Calderone - di cui avremo modo di parlare approfonditamente più avanti appellandolo “Tommaso” e “Masuzzo”. Infine i due parlano del funzionario
comunale capo area servizi sociali Sottile Carmela, che il Pino chiama
affettuosamente “Cammeledda”, la quale è stata recentemente condannata per
delitti contro la Pubblica Amministrazione.
E’ evidente come il Cipriano parli con l’autorità che si addirebbe soltanto ad un
Sindaco:
73
(conversazione n. 58 avvenuta in data 17.04.2005 sull’autovettura Citroen C3
targata CJ274YZ in uso al Cipriano).
....omissis....
Pino: lascia la macchina a Sant'Agata e rientra a Barcellona! Le spese sono
spese. E’ possibile che non si trova un posto in Farmacia per questo “caruso”
(n.d.c.: ragazzo, riferito al genero), in attesa che questa situazione….
Cipriano: va bene ora che fa se ne esce da un ente pubblico?
Pino: no! Dico ma se lui trova un posto alla farmacia….
Cipriano: eh!
Pino:se lui trova un posto alla farmacia subito……
Cipriano: eh!
…omissis…
Pino: dico io! Di fronte a un posto fisso che lavora, non ha tutte queste
“camurrie” (n.d.c.: impicci): partita IVA, versamenti! Hai Capito o no quello
che voglio dire? C'è uno stipendio e via!
Cipriano: si ma vedi che per ... (n.d.c: incomprensibile) ... è mancato per me, non
è mancato per .... (n.d.c: incomprensibile) ....
Pino: no! Dico io. Se noi la possiamo fare questa riunione la prossima settimana
o a fine mese, quando voi siete più .... (n.d.c: incomprensibile).....
Cipriano: no! Ora la facciamo, ora la facciamo quando passa questa settimana
più calda
Pino: ce ne andiamo o da Bontempo oppure ce ne andiamo alla Tartaruga
Cipriano: ora ..... (n.d.c: incomprensibile).......
Pino: di venerdì sera così lui di là di là se ne va....
Cipriano: la facciamo tranquillo perchè lui me l'ha detto anche che dovevamo
fare questa cosa
Pino: questo io ci tengo perchè secondo me quella è una persona …(n.d.c:
incomprensibile a causa delle interferenze) ..... e provincia
... omissis ...
Pino: Si, ma voi avevate, voi avevate la possibilità di fare, e per un consiglio
errato di Tommaso che vede molto lontano ma in questa fattispecie ha sbagliato,
avevate l'opportunità di farlo stare zitto; anche perchè le sue sono calunnie, non
hanno
modo
di
esistere,
sono
insussistenti,
insussistenti
...
(n.d.c.:incomprensibile per colpi di tosse) ...; questo dovete fare!
74
…omissis…
Pino: Calabrò?
Cipriano: no, ce l'ha sia Calabrò e ... (n.d.c: incomprensibile) ....
Pino: ....e non ha fatto niente sia Calabrò e niente Masuzzo. E hanno sbagliato
tutti e due. Guardate quel cane come si guarda le femmine!!!
…omissis…
Pino: “Cammeleddha” cosa dice? E' più tranquilla?
Cipriano: che tranquilla .... (n.d.c: incomprensibile) .... quello che gli fanno, cioè
voglio dire...và, c'è tranquillità però, un pò di tensione c'è, ne avete parlato voi
altri. Com'è... la gente lo sa.
Pino: ma lei perchè non la sposta da quell'ufficio?
Cipriano: no, ma io infatti gliel'avevo detto già, eravamo pronti, dico, per
spostarla.
…omissis…
Cipriano prosegue la conversazione con il Pino a bordo della propria autovettura in
data 17.04.2005 alle ore 11:35 e seguenti. I due proseguono nella conversazione
tesa a far apparire l’integrità morale del Cipriano, e nel far questo mettono ancora
una volta in evidenza come anche la Procura non abbia mai ipotizzato la possibilità
di infiltrazioni mafiose nell’amministrazione comunale di Terme Vigliatore.
(conversazione n. 59 avvenuta in data 17.04.2005 sull’autovettura Citroen C3
targata CJ274YZ in uso al Cipriano).
…omissis…
Pino: no mi sembrano, magari saranno professionalmente preparati, ma se non
hanno niente, che cosa debbono chiedere va, mi segue quello che dico io?
Perché poi guarda caso non si è mosso nessuno. Anche la Procura non ha mai
fatto ipotesi di infiltrazioni mafiose su Terme Vigliatore. La Procura non ha
mai fatto una ipotesi di questo genere
…omissis…
Il citato incontro avvenuto in data 17.04.2005 tra Cipriano e Pino è stato altresì
documentato mediante un servizio osservazione, pedinamento e controllo all’uopo
75
organizzato, in ordine al cui esito si riporta di seguito uno stralcio della relativa
annotazione di servizio:
“…omissis…
-
alle ore 10.30 circa Bartolo Cipriano, a bordo dell’autovettura Citroen C3
targata CJ 274 YZ in suo uso, si è diretto dalla propria abitazione verso il
Lungomare ove alle ore 10.53 circa, giunto all’altezza del civico 20, ha
effettuato una sosta, come da esiti del sistema di monitoraggio GPS
appositamente installato sull’autovettura;
-
alle ore 10.55 circa, in occasione della sosta di cui sopra, a bordo della
predetta autovettura è salito un uomo. L’autovettura ha quindi ripreso la
marcia dirigendosi fino al lungomare Garibaldi in Milazzo (ME) ove, alle ore
11.10 circa, ha effettuato una sosta all’altezza del Bar denominato Washington,
venendo ivi parcheggiata sul lungomare, lato mare, in direzione sud-nord.
Quivi l’autovettura è stata raggiunta dal dispositivo di osservazione composto
dai sottoscritti operanti, il quale ha riconosciuto nel Luogotenente Pino, in
servizio alla Sezione di Polizia Giudiziaria presso la Procura della Repubblica
di Barcellona Pozzo di Gotto, l’uomo in compagnia di Bartolo Cipriano;
-
alle ore 11.25 circa i due, dopo aver sorbito verosimilmente un caffè presso il
succitato Bar Washington, sono risaliti a bordo dell’autovettura Citroen C3 ed
hanno ripreso la marcia per far rientro in Barcellona P.G. (ME), come da esiti
del sistema di monitoraggio GPS appositamente installato sull’autovettura;
-
alle ore
11.40 circa, come da esiti del sistema di monitoraggio GPS
appositamente installato sull’autovettura, l’autovettura predetta ha effettuato
una sosta all’altezza del civico 20 di via Lungomare Caldà. Quivi è stata
nuovamente raggiunta dal dispositivo composto dai verbalizzanti; l’autovettura
ha effettuato la sosta lungo il Lungomare suddetto, lato monte. in direzione di
marcia ovest-est;
-
alle ore 11.45 circa, durante la sosta, il Luogotenente Pino è sceso
dall’autovettura e, dopo aver salutato Bartolo Cipriano come chiaramente
evincibile dalle sottonotate fotografie:
76
FOTOGRAFIE SCATTATE IN SUCCESSIONE, ALLE ORE 11.59 DEL 17 APRILE 2005, RITRAENTI L’AUTOVETTURA CITROEN C3
TARGATA CJ274YZ CON A BORDO CIPRIANO BARTOLO ED AL SUO ESTERNO, APPENA SCESO DALLA STESSA, IL LGT. GDF
PINO SANTI. L’AUTOVETTURA È IN SOSTA DINANZI L’ABITAZIONE CON LE INFERRIATE BIANCHE, SITA AL CIVICO 20 DEL
LUNGOMARE CALDÀ, AL CUI INTERNO HA POI FATTO INGRESSO L’ISPETTORE GDF.
ha successivamente fatto ingresso all’interno dell’abitazione di cui al
predetto numero civico, mentre Bartolo Cipriano ha poco più avanti invertito
la marcia lungo lo stesso Lungomare per dirigersi verso ovest. In tale
frangente, al precipuo fine di non pregiudicare l’esito dell’attività sino ad
allora svolta, alle ore 11.47 circa il servizio di osservazione, controllo e
pedinamento è stato interrotto.” (vds. allegato n.2)
Attraverso gli stralci di conversazioni che ora di seguito si riportano, invece,
emerge chiaro il tentativo di Cipriano di sfruttare a proprio vantaggio, nel modo
sopra descritto, anche le comunicazioni telefoniche; quando viene chiamato da
soggetti ignari dell’inopportunità di conversare telefonicamente di argomenti
compromettenti, egli cerca di sviare il discorso o comunque di chiuderlo
frettolosamente; certo è che dopo l’incontro con il Luogotenente Pino l’utilizzo del
telefono da parte del Cipriano si è sensibilmente ridotto nel numero e nel
contenuto:
-
Cipriano parla con un uomo con cui mette in scena la solita “manfrina” circa la
propria integrità morale. E’ da evidenziare come i due parlino del fatto che i
membri della Commissione Prefettizia devono - a dire degli stessi interlocutori
- richiedere ufficialmente atti alla Procura, ove l’ignoto interlocutore parrebbe
esser già intervenuto nel merito:
(conversazione n. 90 avvenuta in data 20.04.2005 sull’autovettura Citroen
C3 targata CJ274YZ in uso al Cipriano).
…omissis…
Interlocutore:
no,
ma
...
ci
devi
dare
la
confidenza
(n.d.c:
77
incomprensibile)... all'andicappato mentale
Cipriano: minchia non me ne parlare, ah. Questo e il mio avvocato... e
giocava lupo e cane... preciso; mi ha chiesto l'incarichi per il fratello.
Minchia, ma veramente figlioli... si è costituito parte civile in "mare
nostrum", ... (n.d.c: incomprensibile) ... il Comune parte civile in "mare
nostrum"... milioni escono, e dopo? Si è fregato una parcella di
quarantamila (n.d.c.:40.000) Euro. Guarda, guarda, se ci penso a queste
cose, mi viene, mi viene... dico.... non lo so.... mi prendo a schiaffi, non te lo
so dire quello che devo fare. Questi si sono inventati un mestiere, capisci?
Perchè rende, è redditizio. Una parola su Barcellona... una parola....che
sono tutti delinquenti... con procedimenti penali, cioè, ma non con
procedimenti penali... amministrativo, .... (n.d.c: incomprensibile)...
arrestati, gente che è stata arrestata.... non parlano una parola nessuno. Il
Comune di Mazzarrà, porco cane (n.d.c: sorridendo ironicamente), attentati
incendiari tutte le sere, si sono dimessi in blocco come consiglio
comunale... e il Prefetto dove cazzo è? dico io....dico dimmelo tu, non lo so,
.... (n.d.c: incomprensibile) ... da scasare la testa. Comunque io mi sto
preparando tutte le carte perchè... dico, dentro di me, penso anche, che se
questa settimana, dico, questi non ci danno piacere (n.d.c: riferito agli
ispettori della Prefettura nel Comune di Terme Vigliatore), per essere
chiari, io devo uscire, non è che posso stare... se no io qua mi faccio
ammazzare
Interlocutore: ma loro devono fare richiesta, loro... in maniera, diciamo
ufficialmente, voglio dire, in maniera silente devono richiedere gli atti alla
Procura della Repubblica; là ci ho parlato io .... (n.d.c: incomprensibile
anche se verosimilmente sembra si parli della proposta di contattare
qualcuno di presenza) ....
Cipriano: eh, ma dici tu che dobbiamo stare in silenzio? ... (n.d.c:
incomprensibile) .... dobbiamo concordare
Interlocutore: concordiamo con lui il da farsi
Cipriano: perchè, sai, alla gente ha il dubbio, sospetti, ma questi..., dice,
come mai non parlano? Nessuno dice niente
Interlocutore: allora noi... (n.d.c: incomprensibile anche se sembra si parli
di un contatto)...
78
Cipriano: non so se conviene... questo ti voglio dire; però... stiamo
preparando noi tutte le carte, tutte cose.... C'è dove ci sono le fatture.....(
(n.d.c: l'intercettazione viene interrotta)
-
Cipriano viene contattato dall’avvocato Felice Recupero con il quale recita
ancora una volta la parte del perseguitato per motivi politici:
(conversazione n. 643 avvenuta in data 20.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740 in uso al Cipriano, il quale viene contattato da un’utenza non
rilevata per mal funzionamento del sistema di monitoraggio telefonico)
…omissis…
Cipriano: si, certo che è tutto a posto. Tu lo sai che poi alla fine... è la
morale che parla, no
Recupero: certo, ma è chiaro, è chiaro. Ho letto delle cose, dico, su
IMGPRESS, dico. Ormai è chiaro il disegno politico, capisci? Il disegno
politico, ah?
Cipriano: e' chiaro, si
Recupero: e’ vero, è chiarissimo il disegno politico? Su quella cosa che
fanno il 29 qui a Barcellona? Non so se sei al corrente, hanno proposto di...
(le voci si accavallano)....
Cipriano: si, la so, l'ho letta
Recupero: ma non penso che l'onorevole dovrebbe partecipare a questa
cosa, anche perchè sono personaggi di basso profilo
Cipriano: no, ma assolutamente
Recupero: non sfugge a lui, praticamente, tutta questa cosa
Cipriano: ma non esiste, non esiste. Ormai, dico, hanno buttato la
maschera, capisci?
Recupero: hanno buttato giù la maschera, certo. Oramai è chiaro il disegno
che hanno. Il disegno è questo qua: la Margherita non ha esponenti
politici, capisci tu?
Cipriano: si, certo
Recupero: capisci, perchè tu hai fatto pulizia di questi personaggi per
cui....va bene, va bene....
Cipriano: hanno fatto una carognata e cattiveria che più grande.....
79
Recupero: si, ma, apposta devi reagire, dico, con tutti gli strumenti politici a
disposizione perchè di giudiziario non c'è niente, quindi...
Cipriano: e lo so, lo so
Recupero: sei l'unico politico ad avere subito così tanta (incomprensibile)
ad essere uscito sempre indenne che puoi andare a testa alta
Cipriano: ah, ti ringrazio Felice, ti ringrazio
Recupero: ok?
Cipriano: ti ringrazio
Recupero: ciao, ciao
Cipriano: ciao
-
Cipriano viene chiamato da tale Chiofalo Salvatore il quale (individuandolo
come primo responsabile degli atti amministrativi del Comune) gli chiede
spiegazioni circa il rilascio di una licenza commerciale ad un soggetto, in
violazione degli accordi evidentemente già intercorsi tra essi. Il Cipriano si
mostra chiaramente imbarazzato perché sa bene di essere “ascoltato” e cerca di
spogliarsi di ogni responsabilità cercando di rinviare la conversazione riferendo
falsamente di trovarsi a Milano:
(conversazione n. 703 avvenuta in data 21.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740 in uso al Cipriano, il quale viene contattato da un’utenza non
rilevata per mal funzionamento del sistema di monitoraggio telefonico)
Cipriano: pronto!
Chiofalo: Salvatore Chiofalo sono ! Bartolo
Cipriano: o ciao Salvatore dimmi
Chiofalo:ciao, che cosa avete fatte con il supermercato dicono che gli avete
dato la licenza , tu non mi dici niente
Cipriano: e, non lo so Salvatore non ho idea
Chiofalo:come non sai mi prendi in giro a mè mi prendi
Cipriano: ti giuro, parola d'onore quanto voglio bene a mia figlia non ci
sono stato sono mancato alcuni giorni e non ho idea
Chiofalo:dove sei andato?
Cipriano:e non ci sono, sono stato un paio di giorni a due giorni a Milano,
ho avuto delle cose da sbrigare
80
Chiofalo:ma per cose così diciamo?
Cipriano:si , si
Chiofalo:senti una cosa,
Cipriano:si dimmi
Chiofalo:no, io vorrei sapere che gli avete dato qualcosa e che accordi avete
con questo quà , perchè siccome doveva prendere un ragazzo
Cipriano:ti posso giurare che non so niente
Chiofalo:non mi vorrei far sentire dire, il sindaco o comunque qualcuno mi
ha detto che gli dobbiamo ..... incomprensibile...... al 100 per 100
Cipriano:ti posso giurare quando io rientro ti so dire
Chiofalo:io posso, a perchè non sei a Terme Vigliatore
Cipriano:no, non sono a Terme
Chiofalo:ah!
Cipriano: sono fuori, si quando rientro , figurati con piacere
Chiofalo:ma quando rientri?
Cipriano: probabilmente fine settimana
Chiofalo:mi fai sapere qualcosa
Cipriano:va benissimo
Chiofalo:ti abbraccio ciao
Cipriano:ciao Salvatore
-
Cipriano viene chiamato da tale Filippo che gli dice che la ragazza che gli
interessava è stata candidata, quindi chiede di parlargli. Cipriano lo ringrazia
per la cortesia, ma lo interrompe nella conversazione mostrandosi infastidito.
Filippo capisce la circostanza e lo saluta:
(conversazione n. 706 avvenuta in data 21.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740 in uso al Cipriano, il quale viene contattato da un’utenza non
rilevata per mal funzionamento del sistema di monitoraggio telefonico)
…omissis…
Filippo: ah, ho capito, no niente siccome ti vorrei incontrare.
Cipriano: penso che rientro stasera, stasera poi ne parliamo, va bene
Filippo: e ma , rientrerai sul tardi
Cipriano: si, va bene
81
Filippo: certo, va bene, Bartolo, eventualmente ne parliamo quando vieni
Cipriano: va bene, va bene
Filippo: a posto, quella ragazza dico è stata candidata lo sai no
Cipriano: si lo so, intanto ti ringrazio, sei stato gentilissimo
Filippo: no, non mi devi ringraziare, anzi ora già che ci siamo chiaramente
ormai che è in lista, mi attiverò per fargli prendere tutti i voti anche dei miei
parenti no
Cipriano: eh…, va bene, va bene, ti ringrazio
Filippo: poi su questo studiamo qualcosa, magari giro insieme a tè,
insomma, qualche poco di voti dobbiamo fargli prendere no
Cipriano: va bene non ti preoccupare
Filippo: no, perchè dico così non facciamo cattiva figura, giusto?
Cipriano: va benissimo, va benissimo
Filippo: va be Bartolo sei impegnato, ci sentiamo poi quando torni va bene
Cipriano: va bene, ciao ciao
Filippo: ciao Bartolo, a dopo, ciao Bartolo
-
Cipriano viene chiamato da tale Domenico che gli chiede di far intervenire un
autocompattatore del Comune per rimuovere dei rifiuti da una non indicata
località. Cipriano, infastidito, chiude celermente la conversazione:
(conversazione n. 749 avvenuta in data 21.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740 in uso al Cipriano, il quale viene contattato dall’utenza n.
392.4343294, intestata a CIPRIANO Domenico, nato a Barcellona P.G. il
08/02/1966, ivi residente, Viale delle Terme n. 37)
…omissis…
Cipriano: domenico, cosa c'è?
Domenico: oh, ti volevo dire una cosa, non puoi fare venire
l'autocompattatore, quello piccolino, con Claudio, e mi raccolgono tutta sta
spazzatura domani mattina che ci sono io, gli do una mano, mi fai questa
cortesia? C'è un macello qua!
Cipriano: ora vediamo, ora vediamo.
Domenico: fallo venire, va. Così poi faccio venire una ruspa, gli do una
"imparaggiata", qua c’è un macello, ah, forza!
82
Cipriano: va be, va be. Ciao, ciao.
Domenico: ciao, ciao.
-
Cipriano viene chiamato da tale signorina Mandanici (figlia di tale Domenico)
la quale gli chiede notizie circa l’avvenuta promessa di un posto di lavoro nella
scuola.
Il
Cipriano
la
rassicura
impacciatamene,
quindi
chiude
la
conversazione:
(conversazione n. 806 avvenuta in data 22.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740 in uso al Cipriano, il quale viene contattato dall’utenza n.
339/5762442, intestata a MANDANICI Muriel, nato in Svizzera il
15/11/1983, residente a Terme Vigliatore in via Ovidio n. 23)
Cipriano: pronto!
Mandanici: eh! Buon giorno! Sono Mandanici la figlia di Domenico! Si
ricorda?
Cipriano: si! Signorina! Si buon giorno!
Mandanici: eh! Volevo sapere come era finita quella situazione, per la
scuola!
Cipriano: anc...anc... Ancora ci vuole, signorina! Stia tranquilla che la, la
chiamo! Al momento opportuno sarà chiamata! Stia tranquilla! Va bene?
Mandanici: uhm! Va bene! Speriamo! Ok!
Cipriano: stia tranquilla!
Mandanici: grazie! Arrivederci!
Cipriano: arrivederci! Arrivederci!
-
Cipriano viene chiamato da tale Luca che gli chiede una raccomandazione per
essere “sorteggiato” quale scrutatore in occasione del prossimo referendum.
Cipriano, molto contrariato, cerca di dirottare il discorso su canali leciti:
(conversazione n. 813 avvenuta in data 22.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740 in uso al Cipriano, il quale viene contattato dall’utenza n.
090/9740561, intestata a CALABRESE Lorenzo, residente in Terme
Vigliatore in via Nazionale Vigliatore)
Cipriano: pronto
Luca: dottore Bartolo,Luca sono! Buon giorno
83
Cipriano: oh! Luca, ciao dimmi
Luca: eh! Senta, ma lei sa niente se sono usciti dei bandi per fare lo
scrutatore, che c'è qualche referendum ora forse?
Cipriano: mi pare forse non se ne fa referendum
Luca: forse non se ne fa?
Cipriano: si
Luca: eh!
Cipriano: forse non se ne fa, ancora non si sa
Luca: si ma siccome qua vicino casa mia gli hanno portato a dei ragazzi
.....
Cipriano: ma questo, questo possibile ogni, ogni si fanno per intanto si
fanno tutti i novembre, ora non so sul .... se in questi giorni già è stato
bandito anche ..... incomprensibile ..... Siccome sono Regionali, referendum
regionali, sicuramente si fa cioè passeranno
Luca: eh! Ma per sapere qualcosa? Per sicuro?
Cipriano: vai all'ufficio elettorale.
Luca: eh! All'Ufficio elettorale?
Cipriano: all'Ufficio Elettorale si!
Luca: eh! Ma la dentro noi altri come facciamo per ....
Cipriano: no! Pubblico è! Vai all'ufficio elettorale, che è pubblico. Giusto?
Luca: ho capito.
Cipriano: vai la e gli dici: c'è qualche stampato per fare lo scrutatore?
Luca: ho capito.
Cipriano: e poi questi vengono fatti a sorteggio
Luca: a sorteggio?
Cipriano: però se.. Però credo che non se ne faccia
Luca: va bene va! Ok!
Cipriano: va bene?
Luca: va bene! grazie dottore Bartolo! Arrivederci
Cipriano: arrivederci!
-
Cipriano viene contattato da tale Peppino (successivamente identificato, nel
corso di predisposto servizio di OCP, nell’imprenditore TORRE Giuseppe). I
due parlano della realizzazione di un’opera che dai contenuti parrebbe trattarsi
84
di quella di cui alle conversazioni intervenute in data 15.04.2005 (nn. 175 e
180) tra lo stesso Cipriano ed il geometra Papa della Provincia prima e con tale
dottore Castelli successivamente:
(conversazione n. 905 avvenuta in data 23.04.2005 sull’utenza telefonica
347.2295740 in uso al Cipriano, il quale viene contattato dall’utenza n.
368.583526, intestata a TORRE Giuseppe, nato a Furnari il 18/07/1955,
residente a Terme Vigliatore in vai Giovanni Verga n. 38)
Cipriano: pronto!
Peppino: Bartolo, Peppino sono!
…omissis…
Cipriano: Ciao! Ciao!
senti una cosa Peppino: quelle carte le avete
preparate, perchè mi ha chiamato il geometra, dico il geometra della
Provincia, per dirmi di ......
Peppino: ...incomprensibile .... tutto pronto
Cipriano: ma. gliel'avete portati già?
Peppino: si! credo di si perchè, almeno almeno sarà una settimana sicuro,
va
Cipriano:no! No, vedi che mi ha telefonato avantieri, non è possibile!
Peppino:e vuol dire vuol dire che non gli sono arrivate, perchè del
sottopasso, noi altri glieli abbiamo mandati. Hai capito?
Cipriano: non mi sono spiegato! C'era una giunzione da fare
Peppino: e ora vediamo ....incomprensibile....... (le voci si accavallano)
Cipriano: c'era una giunzione da fare. Ci voleva una copia
della
concessione
Peppino: si!
Cipriano: e oltre la copia della concessione sai che cosa ci voleva? anche la
Peppino: si!
Cipriano: la ... aspetta copia della concessione e aspetta la come si dice la
la la i soldi di pagare per
Peppino: cauzione
Cipriano: la cauzione
Peppino: si e tutto questo quà io gliel'ho , gliel'ho preparato perchè è fatta
85
va. Non so gliel'hanno mandato! Ora mi accerto di questa situazione!
Cipriano: accertati di questa cosa! Ciao Peppineddu!
Peppino: ciao! Ciao! Ciao!
Di rilevante importanza in ordine alla centralità del Cipriano in seno
all’Amministrazione Comunale di Terme Vigliatore ed ai rapporti tra essa ed il
contesto imprenditoriale locale si rivelano gli incontri che in data 23 aprile 2005
egli ha avuto presso la farmacia di cui è titolare, sita nella frazione Milici del
Comune di Rodì Milici (ME).
Nell’ottica di fornire la dovuta ed opportuna mutual corroboration all’indagine di
tipo tecnico-intercettivo, fondamentale si rivela l’esito del servizio di OCP che si è
ritenuto di svolgere e che, compendiato in apposita annotazione di p.g., viene di
seguito riportato:
…
dalle ore 15:30 circa alle successive ore 21:00, l’ App. ALIBRANDO Stèphane
ha eseguito servizio di O.C.P. nei pressi dell’esercizio Farmacia di CIPRIANO
Bartolo sita in via Provinciale di Rodì Milici frazione Milici (ME), al fine
accertare l’effettivo incontro a seguito di appuntamento tra l’intercettato
CIPRIANO Bartolo, con BONCALDO Carmelo nato a Rodì Milici il 10.07.1954,
ivi residente in via Germanò n°148, proprietario dello stabile da adibire a nuova
sede della Stazione CC di Terme Vigliatore.
L’attività è stata pianificata a seguito dell’intercettazione telefonica nr. 897 del
RIT 19/05, avvenuta alle ore 09:28 del 23/04/2005, nella quale il BONCALDO
riferisce all’intercettato di averlo cercato. Il CIPRIANO gli riferisce di trovarsi a
Messina dandogli appuntamento al pomeriggio, dalle 16:00 in poi, presso la
propria farmacia in Milici dove si sarebbe intrattenuto per l’intero pomeriggio.
Predisposto il servizio in zona, con l’ausilio dell’operatore di turno della sala
intercettazione (CR.S. LONGO Angelo), i rimanenti militari accertavano quanto
segue:
•
Alle ore 16:20 circa odierne, a bordo dell’autovettura BMW, di colore nero,
targata CG647TT, intestata a Torre Giuseppe di seguito generalizzato,
sopraggiunge alla precitata farmacia TORRE Giuseppe nato a Furnari il
18.07.1955, residente a Terme Vigliatore in via G. Verga n°38, parcheggia
l’auto ed entra nell’esercizio uscendovi alle successive ore 16:45.
86
•
Alle ore 16:55 circa odierne, a bordo dell’autovettura Lancia Kappa, di colore
grigio, targata AE832EE, intestata a GIUNTA Alessandro nato il 18/07/1974 a
Messina e residente a Torregrotta in via 21 Ottobre nr. 883, sopraggiunge alla
precitata farmacia BORIA Claudio nato s S.Agata di Militello il 21.11.1974,
residente a Terme Vigliatore in via Nazionale n°26, parcheggia l’auto ed entra
nell’esercizio uscendovi alle successive ore 18:00.
•
Alle ore 17:30 circa odierne, a bordo dell’autovettura Toyota Avenis, di colore
blu, targata BA332RZ, intestata a CALVO Domenica nata a Barcellona P.G. il
26/11/1955 ed ivi residente in via P. Micca nr. 72, sopraggiunge alla precitata
farmacia l’atteso BONCALDO Carmelo1, sopra generalizzato, parcheggia
l’auto ed entra nell’esercizio uscendovi alle successive ore 17:35.
1
Proprietario dell’immobile sito nella piazza Municipio di Terme Vigliatore, che dovrà
essere adeguato per ospitare la nuova Caserma dei Carabinieri.
87
•
Alle ore 17:40 circa odierne, a bordo dell’autovettura W Polo, di colore grigio
chiaro, di cui non è stato possibile rilevare la targa, sopraggiungevano alla
precitata farmacia l’ing. MANDANICI Pietro nato a Messina il 30.09.1950,
residente a Terme Vigliatore in via Benedettina Superiore n°50, consigliere
comunale dell’opposizione del Comune di Terme Vigliatore, insieme a
RECUPERO Giuseppe Claudio nato a Losanna (Svizzera) il 09.07.1973,
residente a Terme Vigliatore Via Nazionale Terme n°66, consigliere di
maggioranza del Comune di Terme Vigliatore, parcheggiano l’auto ed entrano
nell’esercizio uscendovi alle successive ore 18:25.
•
Alle ore 19:50 circa odierne, a bordo dell’autovettura W Passat, di colore
scuro, di cui non è stato possibile rilevare il numero di targa, sopraggiunge
alla precitata farmacia l’avv. CICERO Carmelo (sulla cui figura si è
abbondantemente disquisito nella parte in premessa) nato a Rodì Milici il
17.04.1955, ivi residente in via Torrente n°5, parcheggia l’auto ed entra
nell’esercizio uscendovi alle successive ore 20:05.
88
•
Alle ore 20:40, il CIPRIANO chiude l’esercizio e dopo aver prelevato
l’autovettura Citroen C3 in suo uso si dirige verso Terme Vigliatore.
A conclusione di questa prima fase investigativa si è dunque dovuto prendere atto
che dopo l’incontro con il Luogotenente Pino le conversazioni intercettate
sull’utenza e sull’autovettura in uso al Cipriano non hanno più fornito, sotto il
profilo investigativo, gli stessi importanti risultati di cui all’inizio dell’indagine,
essendosi delineato da parte del soggetto monitorato un evidente innalzamento del
livello di guardia nell’intraprendere conversazioni suscettibili, quantomeno, di
dubbia interpretazione da parte di eventuali terzi ascoltatori.
In considerazione di ciò, in data 21 aprile 2005 si è ritenuto opportuno chiedere
l’estensione dell’attività investigativa a carico di altri soggetti ritenuti utili
all’acquisizione di ulteriori notizie indispensabili per il proseguo delle indagini.
Tali personaggi sono stati individuati nella segretaria comunale Gangemi Gaetana
e, neanche a dirlo, nel Pino, per i motivi già evidenziati nella richiesta nr.173/2-3 di
protocollo datata 21.04.05.
89
Fly UP