...

Cari amici rotariani Avrei voluto fare alcune

by user

on
Category: Documents
104

views

Report

Comments

Transcript

Cari amici rotariani Avrei voluto fare alcune
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Cari amici rotariani
Avrei voluto fare alcune considerazioni relative al bilancio di un semestre di
presidenza rotariana, ma sia gli eventi alluvionali, che si considerano ancora
“imprevedibili” ma che hanno colpito e ferito pesantemente il territorio del Club
sia gli ultimi approfondimenti che ha avuto la fortuna, posso dirlo adesso a
posteriori, di essere stato obbligato ad effettuare relativamente ai service in
programma mi consigliano di impostare diversamente la mia prefazione al
bollettino.
Il giorno 13 Ottobre in maniera violenta ed in altre due successive occasioni
l’alluvione ha colpito anche la nostra città per la prima volta (a memoria d’uomo) e
di nuovo il nostro territorio.
Anche in questo caso i “Giovani angeli del fango” hanno dimostrato grande
generosità e disponibilità, per le quali anche noi li ringraziamo ma colgo l’occasione
per riportare una considerazione che mi dolgo sia stata omessa in fase di stampa
dalle mia prefazione del libro “Scriviamo … la mia Novi” …<<<Però mi viene
naturale da rotariano la seguente considerazione: come sarebbe più proficuo per
l’Italia se queste preziose risorse giovanili fossero utilizzate meglio in fase di
prevenzione delle conseguenze di questi cambiamenti climatici con cui dovremo
convivere nel futuro. Corretta formazione ed informazione di quella che sarà la
futura classe dirigente dovrebbe essere l’azione più urgente da fare.>>>
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
1
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Il vostro Presidente, nella generale e generosa mobilitazione rotariana, ha avuto
l’impulso a caldo di replicare con questa “email” del 13 ottobre al distretto:
caro Giorgio, caro Gianni, caro Pietro
,
(Giorgio Groppo, Gianni Vernazza, Pietro Pongiglione)
certamente anche il Club di Novi farà la sua parte per alimentare il fondo di Solidarietà di Giuseppe Capone, che apprezziamo per la tempestività e l'efficacia
d'azione.
Vorrei però cogliere questa ennesima brutta occasione per cercare di rilanciare un progetto distrettuale sulla prevenzione del rischio idro-geologico. Qualche
anno fa si pensava con altri rotariani che gran parte del territorio del Distretto 2032, che ha tante valenze positive, è anche caratterizzato da questi fenomeni
atmosferici violenti, causati dal cambiamento climatico, e sempre più frequenti - le trombe d'aria di Arenzano e Cogoleto sono di meno di 2 mesi fa -, che
vengono male assorbiti dalle caratteristiche specifiche geo-morfologiche e dall'antropizzazione disordinata di qualche decennio di edilizia "selvaggia".
Siamo tutti consapevoli delle difficoltà politico-burocratiche in gioco però una "spinta rotariana" verso una maggiore sensibilizzazione "preventiva" sulla
tutela dell'Ambiente, del paesaggio e del territorio che sono valori enormi per la Liguria, potrebbe essere il tema di una azione distrettuale supportata dalle
numerose competenze rotariane nel settore. Insomma aiutare a pensare chi non vuole, non può o non è in grado di farlo ma è istituzionalmente responsabile
del patrimonio e della vita dei cittadini.
A presto
Gian Paolo Ghelardi
RC Novi Ligure
2
A titolo di cronaca Pietro Pongiglione, rotariano genovese, è stato uno dei primi ad
attivarsi in maniera “non tradizionale” , di concerto con Giorgio Groppo, come ha
scritto “Personalmente metto a disposizione, fin da subito il mio Studio per dare
supporto su aspetti amministrativi/fiscali che fossero necessari”.
Gianni Vernazza, il nostro Governatore incoming, uno dei destinatari della mia
“email”, che il Club ha ospitato il 17 Ottobre, è della stessa nostra opinione ed
infine il Governatore Giorgio Groppo il 13 Dicembre nel convegno genovese ha
annunciato che nei prossimi mesi verrà organizzato un importante convegno
sull’argomento della prevenzione e dei rischi del dissesto idro-geologico del
territorio (quindi il nostro suggerimento per fare informazione sull’argomento è
stato accolto con grande soddisfazione).
Tuttavia in queste situazioni è vitale essere tempestivi nell’aiutare chi ha subito degli
ingenti danni economici.
E’ quindi con piacere (qualcosa di più che sento dentro di me e che fatico ad
esprimere attraverso le parole…) che vi posso annunciare che la nostra richiesta di
contributi al Fondo di Solidarietà di Giuseppe Capone è stata accolta.
Il vostro Presidente il 13 Dicembre nel corso della cerimonia avvenuta a Genova
nell’ambito del convegno che ho già citato ha ricevuto alcuni assegni da distribuire a
tre micro-imprese alluvionate, scelte da voi, soci del club, tramite l’invito a segnalare
i casi più critici che abbiamo lanciato prontamente la sera del 17 Ottobre.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
Sono importi consistenti per il budget del nostro Club ma probabilmente non
sufficienti a risolvere tutti i problemi, tuttavia credo che facciano veramente
comodo considerando che forse sono i primi soldi che arrivano…..
La seconda considerazione riguarda la collaborazione, il lavoro di squadra che è
fondamentale nel mondo del lavoro “globale” ma che dovrebbe riguardare anche
l’organizzazione delle associazioni come la nostra.
Come immaginavo, ho riscontrato al riguardo ambedue gli atteggiamenti estremi
con tutte le sfumature nel mezzo ma credo alla fine che il “menefreghismo” non
debba fare parte del Rotary e chi lo pratica non sia un “vero rotariano”: nel rispetto
dei diritti di tutti lasciamo che sia la coscienza individuale a dare il giudizio finale di
questi comportamenti.
A questo proposito voglio riportare l’ultima ed una delle più efficaci iniziative a cui
il nostro club è stato chiamato a partecipare dal nostro assistente Rinaldo Firpo: il
Rotary District Day voluto dal presidente internazionale Gary Huang con
l’obiettivo di far conoscere maggiormente il Rotary nella società e nel territorio.
La prima parte che si è svolta al mattino ad Acqui attraverso l’esibizione del robot
umanoide iCUB ha visto la partecipazione di quasi 1200 persone, la maggior parte
ragazzi e studenti. Nella locandina di presentazione compariva la frase:
“L’alta tecnologia: una sfida per il futuro del nostro paese.
Il Rotary è da sempre al fianco di chi contribuisce a migliorare
la qualità della vita e le prospettive di lavoro dei giovani che
vengono sostenute da un corretto utilizzo e sviluppo delle tecnologie
innovative. ”
Questa chiave di lettura dell’evento ha aperto le porte alla collaborazione ed al
successo: dirigenti scolastici, insegnanti, amministrazione comunale, giornalisti, i
magnifici ragazzi del Rotaract del territorio, famiglie ed infine alcuni dirigenti dei
cinque club organizzatori, in particolare del club ospitante di Acqui, anche quando
qualche nube di egocentrismo e di invidia sembrava potesse oscurare l’evento.
Il nostro Governatore si è dichiarato “commosso” dal lavoro dei
ricercatori/ingegneri italiani (nello specifico dell’Istituto italiano di tecnologia),
alcuni dei quali ha avuto modo di conoscere poiché erano presenti all’esibizione e
quindi “colpito” dalle prospettive che l’alta tecnologia e l’eccellenza può offrire ai
giovani nel nostro paese.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
3
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
L’ultima considerazione riguarda il prossimo semestre: avevo scritto nel primo
numero del bollettino che sarebbe stato bello se, alla fine di quest’anno rotariano,
ogni socio avesse contribuito direttamente, anche solo in piccola parte, a un’azione,
un evento, un’iniziativa.
La “memoria del Premio Rotary” rappresenta nel 2015 la concreta opportunità di
realizzare questa buona intenzione.
Continueremo anche a fare squadra e a mettere in comune le nostre energie con
quelle di altri Club, in particolare con Acqui, Gavi ed Ovada del Centenario anche
tramite l’organizzazione di altri inteclub. Speriamo anche di rinsaldare l’amicizia con
Salernes.
Vi ringrazio tutti in anticipo per l’impegno che metterete nella vita del Club.
Un caldo e sincero augurio di Buone feste e di un felice anno nuovo anche alle
vostre famiglie.
4
Gian Paolo
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
LETTERA DEL GOVERNATORE
Mese di Dicembre 2014
Cari Amici,
Dicembre è il mese dedicato alla “Famiglia” ed i Club sono incoraggiati a
elaborare progetti in favore delle famiglie presenti nelle loro comunità
che hanno bisogno di assistenza e di aiuto.
Lo scorso anno il Censis ha pubblicato i risultati di una ricerca dal titolo
«I valori degli italiani», elaborata in occasione dei 150 anni dell’Unità
d’Italia e ricerca analoga era stata fatta nel 1988. Nel paragonare l’Italia
di allora e quella di oggi si nota che la spinta individualista che ha
favorito la crescita del sistema produttivo oggi barcolla, gli italiani
sembrano «pentiti» e per combattere il loro disagio antropologico,
riscoprono il valore delle relazioni umane.
Senso della famiglia, gusto per la qualità della vita e amore per il bello,
ma anche recupero di spiritualità e bisogno di regole, rispetto dell’altro e
del bene comune: gli italiani si lasciano alle spalle le ambizioni personali,
il bisogno di auto-affermarsi, di inventare il proprio destino e di
soddisfare i propri desideri, in una parola mettono in crisi l’individualismo,
spesso sfrenato, che ha caratterizzato la nostra storia dagli anni ’50, per
abbracciare la cultura della solidarietà e l’attenzione all’altro.
Il 65,4% degli italiani pensa che la famiglia sia uno dei pilastri del nostro
stare insieme ed anche il Rotary sta riscoprendo il valore di questa
istituzione, dedicandogli il mese di dicembre.
Invito con piacere i Club ad intensificare i propri progetti in favore delle
famiglie, con particolare riguardo a quelle più povere ed indifese e vorrei
esprimere qui i sentimenti di gratitudine per quei rotariani che fanno
ancora della famiglia un valore ed un pilastro della nostra Società.
Ma il mese è dedicato alla Famiglia anche perché il 25 Dicembre è nato
da Giuseppe e Maria, Gesù che dalla povertà di Betlemme vuole
significare una nuova vita e con essa un dono d’amore ed una nuova
speranza per ogni uomo di buona volontà.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
5
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Con questa semplice lettera, vorrei allora entrare in punta di piedi nelle
vostre case, nelle case di tutti i rotariani, in silenzio, per augurarVi : Buon
Natale!
Buon Natale e buon inizio: per quanti di Voi hanno sofferto in questo
anno, per quanti hanno perso il lavoro e per quanti l’hanno ritrovato, per
quanti hanno sofferto per la perdita di una persona cara o vivono nella
sofferenza, per quanti hanno paura per il futuro della propria azienda ed
a quanti lottano ogni giorno per garantire il pane alle proprie maestranze,
per quanti sono immersi nelle preoccupazioni, nei dubbi e nelle paure,
per quanti credono di aver perso tutto ed hanno paura, errando, di aver
perso anche la propria dignità, vorrei dire…buon Natale e buon inizio!
Ogni persona deve essere consapevole che ha un amico che gli vuole
bene e che dopo la notte c’è sempre il sole e quindi a dicembre, in
occasione del Natale, nessuno può essere triste, perché il Natale è di
tutti perché è per tutti, per quelli che credono e per quelli che non hanno
fede, perché la nascita è un dono d’amore per tutti.
6
Paolo VI nel messaggio del 25 Dicembre 1964 ricordava che “il Natale è
per tutti; e vuole arrivare ad ogni anima, ad ogni famiglia, ad ogni
comunità, ad ogni società, ad ogni nazione: all’intera famiglia umana.
Vi salutiamo perciò con questo augurio, in ogni vostra categoria e
rappresentanza.
Salutiamo le Autorità, gli schieramenti militari, le famiglie, i papà e le
mamme, e specialmente, in questo giorno, i fanciulli, i bambini.
Salutiamo (…) l’Italia, la Nostra patria terrena, ed inviamo un saluto a
tutte le Nazioni del mondo.
Dicevamo essere volontà di Dio che il Natale sia una festa di tutti: e ciò
in rispondenza diretta alla universalità della Redenzione. Il Signore è
venuto per tutti; il Signore vuole arrivare a tutti i cuori; intende porsi in
comunicazione con ogni espressione umana. E questo è molto bello, ma
arreca grande responsabilità ai nostri cuori. Tutti, tutti siamo stati amati
dal Signore; ciascuno può dire di sé: dilexit me; mi amò; e tradidit
semetipsum pro me: diede se stesso per me.
Che ognuno avverta di essere oggetto, termine d’un amore divino. E
ciascuno risponda a tale dilezione con fiducioso amore. In tal modo
viene celebrato bene il Natale, che a tutti auguriamo pio, santo, buono,
pacifico e felice. “
Dobbiamo rinascere e possiamo rinascere.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
Per vivere allora rotarianamente il mese di dicembre dedicato alla
Famiglia ed il Natale secondo il suo vero significato, sarebbe bello,
facendo un vero sacrificio, fare qualche rinuncia che abbia così il valore
ed il merito delle cose che costano e sarebbe bello che ciascuno di noi
facesse un regalo ad una persona che non se lo aspetti, non un amico,
ma a qualche persona povera o sola, o forse a qualcuno che ha perso il
lavoro e per questo il Natale sarà triste perché non potrà portare un dono
ai suoi bambini.
Ricordiamo quindi il valore del dono ma anche quello del per - dono,
affinché entri in circolo e non si estingua mai, ed anche perché,
soprattutto il Rotary, per il valore proprio del gesto, ha anche bisogno,
ogni tanto, di riconciliarsi.
Giorgio
7
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
CALENDARIO ROTARIANO DISTRETTUALE (a.r. 2014/15) - II semestre
Con l’indicazione in rosso del significato rotariano dei mesi del calendario
Gennaio: Mese della Consapevolezza del Rotary
Febbraio: Mese della Comprensione internazionale



(21) Seminario sulla Leadership ad Alessandria con Distretto 2031
(23) Rotary Day – celebrazione fondazione del Rotary International
Conferenza stampa su Progetti Internazionali Rotary ( Castello di Barolo)
RYPEN
Marzo: Mese dell’ Alfabetizzazione

8


(14-15) Convegno Nazionale con i Distretti Italiani su Pace e Comprensione
Mondiale ( reciproca comprensione e dialogo ) a Bra
(2-7) Ryla interdistrettuale (Marene)
(21) SIPE (Villa Cambiaso)
Aprile: Mese delle Riviste del Rotary



(11) seminario sull’ espansione e sviluppo dell’effettivo (La Spezia)
(14-18) Ryla nazionale (Asti)
(14-18) stand salone del libro con Distretto 2031
Maggio: Mese della Cultura



(16) Convegno “Uno sguardo rivolto alle nuove generazioni di rotariani” con
Rotaract e Interact ( Sanremo)
(23) Assemblea di formazione Distrettuale (Alessandria)
(31-3 giugno) Convegno interdistrettuale Fellowship (Loano)
Giugno: Mese dei Circoli Professionali del Rotary


(6-9) Convention Internazionale Rotary ( San Paolo - Brasile )
(19-20) Congresso Distretto 2032 (Cuneo)
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
La visita del Governatore al Club
Villa Pomela 17.09.2014
Il Governatore Giorgio Groppo ha iniziato la visita nel primo pomeriggio a Tortona presso
l’azienda Global Tube del nostro socio Vilmo Repetti.
Dopo il trasferimento a Novi, abbiamo sostato presso la sede logistica Vectory’s del nostro socio
Carlo Angiolini e quindi è avvenuta la visita del Centro per la Povertà della San Vincenzo in via
Ovada.
Il Governatore ha approfondito le modalità di funzionamento con alcuni degli operatori presenti
ed ha particolarmente apprezzato il service del Club “un aiuto contro la povertà” che è cofinanziato dal distretto.
Dopo l’incontro con i dirigenti del consiglio a Villa Pomela, è iniziata la conviviale in maniera
sobria durante la quale sono stati ammessi formalmente nel Club tre nuovi soci, di cui nel seguito
sono riportati i CV.
Profilo Biografico di Giorgio Groppo
Nato a Sommariva Bosco (CN ) il 15 marzo 1964. Scapolo.
Diplomato geometra all’Istituto Tecnico M.Eula di Savigliano ( Cuneo ) .Dopo aver
frequentato la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Torino, si è specializzato al
Politecnico di Milano conseguendo il Master in Loss Adjustment ed in Rischi Tecnologici
presso l’Università di Pavia.
Attualmente è titolare di studio professionale in Sommariva Bosco, specializzato in
PerizieAssicurative. Iscritto all’Albo dei Conciliatori presso la Camera di Commercio di
Cuneo ed all’Albo dei Consulenti Tecnici presso il Tribunale di Asti presso il quale collabora
come CTU e Perito Estimatore in Esecuzioni Immobiliari.
Impegnato sin da ragazzo nel volontariato e nell'associazionismo cattolico. Dal 2000 al 2008
Vice Presidente della Consulta Provinciale del Volontariato di Cuneo (alla cui costituzione,
nel dicembre 2000, ha collaborato).
E' stato: Assessore Comunale a Sommariva Bosco, con deleghe al volontariato, alle Politiche
Giovanili, Sociali e Sanità; membro dell'Assemblea del Consorzio Socio-Assistenziale
INTESA di Bra, ricoprendone la carica di Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione
dal 2009 al 2010.
E' stato Vice Presidente di Fingranda SpA dal 2006 al 2010.
Attualmente è Presidente Regionale AVIS Piemonte, di cui ne è anche Consigliere Nazionale.
E' Presidente del CSV Società Solidale della Provincia di Cuneo e componente
dell'Osservatorio Nazionale per il Volontariato , organo di consulenza del Ministero del
Lavoro e delle Politiche Sociali.
E' componente del Consiglio Generale della Compagnia di San Paolo ( primo azionista di
Intesa San Paolo ) della quale è Coordinatore della Commissione Politiche Sociali e
Volontariato, componete del Consiglio di Amministrazione di Banca Prossima, del Cnel (
Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro ) nell’ambito del quale fa parte della IV
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
9
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Commissione Reti Infrastrutturali.
Appassionato studioso di Scienze Religiose, si è Diplomato in Magistero Sociale della Chiesa
presso la Pontificia Università Lateranense in Roma con 30/30 “Summa cum Laude”,
specializzandosi in Archeologia e Geografia Biblica presso lo Studium Biblicum
Franciscanum di Gerusalemme.
PHF con due zaffiri, ha ricevuto, dal Presidente della Repubblica, l'Attestato di benemerenza
al Merito della Sanità Pubblica, nel dicembre 2007.
Autore di numerose pubblicazioni in materia di volontariato cattolico e civile.
Ha ricevuto nel 2012 a Gerusalemme, l’onorificenza “Conchiglia del Pellegrino” per
particolari benemerenze verso la Terra Santa.
Ha ricevuto nel 2013 dal Presidente della Repubblica Italiana On. Giorgio Napoletano per il
tramite del Prefetto di Cuneo Dr.ssa Patrizia Impresa, la “ Medaglia di Rappresentanza” della
Presidenza della Repubblica per le finalità Statutarie del CSV Società Solidale da lui creato
nel 2002.
10
Curriculum Rotariano
 Iscritto al Rotary Club Bra dal 2000.
 presidente Rotary Club Bra anno 2008/2009
 Presidente Commissione Distrettuale Volontari del Rotary del Distretto 2030 del Rotary
International nell’anno 2008/2009
 Componente Commissione Distrettuale Volontari del Rotary del Distretto 2030 del Rotary
International nell’anno 2009/2010
 Componente Commissione Distrettuale Azione Professionale e Presidente
Sottocommissione Etica e Deontologia del Rotary del Distretto 2030 del Rotary International
nell’anno 2010/2011 e 2011/2012
 Presidente Commissione Distrettuale “Etica e Deontologia” del Rotary del Distretto 2032
del Rotary International nell’anno 2012/2013 ( Governatore Paolo Biondi )
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
LAURA VALDITERRA
Nata il 04/03/1957 HA FREQUENTATO IL LICEO SCIENTIFICO E LA FAC. DI LINGUE E LETTERATURA STRANIERA
A GENOVA.
DOPO ESPERIENZE NEL CAMPO TURISTICO E AMMINISTRATIVO, DAL 1994 AD OGGI E' TITOLARE
DELL'AZIENDA AGR.VALDITERRA E PRESIDENTE DELLA SOCIETA' AGR. COLLINA DEL TIGLIO CHE SI OCCUPANO
DELLA PRODUZIONE DI VINO E DATA LA ZONA IN CUI E' SITA L'AZIENDA PREVALENTEMENTE DEL BIANCO
GAVI. AVREMO QUINDI LA POSSIBILITA' DI ASSAGGIARE QUALCHE BUON VINO PRODOTTO DA LAURA
SERGIO TINELLO
Nato il 18/12/1949 STUDI DI PERITO CHIMICO PRESSO ISTITUTO SAN GIORGIO E LA LAUREA IN SCIENZE
BIOLOGICHE
TUTTA L'ATTIVITA' DEL PROF.TINELLO E' STATA NELLA SCUOLA PRIMA COME DOCENTE DI SCIENZE E POI
COME PRESIDE PRESSO ALCUNE SCUOLE MEDIE DELLA PROVINCIA ED IN VARI ISTITUTI SUPERIORI MA
SOPRATTUTTO DAL 2005 A FINE AGOSTO DEL 2014 E' STATO IL PRESIDE DEL NOSTRO PRESTIGIOSO LICEO
SCIENTIFICO AMALDI CHE TANTO HA COLLABORATO CON IL ROTARY PER NUMEROSE INIZIATIVE LEGATE
ALLA SCUOLA ED AI GIOVANI
RICCARDO DAMERI
NATO A GENOVA 17/11/1965 HA CONSEGUITO LAUREA PRESSO FACOLTA DI ECONOMIA E COMM.DI
GENOVA CON 110 E LODE
TUTTA LA CARRIERA DI RICCARDO DAMERI SI E' SVOLTA IN BANCA E TUTTA IN BANCA PASSADORE
RICOPRENDO SVARIATI INCARICHI FINO A DIVENTARE RESPONSABILE PRIMA AGENZIA DI GENOVA SESTRI
PONENTE POI DI GENOVA NERVI ED INFINE DAL GIUGNO DI QUEST'ANNO DELLA AGENZIA DI NOVI LIGURE DI
BANCA PASSADORE IN SEGUITO AL TRASFERIMENTO DEL NOSTRO AMICO E SOCIO STEFANO A FIRENZE.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
11
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Conviviale del 26 Settembre 2014 a Villa Pomela– “Bilancio economico del
Club”
L’Assemblea dei Soci del Rotary Club di Novi Ligure è stata convocata per deliberare sul seguente
ORDINE DEL GIORNO
1 – approvazione bilancio consuntivo 2013 - 2014;
2 - approvazione bilancio di previsione 2014 – 2015;
3 – modalità riunioni Consiglio direttivo e conseguenti modifiche al Regolamento RC Novi Ligure;
4 – varie ed eventuali
Il Bilancio 13-14, illustrato da Andrea Baschirotto, ha chiuso con un saldo positivo di €
1.164,87 al netto di 3.000 euro di residuo dall’a.r. 13-14 e di 750 Euro necessari a completare il
service dei televisori in Ospedale.
12
Il bilancio preventivo 14-15, illustrato dal tesoriere Paolo Parodi, sarà in sostanziale pareggio dopo che
il Presidente Ghelardi ha deciso di accantonare 1.500 Euro del bilancio 13-14 come fondo per
gestire il rischio di eventuali restituzioni per il service del Brasile (rischio cambio e biglietto
viaggio). Si evidenzia che il budget di spesa per i service è notevolmente più alto rispetto ai
trend degli anni passati, ad indicare una strada in crescita ma certamente anche più
impegnativa.
Per il punto 3 è stato deciso di procedere ad opportune integrazioni del regolamento per gestire la
possibilità di consultazioni tramite “email” tra i membri del consiglio, in casi di urgenza a discrezione
e su iniziativa del presidente.
Sarà argomento della prossima assemblea straordinaria del Club.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
27 Settembre 2014 “Festa anni Sessanta”
interclub con Gavi-Libarna ed Ovada del Centenario a Villa La Bollina
Una serata diversa e davvero simpatica !
Il presidente Gian Paolo con la consorte Dindi e Paola Pardini con la “giovanissima” mamma
hanno partecipato con entusiasmo.
Alcuni degli ospiti si sono presentati con i vestiti tipici di quel decennio, le ragazze in minigonna
ovviamente, e in tanti si sono lanciati in pista nei balli anni 60 (twist, hully gully ecc.) trascinati
dalla coinvolgente musica della band tutta al femminile delle “Minigonne”.
Da ricordare i balli-spettacolo con cui Paola ha intrattenuto gli intervenuti durante il ricco
aperitivo.
Paola ha anche invitato alla serata i due maestri con i quali frequenta delle lezione di ballo.
Numerosi gli intervenuti anche di club genovesi.
Secondo lo standard svizzero il costume di Walter e anni60 quello della vivacissima Lotti.
Dopo una serie di “sorprese” una ricca lotteria ha concluso la serata: anche il nostro Club ha
quindi contribuito a salvare il pozzo barocco di Arquata, infatti il ricavato della serata, al netto dei
costi di gestione, servirà per questo scopo “artistico-culturale”.
13
Foto di gruppo con i labari di Novi e Gavi
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Tutti in pista !!
14
Dal bollettino di Gavi-Libarna
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
Conviviale del 3 Ottobre 2014 a Villa Pomela– “Passaggio generazionale di
un patrimonio”
Relatore: Mario Quarati
15
Mario Quarati, il marito della nostra socia Donatella Traversa è stato il gradito ospite relatore
della serata.
La relazione era già prevista a luglio, ma era stata rimandata poiché il periodo estivo non favorisce
l’affluenza delle persone interessate all’argomento.
Brevemente il curriculum:
Titoli di studio:
dopo il diploma in ragioneria nel 1996 laurea in Scienze economiche università Torino
Diplomi post.laurea: 2003 Financial&Banking presso ABI. Che è l’associazione di settore del
mondo bancario e finanziario italiano
Svariati attestati di competenze finanziari e creditizie presso Sda Bocconi, SDA Bocconi School
of Management è una scuola di direzione aziendale e cultura manageriale nata nel 1971
dall'Università Bocconi
Iscritto albo dei ragionieri commercialisti dal 1993.
Esperienze lavorative:
- 1992/1997 collaborazione presso studi di consulenza fiscale
- nel 1999 ingresso in Unicredit, prima esperienza direttiva dal 2003, nel 2004 funzionario (ho
svolto il ruolo di direttore di agenzia a MirabelloMonferrato, Serravalle Scrivia, Alessandria e
Novi Ligure) da novembre 2010 ruolo di direttore di territorio area Novi Ligure.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Dal marzo 2012 in Azimut consulenza SIM come Private Banker, La Sim è una società
di intermediazione mobiliare, cioè un soggetto che si occupa dell'attività legata
all'intermediazione mobiliare ma non di quella creditizia.
Da gennaio 2014 wealth manager – ricchezza/patrimonio sempre in Azimut Consulenza SIM
con specializzazione in Corporate & Investment Banking.
L’argomento trattato è stato molto importante riguardando il livello di patrimonio faticosamente
accumulato dalle famiglie italiane.
Cosa dobbiamo aspettarci dai prossimi governi dal punto di vista fiscale? Anche se non siamo in grado di
prevedere il futuro si è certi che in Italia abbiamo una cosa in abbondanza, e cioè i patrimoni delle
famiglie, ed è concreta la paura che per sistemare i conti/rilanciare la crescita si debba prima o poi passare
da questi per due motivi essenziali:
-
-
16
In Italia a fronte di una delle tassazioni più oppressive sui redditi/utili prodotti ( Irpef- Irap- etc..)
abbiamo una delle tassazioni più accomodanti sulla ricchezza ( Stock di ricchezza o patrimoni) e
questa impostazione fiscale non risulta essere efficiente per quanto riguarda la spinta verso i
consumi
La normativa della tassazione dei capital Gain e delle successioni/donazione risulta
particolarmente benevola in Italia rispetto agli altri paesi della UE.
Se a queste due motivazioni si aggiunge il fatto che è ormai unanime il consenso sul fatto che in futuro
all’interno della UE si andrà verso un’armonizzazione delle normative fiscali ecco che diventa interessante
capire quali strumenti consentono di tutelare parzialmente questa possibile forte discontinuità.
Le imposte di successione/donazione in Italia
L’imposta grava:
- Sui i trasferimenti di beni e diritti per causa di morte;
- Sui trasferimenti di beni e diritti per donazione;
- Sui trasferimenti di beni e diritti a titolo gratuito;
- Alla costituzione di vincoli di destinazione
Se alla data dell’apertura della successione il defunto era residente in Italia, l’imposta è dovuta in relazione
a tutti i beni e diritti trasferiti, ancorché esistenti all’estero. Se invece il defunto era residente all’estero,
l’imposta è dovuta limitatamente ai beni e diritti esistenti nel nostro Paese. L’imposta è dovuta dagli eredi
o legatari anche se residenti in Paesi esteri.
Le imposte di successione negli altri paesi della UE.
Si può affermare che da questo punto di vista l’ Italia è un paradiso fiscale !!
Come facciamo a tutelarci.
In questo caso è necessario fare un’attenta analisi degli asset che compongono il patrimonio familiare e
dividere gli asset in 4 macroaree:
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
-
Società/quote societarie
Beni immobili
Beni mobili registrati
Attività finanziarie
Che cosa sono le Private Insurance?
-
Si tratta di polizze vita Unit Linked molto esclusive che consentono di far confluire in un’unica
piattaforma tutti i propri investimenti (liquidità, titoli, fondi) con l’obiettivo di razionalizzare
l’asset di portafoglio, sviluppare una strategia di gestione personalizzata e calibrata sulle proprie
esigenze ed estendere i benefici fiscali ed i vantaggi delle polizze vita a tutti /o ad una consistente
parte degli investimenti. Di conseguenza è da intendersi come una cassaforte/contenitore
intelligente dove si possono trasferire tutti o quasi gli investimenti con una massima
personalizzazione, infatti il valore della polizza è collegato a quello dei fondi, titoli, liquidità in cui
è investito il premio.
17
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Conviviale del 10 ottobre 2014 a Villa Pomela– “Istruzione, Ricerca ed
Industria innovatrice per il futuro dei nostri giovani”
Ospite Francesco Profumo
18
Francesco Profumo si è laureato nel 1977 in ingegneria elettrotecnica presso il Politecnico di Torino. Ha
iniziato la carriera nel 1978 nella Ricerca e Sviluppo all'Ansaldo di Genova. Nel 1985 si trasferisce a
Torino dove intraprende la carriera di ricercatore universitario e nel 1995 diviene Professore Ordinario nel
settore Convertitori, Macchine ed Azionamenti Elettrici nello stesso Ateneo. Assume la carica di
Presidente della Prima Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Torino dal 2003 al 2005; dal 1º ottobre
2005 assume la carica di Rettore. Il suo rettorato è stato caratterizzato da una forte spinta verso la
collaborazione con diverse aziende internazionali (come General Motors, Microsoft e Motorola) e con la
grande apertura della didattica verso l'estero. Accanto alla carriera nella propria Università, Profumo è
stato molto attivo in molti gruppi di lavoro internazionali, con numerosi riconoscimenti in tutto il mondo
ed oltre 250 articoli pubblicati.
Nel 2011ha rifiutato la candidatura a Sindaco di Torino per il centrosinistra. È attualmente Presidente di
Columbus, del Forum Torino e del Panel 09 del Comitato di Indirizzo per la Valutazione della Ricerca
(CIVR) del MIUR. Già membro del Consiglio di Amministrazione di Reply, di FIDIA S.p.A., Unicredit
Private Bank, il 12 aprile 2011 è stato nominato membro del Consiglio di Amministrazione diTelecom
Italia. Svolge inoltre ruoli di Consigliere per Il Sole 24 Ore e di Pirelli & C. è membro del comitato di
indirizzo di Italianieuropei. Il 13 agosto 2011 è stato nominato Presidente del Consiglio Nazionale delle
Ricerche.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
Il 16 novembre 2011 è stato nominato ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca del governo
Monti.
Il 30 gennaio2012 Profumo rassegna le dimissioni da Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche
(dopo essere stato nominato pochi mesi prima dall'ex ministro dell'istruzione Mariastella Gelmini), la cui
nomina è designata dal Governo, dopo le polemiche scatenate da alcuni organi di stampa sulla sua presunta
incompatibilità e conflitto d'interessi ricoprendo anche l'incarico di ministro della Repubblica. Prima della
nomina ministeriale Profumo si autosospende lasciando la gestione delle sue deleghe al vicepresidente.
Dopo l'incarico ministeriale nel giugno 2013 Francesco Profumo viene nominato Presidente della
società energetica IREN.
19
Una carrellata tra i presenti, Liana String VP di Gavi-Libarna, Bruno Lulani, presidente di Acqui, Bruno Longa,
presidente del Parco Scientifico Tecnologico di Rivalta Scrivia…..
Una serata al Rotary Club di Novi. Una serata. Di venerdì. Come tante.
Diversamente da tante. Ci sono i rappresentanti di altri Rotary Club, Ovada, Gavi,
Acqui. Ben rappresentati. E' una cosa che fa piacere. Piacere che si stringano
legami. Con altri club, della zona ed anche non della zona. Sorrisi. Amicizia. Perchè
il Rotary è questo: amicizie che si creano, conoscenze che si fanno. E' il ritrovasi
assieme, cementare dei rapporti, ricordare dei momenti. Momenti vicini o lontani.
Vissuti assieme. L'ambiente è quello di Villa Pomela. Bello. Suggestivo. La sera di
venerdì 10 ottobre c'è però anche lui. Un ospite molto atteso. Un ospite di
notevolissimo livello. E' l'ex Ministro alla Pubblica Istruzione e Ricerca Francesco
Profumo. Ha ricoperto questo incarico nel famoso governo dei professori, quello di
Mario Monti, quello chiamato a salvare l'Italia dal baratro. Si cena. Ottimo il riso
con zucca, eccellente il roast-beef con funghi e da buongustai il bunet. Pregevoli i
vini. Ma si attende lui. Il relatore. E' chiamato a toccare temi importanti. Temi
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
20
pesanti. Temi quali, l'istruzione, le partecipate e la necessità di una loro
integrazione, il Patto di Stabilità. Profumo ha subito rilevando che, a Bruxelles, la
settimana seguente, a livello europeo, il Primo Ministro Renzi avrebbe tratteggiato
la struttura della legge finanziaria e gli incentivi da dare per la dismissione di
aziende piccole e per agevolare la loro integrazione, con la possibilità, per quelle
cosidette “in house” dei Comuni, di essere quotate in Borsa. Francesco Profumo
ha rilevato che, quello delle partecipate, è un settore che conta ben 350.000
occupati e che nel 2025 ben 75% del Pil europeo sarà collegato ai servizi rivolti ai
cittadini. Con la necessità conseguente di una loro modernizzazione ed un
conseguente abbandono della logica per cui ogni Comune, gelosamente, ha la sua
Municipalizzata. L'ex Ministro ha inoltre sottolineato il ritardo accumulato dal
nostro Paese nei confronti di altri, soprattutto quelli nordici, sul tema dei rifiuti.
Paesi in cui i rifiuti vengono trasformati in energia. “Il rifiuto-ha affermatocostituisce una ricchezza ed il vetro può essere riutilizzato praticamente
completamente. In Italia, negli ultimi sette anni, la produzione dei rifiuti per
persona è diminuita del 25%. Nel contempo la raccolta differenziata ha raggiunto
mediamente il 55-60%. Ma i rifiuti della differenziata devono essere avviati ad un
processo di recupero. Si deve tornare a valorizzare quegli elementi che possono
produrre ricchezza.” Quindi Profumo ha toccato il tema delle città metropolitane
come sono configurate dalla Riforma del Ministro Del Rio. “Le città metropolitane,
sinceramente, mi sembrano troppe, sono ben quattordici mentre ne basterebbero
tre o quattro. In totale raggrupperanno almeno un migliaio dei circa ottomila
Comuni italiani e questa mi sembra una operazione abbastanza difficile o
comunque che presenterà delle difficoltà in quanto significa che ci saranno meno
Sindaci. Tuttavia c'è un mezzo per aggregarli e questo mezzo è costituito dai
servizi. Nel Duemila, a Torino, si avviò una società metropolitana sull'acqua –
SMAT- fra trenta Comuni. La qualità è migliorata, i prezzi si sono ridotti e adesso i
Comuni che la compongono sono aumentati a 289.” Il tema dei servizi, altro tema
toccato da Profumo. “Si deve andare verso una società di servizi ed in tale direzione
ci spinge anche il fenomeno di deindustrializzazione che stiamo vivendo. C'è
l'esigenza di avere posti di lavoro veri e questi possono essere creati solo in una
società di servizi.” In una società moderna deve trovare la sua giusta collocazione la
scuola. “Ci vuole-ha affermato l'ex Ministro-un maggiore collegamento fra scuola e
mondo del lavoro. Ad esempio in Germania, ma non solo in Germania, c'è un
percorso duale per cui il ragazzo che frequenta le superiori ha l'anno scolastico
diviso equamente fra l'aula e l'azienda. Da noi ci fermiamo agli stage, se va bene.”
Un altro tema ha riguardato i ragazzi ed il loro inserimento nel mondo del lavoro:
“I laureati del 2014 si sono iscritti all'Università, se in regola con il percorso di
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
studi, nel 2009, vale a dire in una situazione sociale e produttiva profondamente
diversa da quella attuale. Inoltre c'è uno stacco, direi quasi naturale, fra il momento
della laurea e quello in cui si trova un lavoro. Diciamo che, mediamente, fra quando
ci si iscrive all'Università e quello in cui si trova l'occupazione trascorrono dieci
anni. Francamente troppi. Ogni Governo parla di riformare la scuola ma i Governi
cambiano ed adottano politiche scolastiche diverse da quelle dei predecessori.
Troppi tentativi di cambiamento ! Prendiamo ad esempio la Finlandia: qui si è
proceduto ad un processo di riforma della scuola, ad un piano ventennale, con un
accordo fra governo ed opposizione e quindi con l'alternanza al potere non si
modificano, se non per esigenze di adattamento esterni, i contenuti.” Quindi la
Ricerca: “Le competenze sono attualmente divise tra troppi Ministeri, c'è l'esigenza
di attuare un'operazione di grande interesse creando una struttura federale, con una
contaminazione ed una collaborazione fra pubblico e privato. Invece, ripeto, c'è
troppa polverizzazione. In Germania c'è un modello federale che distribuisce le
risorse agli Enti e che comprende tutta la Ricerca.” Il modello di cui ha fatto cenno
l'ex Ministro del governo Monti si poggia su due pilastri: il Max Planck Institut per
la ricerca di base, il Fraunhofer Institut per la ricerca applicata in collaborazione
con le imprese e poi agenzie per l'innovazione sul territorio nei vari Laender. E, a
dire la verità, considerata la sua particolare eccellenza ed efficienza, al modello
organizzativo e gestionale della Società Max Planck è ispirata la struttura
organizzativa ad esempio dell'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova. Ma di
questo avremo occasione di parlarne un'altra volta. L'ex Ministro ha fatto una
puntualizzazione sulle Municipalizzate: “Devono essere aggregate fra di loro,
magari con dei sistemi di incentivo e di disincentivo. Per i Comuni con delle risorse,
quelle per esempio ottenute dalle cessioni, anche se parziali, che possono essere
spese fuori dal Patto di Stabilità.Ma ci devono essere degli stimoli e degli incentivi
anche nei confronti delle aziende. Innegabile che si creerà un problema di esubero
di personale e qui penso che si dovrà trovare qualche strumento di incentivazione
all'esodo.” Quindi è tornato sulla scuola: “L'autonomia scolastica è sulla carta ma
conosce condizionamenti molto forti. Ad esempio il 30% dei curricoli possono
essere decisi dalle scuole, puntando ad introdurre delle nozioni che stabiliscano un
contatto con il territorio. C'è però un problema: al centro della scuola non ci sono
mai gli studenti, coloro che ne sono i fruitori, ma semmai i docenti ed anche il
personale amministrativo. C'è l'esigenza di introdurre un sistema di valutazione dei
risultati e la valutazione non deve essere intesa solo in senso negativo. Il Ministero
alla Pubblica Istruzione è quello che ha il maggior numero di dipendenti e c'è la
necessità di sapere se le risorse messe in campo sono state investite bene.”
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
21
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
22
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
Sabato 11 Ottobre Villa Pomela
selezione dei candidati alla Borsa di Studio sponsorizzata dal gruppo Elah-Dufour
Borsa di Studio “Rotary Club – Novi Ligure 14-15”
23
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
17 ottobre 2014 Villa Pomela - Incontro con il Governatore “incoming” del
distretto 2032
Gianni VERNAZZA
24
Nato a Genova nel 1945, laureato in Ingegneria Elettronica, Università di Genova, 1970
RUOLI IN UNIVERSITA’
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Presidente dell’Istituto di Studi Superiori dell’Ateneo, Università di Genova ISSUGE (2013-presente)
Prorettore dell’Università di Genova (2008-presente);
Preside della Facoltà di Ingegneria, Università di Genova (2002-2008);
Professore Ordinario in Telecomunicazioni, Università di Genova (1998-presente)
Direttore del Dipartimento di Ingegneria Biofisica ed Elettronica (DIBE – Università di GENOVA) (19982002 );
Presidente Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica , (1994-1998) presso Università di Cagliari;
Professore Ordinario in "Telecomunicazioni” Università di Cagliari, (1994-1998);
Professore Associato in "Teoria e Tecniche del Riconoscimento", Università di Genova (1983 al 1994);
Professore incaricato in "Communication Network", Università di Genova (1978-1983);
Assistente Universitario, Università di Genova (1974 -1978);
RUOLI IN ISTITUZIONI
•
•
•
•
•
Direttore del CNIT- Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni (2011- presente);
Membro Consiglio di Amministrazione IIC ( Istituto Internazionale delle Comunicazioni) (2009presente);
Membro Commissione Scientifica Fondazione Ansaldo (2009- 2011);
Membro Consiglio Generale Istituto Italiano della Saldatura (2009-2011);
Membro Consiglio di Amministrazione “Smartware & Data Mining S.r.l.” (2009-presente)
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
•
•
Direttore del Gruppo Telecomunicazioni ( Cagliari Università- DIEE) 1994-1998;
Presidente del Comitato Scientifico CRS4 (Centro di Ricerca Studi Sardegna ):
( Presidente CdA Prof. C. Rubbia – Premio Nobel) (1996-2000)
Attività professionali principali
•
Valutatore in numerosi programmi e progetti per l’Unione Europea:
•
Valutatore programmi di sviluppo sperimentale per Ministero dello Sviluppo Economico tra cui :
•
•
PROGRAMMA MOSE- MAGISTRATO ALLE ACQUE DI VENEZIA – CONSORZIO VENEZIA NUOVA (2011- in
corso);
Supervisore per il Consiglio Nazionale delle Ricerche (C.N.R.):
•
Progetto Finalizzato Robotica 1992-1994
•
Progetto Finalizzato Trasporti 1992
•
Progetti Regionali
•
Valutatore Progetti Sardegna Ricerche (2008-presente)
Progetti Industriali
•
•
•
1973-74: Responsabile progetto di ASGEN, per ITALSIDER impianto di TARANTO (gas process remote
control - SCADA) e ITALSIDER Genova (SCADA per power plant) (1979-80);
Presidente di AEI ( Italian Association of Electronics) (Ligurian Chapter) 1998-2000);
1994-98: Cooperazione in differenti progetti internazionali (UE) con numerose compagnie: IBM, BULL,
3M, Telecom Italia, MARCONI, ELSAG-BAILEY, INFORSUD,ANSALDO,ENEL,ESACONTROL, European Space
Agency, etc.
Presidente- Relatore in diverse conferenze, (General Chairman ICIP 2005);
CURRICULUM ROTARIANO
•
Governatore Incoming (2015-2016) Distretto 2032
•
Assistente del Governatore
•
Presidente RC Genova
•
Presidente Commissione Distrettuale per i rapporti con le Università
•
Membro del Consiglio Direttivo RC Genova
•
Membro Commissione di Pianificazione Strategica RC Genova
•
Incarichi in varie Commissioni di Club e Interclub
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
25
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Il Presidente ringrazia Vernazza, che è stato suo professore ad ingegneria !!
Un breve estratto dalla presentazione sul Progetto fondamentale del Rotary “End
Polio Now”:
progetto «end polio now: una breve cronistoria» per rotary club novi ligure
17 ottobre 2014 - novi ligure
26
3. il ruolo del rotary contro la polio
la lotta per sconfiggere la polio è da molti anni un grande impegno per il rotary.
• nel 1979 i rotary club avviano un progetto per acquistare e finanziare il trasporto del
vaccino antipolio ad oltre sei milioni di bambini;
• nel 1985 il rotary international lancia «polio plus» , la piu’ grande iniziativa di sostegno
finanziario coordinato del settore privato a livello internazionale a favore della salute
pubblica, con un impegno iniziale di 120 milioni di dollari;
• nel 1988 i rotariani hanno raccolto 247 milioni di dollari a favore di polioplus, piu’ del
doppio dell’obiettivo iniziale di 120 milioni. la world health assembly ha approvato una
risoluzione per eradicare la polio, stabilendo cosi la base per il lancio della global polio
eradication initiative (gpei). oltre 125 paesi sono polio-endemici.
4. soggetti attivi nella battaglia contro la polio
il rotary e’ soggetto attivo nella lotta contro la polio insieme ad altri partners il cui contributo
risulta essere fondamentale:
- unicef;
- cdc (centeres for disease control and prevention) - atlanta
- bill & melinda gates fondation.
. i risultati ottenuti
la lotta contro la polio ha limitato nel corso degli anni i suoi effetti negativi.
questa malattia, che una volta colpiva circa 350.000 bambini l’anno, oggi e’ ancora presente in soli
tre paesi, afghanistan, pakistan e nigeria.
afghanistan: nel 2013 sono stati rilevati solo 11 casi di polio. tutti avevano un legame con la
trasmissione oltre confine dal vicino pakistan.
pakistan: guadagnarsi la fiducia della comunita’ e’ essenziale per portare a termine la partita
contro la polio.
i soci del rotary hanno creato qui sette centri di risorsa per la polio.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
. i risultati ottenuti
nigeria: la nigeria e’ vicina ad estirpare la polio, grazie soprattutto allo sforzo riuscito di
raggiungere i bambini in sette stati dell’area occidentale che sono tra quelli a piu’ alto rischio di
contagio.
il caso dell’ india:
- l’india celebra tre anni dall’ultimo caso di poliovirus selvaggio il 13 gennaio 2014, un risultato
storico per la sanita’ pubblica mondiale per l’impegno globale per eradicare la polio.
- si ricorda che gli esperti una volta consideravano l’india il posto piu’ difficile a livello tecnico
dove sradicare la polio.
- fino al 2009, l’india aveva circa meta’ dei casi di polio di tutto il mondo. l’alta densita’ di
abitanti, le popolazioni di immigrati e le pessime condizioni igienico-sanitarie presentavano
enormi sfide all’ eliminazione di questa malattia paralizzante.
- grazie all’impegno del rotary, del governo indiano, della global polio eradication initiative, di altri
governi donatori e della comunita’ globale, l’india ha lanciato una sforzo esauriente contro la
polio e una forte infrastruttura sanitaria per eliminare la malattia. un esercito di 2,3 milioni di
vaccinatori ha raggiunto 175 milioni di bambini con il vaccino antipolio durante le giornate
d’immunizzazione nazionale.
Gianni Vernazza
A completamento della serata il presidente ed il delegato della direzione del gruppo Elah-Dufour
dott. Grosso hanno consegnato a Giada Cipollina la Borsa di Studio del nostro club per l’anno
2014-15 e hanno annunciato il proseguimento anche per quest’anno (il secondo)
dell’assegnazione della Borsa di Studio 2013-14 conferita a Gioachini.
La premiazione avverrà in data 8 Novembre da parte dello sponsor Graziano-Mori srl.
Giada Cipollina
Gioachini con l’amministratore di Graziano ing.Merlo
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
27
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
I ringraziamenti di Giada Cipollina al Club:
“Buongiorno,
Sono onorata e ringrazio Lei, il Rotary Club e la commissione valutatrice per il merito riconosciutomi.
Mi fa molto piacere l'invito alla serata di venerdì.
A presto.”
L’idea progettuale:
L’immatricolazione:
28
OggiCronaca.it
Quotidiano di informazione online - domenica, 26 ottobre 2014
Giada Cipollina, vincitrice della borsa di studio Rotary, racconta le sue impressioni
A Giada Cipollina, diplomatasi la scorsa estate all’Istituto Ciampini-Boccardo di Novi Ligure, nella suggestiva cornice di Villa Pomela, è stata
consegnata una borsa di studio del valore di 2500 euro. Sponsorizzata dalla Novi-Elah-Dufour, l’iniziativa è stata voluta dal Rotary Club di Novi,
presidente Gian Paolo Ghelardi.
La ragazza si è già iscritta alla Facoltà di Biologia a Torino. Ecco il suo resoconto, le sue impressioni e con un’amara conclusione: la
consapevolezza che, per fare la Ricercatrice, dovrà abbandonare l’Italia, perchè, come dice lei, la Scienza e la Ricerca vera si costruiscono vivendo
realtà oltre confine. Un’affermazione solo mitigata da un “anche”.
“Borsa di studio: solo il nominarla – dice Giada – implica la fiducia e le speranze che tante persone ripongono nel fortunato che la riceve. Tutto
ciò di certo non è facile da sopportare, soprattutto per il fatto che tradire le aspettative può essere più semplice e immediato del previsto, quindi il
carico di responsabilità è notevole. Nel contempo è un onore che altri, al di fuori del contesto scolastico, riconoscano i meriti e i sacrifici fatti in
tanti anni sui libri. Per questa ragione sono orgogliosa di questo traguardo e allo tempo stesso consapevole dell’impegno che mi viene richiesto;
oltre i sorrisi, la cerimonia di consegna e i tanti complimenti ricevuti, la parte più impegnativa viene ora: studiare e preparare tanti esami.”
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
“Posso dire di essere già stata coinvolta in progetti di riconoscimento di merito e stage formativi – aggiunge la giovane – quindi questa borsa di
studio è un altro onore che mi viene riservato. Nell’ambito proprio dell’ultima esperienza di tirocinio è nata l’idea progettuale che era stata richiesta
dal Rotary Club per valutare a quale studente attribuire l’emolumento. Nel mio caso le dieci settimane trascorse nei laboratori di Ricerca
dell’Istituto di Scienze Biomediche e Biomolecolari dell’Università di Portsmouth, Inghilterra, mi hanno dato la possibilità di apprezzare le
meraviglie dello sviluppo scientifico e l’importanza dei progetti di ricerca per conquistare nuove conoscenze a livello del sistema nervoso. Il
progetto a cui ho partecipato attivamente si fonda su un filone di studio di nuovi geni e proteine espresse a livello neuronale. In questo mi è
sembrato particolarmente interessante dedicarmi ad approfondire le tematiche di patologia che possono colpire il sistema nervoso e da qui una
possibile cura e mezzo di lotta a tali malattie neurodegenerative, la vitamina E. sulla base di nozioni acquisite studiando e mediante l’esperienza
pratica ho avuto l’idea di poter impiegare questa molecola per proteggere la degenerazione della mielina e garantire così una corretta propagazione
dell’impulso nervoso. Idea semplice a dirsi ma che in realtà, come ogni progetto di ricerca, implica anni di studio e lavoro. Un domani, magari,
potrei anche testare la mia teoria.”
“Di questa esperienza e dell’iniziativa del Rotary Club – conclude Giada – di certo farò tesoro della fiducia che ancora esiste nei giovani e nello
sviluppo scientifico; in un’era in cui tutto è semplice e immediato, credere in qualcosa che si potrà verificare o sfruttare in un futuro lontano è cosa
rara. Non si incontrano spesso persone che sono così aperte e propositive nei confronti delle capacità di giovani studenti, quindi un doppio onore
poter fare affidamento sulle speranze di tutto il Club. Negli anni dopo la laurea vorrei dedicarmi alla Ricerca, concentrandomi sullo studio di
patologie gravi e incurabili e sviluppare cure per combattere tali malattie. Purtroppo sono numerose le manifestazioni invalidanti talvolta mortali,
perciò ho la convinzione che la Ricerca sia la strada giusta da percorrere per raggiungere i miei obiettivi. Dalla mia ho una famiglia a sostenermi e
una grande passione per la scienza, elementi fondamentali per realizzare il mio sogno. Una sincera consapevolezza mi accompagna: so che dovrò
lasciare l’Italia per fare la ricercatrice; non solo perché, come si dice, “in Italia la ricerca è inesistente”, piuttosto perché sono convinta che la
Scienza e la Ricerca vera si costruiscano anche vivendo altre realtà di sviluppo oltre confine.”
Maurizio Priano
29
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
21 Ottobre 2014 Hotel Nuove Terme Acqui - conviviale con Giacomo
Agostini
Alla simpatica serata con un simpatico ed indimenticabile campione del motociclismo, detentore di 15
titoli mondiali e 18 titoli italiani di motociclismo, hanno partecipato il Presidente, Stefania Corte con
Giulio Stabilini.
Un nutrito gruppo di moto d’epoca, all’esterno del salone, ha contribuito a ricreare l’atmosfera del reparto
corse della MV Agusta, la storica scuderia del pluri-campione mondiale.
30
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
31 Ottobre Ristorante Viaggiatori - Tradizionale Conviviale dei Ceci
Dopo la commemorazione dei defunti rotariani svoltasi alle 18:15 presso la Chiesa di San Pietro in via
Roma, condotta dal vicepresidente Franco Melone, si è celebrato il gradito ritorno nella vecchia sede
del Club per uno degli appuntamenti più simpatici e conviviali del nostro Club.
Le proprietarie del Ristorante hanno avuto i ringraziamenti del presidente e di tutti gli intervenuti non
solo per i ceci ma anche per il cotechino e la crema di caffè e soprattutto per il “calore” con cui siamo
stati accolti !
venerdi 7 Novembre 2014 Villa Pomela - Elezioni Primarie
e
"impressioni di un viaggio particolare" di Paola Pardini
La serata è iniziata con la riunione di Consiglio ed è
la interessantissima relazione di Paola Pardini relativa al
Santa organizzato dal Distretto 2032 ad Ottobre.
Paola è stata l’unica partecipante del nostro Club ed ha
“viaggio per immagini” di cui siamo costretti a riportare
foto per problemi di spazio.
proseguita con
viaggio in terra
Alla “carrellata fotografica” hanno partecipato, graditi
Finkbohner con la gentile consorte Lotti e Natale Spineto
Gavi-Libarna.
ospiti, Walter
del club di
Visita al RC Gerusalemme con il Governatore di Israele
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
presentato un
solo alcune
31
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
I 34 partecipanti a Petra
32
Gerusalemme dal Monte degli Ulivi
Ingresso al Santo Sepolcro
Risultati delle primarie:
Presidente a.r. 16-17
Matteo Lavarello, Parodi, Gringoli
a.r. 15-16
Vicepresidente
Bertinieri, Firpo, Repetti
Segretario
Sciutto, Filz, Bergaglio
Tesoriere
Parodi, Coscia, Torielli
Prefetto
Falla, Coscia, Pardini
Consiglieri
Cartasegna, Pardini, Tinello, Valletta
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
sabato 8 Novembre ore 10 presso Graziano Tortona srl stabilimento di via
Wilmer Graziano 15 a Tortona
in occasione dell’Open Day dell’azienda è avvenuta la consegna ufficiale della Borsa di Studio a
Federico Gioachini.
Lo studente aveva vinto nel 2013 la Borsa di Studio del nostro Club, secondo il regolamento, avendo
conseguito la media dei voti necessaria entro il tempo stabilito, l’azienda sponsor Graziano-Mori ha
erogato l’assegno per il secondo anno universitario.
33
Erano presenti i soci Baschirotto, Bergaglio e Coscia
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
venerdi 14 Novembre 2014 Pasticceria Elvezia aperitivo
Il Past-President del Club Ermanno Bertinieri ha presentato una relazione sul service in Brasile
“Casa Vò Jurema”, che si è chiuso operativamente di recente con la rendicontazione finale alla
Rotary Foundation (in attesa del documento finale formale della RF).
Il service, condotto con il Club brasiliano di Porto Seguro, era relativo all’aiuto all’orfanotrofio
locale secondo la formula del “Matching Grant”.
Si riporta nel seguito la descrizione della proposta presentata al finanziamento:
Domanda di sovvenzione paritaria Fondazione Rotary (FR)
DESCRIZIONE DEL PROGETTO
Il progetto si prefigge di fornire materiale tecnico e attrezzature per sostituire quello esistente, ormai
obsoleto, e poter consentire all’Orfanotrofio “Casa Vò Jurema” di continuare la propria attività di
sostentamento alla vita di bambini rimasti orfani. L’istituto gestisce un numero variabile di bambini
da 4 mesi a 6 anni e attualmente ne ospita nr.40 con l’aiuto di volontari locali sia dal punto di vista
gestionale che dal punto di vista sanitario. L’azione di supporto con l’installazione degli impianti di
condizionamento e l’aggiornamento tecnico di cucine, dormitorio, magazzino e
infermeria potrà essere completata entro due mesi dal ricevimento dei fondi.
34
La fornitura delle attrezzature consentirà all’istituto di riprendere vita e non rifiutare altri bambini
bisognosi di ospitalità per la vita di tutti i giorni e le cure. L’istituto è nato nel 1998, ha una capacità
ricettiva fino a 80 bambini ed ha come finalità principale quella di salvare ed aiutare bambini
abbandonati da fame, denutrizione, malattie, handicap fisici e psichici. Inoltre l’orfanotrofio si
prefigge di migliorare l’assistenza all’istruzione primaria e creare spazi attrezzati
per i giochi e la ricreazione dell’infanzia integrati da video e filmati istruttivi.
Il Rotary Club di Porto Seguro (partner locale) avrà il compito di coordinare, d’intesa con la
direzione di Casa Jurema, le attività per l’approvvigionamento del materiale previsto dal progetto e
necessario alla vita giornaliera dell’istituto.
Il Rotary Club di Novi Ligure (partner internazionale), si prefigge di integrare il progetto con la
raccolta di materiale scolastico e parafarmaceutico donato dai Soci. Con il viaggio a Porto Seguro
(Bahia) del presidente Ermanno Bertinieri, che ha già visitato l’istituto nel 2005 tramite un contatto
con il Club di Porto Seguro, assisterà alla consegna delle attrezzature per verificare la congruità del
materiale a quanto previsto dal progetto. Inoltre verrà consegnato il materiale raccolto tra i Soci del
RC Novi Ligure, con la finalità di migliorare la vita ricreativa e post scolastica dei
bambini ospiti dell’orfanotrofio.
PARTNER LOCALE
CERTIFICAZIONE DEL PRESIDENT
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
21 Novembre 2014 – Villa Pomela – Tradizionale serata di Santa Caterina
Il Presidente ha ringraziato le numerose autorità e gli ospiti presenti:
Sergio Piccioni PDG di Latina -distretto 2080 con la gentile consorte signora Pina, l’assistente del
governatore Rinaldo Firpo con la gentile consorte, Il presidente dei Lions di Novi Giovanna
Maccagno Giusti, il Sindaco Rocchino Muliere, il comandante della Compagnia dei Carabinieri
capitano Carlo Giordano, il comandante della Compagnia della GdF capitano Carla D’Angelo ,
il comandante del distaccamento della Polizia Stradale di Serravalle ispettore Pellegrino, il
comandante della polizia municipale Armando Caruso, Silvia Costa della Banca Passadore ospite
del socio Dameri e Gianni Castellani
SI riporta il testo del discorso del Presidente:
“Benvenuti alle autorità rotariane, ai soci e agli ospiti di questa serata tradizionalmente chiamata
di S. Caterina che rappresenta un omaggio che il nostro Club vuole dare in maniera festosa e
conviviale alla Città di Novi, qui rappresentata dal suo massimo esponente il sindaco Rocchino
Muliere ed alle forze dell’ordine.
La serata si svolgerà in maniera molto semplice : purtroppo il nostro vicepresidente Franco
melone è stato colpito dalla forma influenzale che imperversa in questi giorni, tuttavia ha voluto
preparare un breve testo molto simpatico sugli anni 30 nella nostra città che verrà letto da
Valentina Filz tra poco prima della cena.
Alla fine della cena il nostro sindaco ci porterà il suo saluto e ci dirà qualcosa.
Da parte mia solo poche notizie relative alle attività del Club: il 2 dicembre al teatro Giacometti
alle 17 e 30 avremo la lezione- spettacolo di orientamento per i ragazzi della terza media
nell’ambito del progetto Giovani14-15. L’obiettivo è di fornire un'integrazione ai consigli dei
docenti in preparazione all'iscrizione alle scuole secondarie di 2° grado.
Ne parlo volentieri perché si tratta di una iniziativa innovativa sviluppata a livello nazionale con il
Teatro Educativo di Bologna. In provincia abbiamo organizzato due eventi, il primo a Novi ed il
secondo il giorno successivo ad Acqui.
Saranno presenti 2 stand degli istituti superiori novesi e 3 esponenti dell’industria del territorio a
parlare del futuro dei giovani: 5 o 10 anni ancora di studi prima di entrare nel mondo del lavoro
che sono una bella sfida da interpretare come evoluzione della nostra società e che devono essere
utilizzati al meglio in maniera pragmatica.
Sabato 6 ci sarà la presentazione del libro “Scriviamo … la mia Novi- Solidarietà tra le
Generazioni” in Biblioteca ed il sabato 13 dicembre la presentazione ad Acqui del robottino
iCUB dell’istituto italiano di tecnologia di Genova.
La parola adesso a Valentina che è responsabile della comunicazione e dell’immagine del Club.
Buon appetito”
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
35
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Il testo preparato dal vicepresidente Franco Melone riguarda un “amarcord” della Novi anni 30
ed è stato molto apprezzato dai presenti.
Una copia è stata inviata al Sindaco Rocchino Muliere.
Il PDG Piccioni
36
Il Sindaco nel suo discorso invita a far emergere le positività di Novi e ad essere ottimisti
Il Sindaco con il gagliardetto del Club
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
22 Novembre 2014 – Museo dei Campionissimi Novi – Seminario della
Rotary Foundation e delle Sovvenzioni Distrettuali
La mattina è stata dedicata alla esemplificazione dei meccanismi della Future Vision, necessari a
ricevere i contributi della Rotary Foundation e distrettuali per i services dei Club ritenuti più
significativi rispetto ai criteri stabiliti dal governatore e dal presidente internazionale.
La partecipazione è stata numerosissima, più di 200 delegati da tutto il Distretto.
Il pranzo dell’Amicizia organizzato presso il salone dell’adiacente Centro fieristico con eleganza e con
qualità dal Ristorante Bunet di Novi ha completato l’evento.
L’accoglienza dei delegati è stata efficace ed ha ricevuto il fondamentale contributo dei ragazzi del
Rotaract di Gavi-Libarna con il coordinamento di Enrico Lovigione, Valentina Filz, Matteo Lavarello,
Monica Sciutto e con la “regia dei suoni” di Andrea Baschirotto.
Il Presidente ha ritenuto di premiare la collaborazione dei ragazzi con un “goloso” ricordo ed ha
ringraziato Gianfranco Mignone per la consueta professionalità del coinvolgere il Rotaract gaviese e
non solo.
37
Il benvenuto del nostro Presidente
Con il PDG Giuseppe Capone, presidente del Fondo di Solidarietà interdistrettuale
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Il governatore incoming Gianni Vernazza
Giorgio Groppo
Si riporta il testo di benvenuto del nostro Presidente:
“Governatore Giorgio groppo, Governatore eletto Gianni Vernazza, governatore designato Tiziana Lazzari, Past
Governors, autorità rotariane e care amiche rotariane e cari amici rotariani
38
A nome del club di Novi e della città di Novi vi do un caloroso benvenuto e voglio rubare solo pochi minuti ai
lavori del seminario
Dopo un periodo di maltempo prolungato che ha messo a dura prova anche il nostro territorio, finalmente una
bella giornata autunnale che è di buon auspicio per gli interventi che si succederanno.
Siete ospiti del Museo dei Campionissimi nel territorio che ha visto la nascita, l’inizio delle imprese sportive di
Fausto Coppi e Costante Girardengo e di un folto gruppo di gregari e di squadre ciclistiche. Come ha detto un
illustre direttore sportivo della Gazzetta “siamo a Novi, l’università del ciclismo….”
Avete potuto notare che le vie cittadine sono invase qui vicino dalle macchine agricole, nel centro storico dalle
bancarelle per la concomitanza della millenaria Fiera di Santa Caterina, erede di quelle che furono le Fiere di
Cambio, i mercati del credito della repubblica Genovese che facevano di Novi la Wall Street del seicento, una
sorta di Borsa valori “ante litteram” per la sua posizione di capoluogo dell’Oltregiogo Ligure quindi in una
posizione favorevole per gli scambi con la Padania.
Nella cartelletta che vi è stata consegnata troverete oltre al materiale specifico del seminario anche qualche
indicazione turistica ed enologica (non dimenticate che siete nella terra del Gavi e del Dolcetto) se avrete voglia
di passare il pomeriggio in città e nei dintorni.
In conclusione vi auguro nuovamente una proficua mattina rotariana e lascio la parola al prefetto distrettuale.”
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
2 Dicembre 2014 Teatro Giacometti
- Lezione-spettacolo nell’ambito del Progetto Giovani -
La locandina dell’evento consegnata a 400 ragazzi delle III medie cittadine, di Basaluzzo e Pozzolo
Novi Ligure - Distretto 2032 - Italia
Progetto Giovani
invita:
i ragazzi del III anno della scuola secondaria di 1° grado e i
loro genitori
martedì 2 dicembre ore 17,30 al teatro P. Giacometti
ad assistere allo spettacolo
“ORIENTATTIVAMENTE”
lezione-spettacolo di orientamento scolastico
Attraverso videoclip, interviste, grafici, animazioni digitali, giochi interattivi, gag, quiz, giochi
e piccole improvvisazioni i ragazzi si divertono ed entrano in contatto con la realtà che ci
circonda e ciò che li riguarda.
Questo format di “teatro educativo” ha come obiettivo di fornire un'integrazione
ai consigli dei docenti in preparazione all'iscrizione alle scuole
secondarie di 2° grado.
Con il patrocinio di:
Si ringraziano per la presenza e l’efficace contributo il dirigente scolastico del Liceo Amaldi, gli
insegnanti del Liceo e dell’istituto IIS Ciampini che hanno presentato l’offerta formativa sul palco
e i dirigenti industriali Andrea Cracco della Roquette Italia e Manuel Alfonso della Prisma
Impianti che hanno portato il loro punto di vista relativamente al fabbisogno attuale e futuro del
tessuto industriale provinciale.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
39
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
3 Dicembre 2014 Centro Congressi Acqui
- Lezione-spettacolo nell’ambito del Progetto Giovani E’ stata effettuata la replica dello spettacolo nella città termale, poiché Acqui ha aderito come
partner al progetto preparato dal nostro Club.
40
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
Novi Ligure
Biblioteca Civica di Novi Ligure
Sabato, 6 Dicembre 2014 - Ore 10.00
Presentazione del Libro
“Scriviamo … La mia Novi”
Premiazione dei Vincitori
Programma
Ore 10.00 Saluto alle autorità
(G.P. Ghelardi – Presidente RC – a.r. 14/15)
Ore 10.10 Intervento del Sindaco di Novi Ligure - R. Muliere
Ore 10.20 intervento del Servizio Emergenza Anziani G.P. Alisio
Ore 10.30 Racconti degli autori delle scuole
Elementari
Ore 10.50 Racconti degli autori delle scuole Medie
Ore 11.10 Racconti degli autori delle scuole
Superiori
Ore 11.30 Racconti degli autori Over
a seguire premiazione e Rinfresco
Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare
Con il patrocinio
Elenco degli autori dei racconti
Samuele Adduci, Ludovica Agosta, Vlada Mangir, Giulia Allievi, Leonarda Amato,
Michelle Amato, Luca Babbei, Sara Baccaglini, Filippo Balestrero, Leonardo
Belcastro, Giacomo Bergaglio, Alberto Bergallo, Maddalena Biagini, Matteo Biscotti,
Davide Fanzio, Brando Lo Gioco, Armela Blini, Asia Bobbio, Camillla Bottazzi, Andrea
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
41
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
42
Boveri, Elvis Bulsan, Michele Campurzano, Giulia Canobbio, Lorenzo Carlini,
Tommaso Caruso, Lorenzo Castellano, Federico Maggio Simone Mantelli, Riccardo
Cavanna, Sebastiano Chiappino, Vittorio Coccia, Lorenzo Consentino, Chiara Cornelli,
Luigi Corsaletti, Letizia Cuzzolin e Laura Borghero, Edoardo D’Amora, Denisa, Imen,
Anass, Clara (IV C - Ist. G. Pascoli), Elena Demicheli, Giulia De Simone, Riccardo Di
Costanzo, Dounia, Fabio, Gaia, Nikolas, Luca, Alessia, Esther Oke, Lidia Fossati,
Umberto Fossati, Giovanni Frattoni, Elisa Gallucci, Vittoria Gandusio, Umberto
Giordano, Alessandro Godo, Ettore Grassi, Giulia Gualco, Lorenzo L., Luca Lagozzino,
Lorenzo Leonardi, Lucrezia, Fara, Taha, Luca Magenta, Elena Manfrin, Nicola Bighi,
Isabella Toth, Federico Marchelli, Margherita, Cristian, Walid, Youssef, Matteo,
Angelica Mocagatta, Carlotta Morando, Stefano Morselli, Lorenzo Nasca, Natasha,
Carlo, Giulia, Adrian Nedelciu, Boucham Nihad, Giorgia Papasidero e Gaia Binasco,
Ludovico Pizzorno, Paolo Oggioli, Gaia Olivieri, Benedetta Orlando, Michael Orlando,
Gabriel Pannone, Silviu Pascanu, Francesco Picollo, Azzurra Pollastro, Emma Ponta,
Samuele Ranghetti, Luca Ponti, Sara Ponzano, Elena Dalia, Alessia Traversa, Matteo
Provini, Chiara Rago, Federico Raiteri, Christian Repetto, Pietro Rossi, Ludovica
Salmaso, Simone Viola, Andrea Salvatico, Alberto Scaglione, Elisa Sciurti, Pietro
Scrofani e Matteo Varone, Ivan Seminara, Matteo Silla, Margherita Sorbino, Cecilia
Stabile, Elena Repetto, Domizia Tallone, Matteo Trombaccia, Nicolas Viglietti,
Amber Vrioni, Andrea Zaccheo, Classi II A e II B – Scuola “G. Pascoli”, Francesca
Allegrotti, Benedetta Barattini, Alessandro Bruzzone, Francesco Chiaria, Alessandra
Coscia, Lorenzo Fossati, Enrico Ghirardi, Pietro Sasso, Irene Guerra, Lorenzo Nannini,
Alice Pizzorno, Giulia Ricardi, Agnese Sbruttoni, Arianna Succi Leonelli, Paolo Allegro,
Lorenzo Amata, Giulia Arena, Federica Bazzarello, Chiara Belforte, Manuel Bonvini,
Mirko Bonvini, Giorgia Bovone, Enrico Calcagno, Marj Carrea, Manuele Colombara,
Riccardo Defrani, Gabriele Demaestri, Serena Dominici, Martina Ferrarazzo, Camilla
Firpo, Beatrice Fontana, Tommaso Ghiglione, Mattia Giuliano, Emanuele Greco,
Alessio Grutteria, Davide Guerra, Simone Lacava, Melissa Lasagna, Luca Mantoan,
Damiano Marauda, Ana Matei, Tommaso Molinari, Giulia Moro, Federico Nigra,
Irene Paoletti, Giuseppina Papalia, Fabrizio Paternò, Davide Porta, Francesca
Provini, Letizia Quattrocchio, Anna Raffaghello, Lorenzo Robbiano, Chiara Rolandi,
Giulia Santamaria, Anna e Davide Scarsi, Simone Spilla, Silvia Ubaldeschi, B.G.,
Cecilia Bergaglio, Alessandro Bertuccini, Giancarlo Boggero, Giampaolo Bovone,
Mario Bruzzone, Gianni Caccia, Giuseppe Canepa, Paola Coda, Stefania Corte, Piero
Coscia, Maria Angela Damilano, Gino Fortunato, Giovanni, Anna Maria Lagazzo
Bisio, Irma Lauria, Cristina Malfatti, Gino Martini, Francesco Melone, Patrizia Orsini,
Paolo Parodi, Maurizio Priano, Paolo Reppetti, Osvaldo Repetti, Sara Rebora, Silvana
Salmin, Andrea Scotto, Francesco Tacchino, Sergio Tinello, Gianandrea Valletta
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
Partecipazione numerosissima, la parola quindi alle immagini……..
43
I saluti del Presidente, del Sindaco e del presidente della SEA G.Paolo Alisio
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Piero Coscia legge il testo della nipote su Fausto Coppi
44
Il dirigente scolastico del Liceo G.Paolo Bovone
La vincitrice della sezione “senior” prof.ssa Damilano
“Sotto il ponte dei Sorrisi”
Si riporta il testo della introduzione al libro preparato dal nostro Presidente:
“Mi fa veramente piacere scrivere poche parole per introdurre (chi vorrà leggerle) alla
interpretazione di questo libro che arriva alla sua seconda edizione a cura del Club di Novi,
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
che ho l’onore di presiedere.
Dopo il successo dell’anno scorso, tutti i Novesi (…. ma anche i non Novesi) sono stati
nuovamente invitati a scrivere un breve racconto relativo ad un loro ricordo (vicino o lontano)
della nostra città. Ricordi, impressioni, commenti, storie, piccoli racconti per chi ha vissuto o
vive a Novi e nel Novese.
Dunque si tratta di una raccolta di brevi testi accompagnati da un disegno o da una
fotografia che vuole dare la parola a tutte le generazioni; i racconti migliori, scelti da
un’apposita commissione, sono all’interno di questo libro divisi in quattro capitoli: nel primo i
racconti degli alunni delle Scuole primarie (Elementari), nel secondo quelli dei ragazzi delle
Scuole secondarie di I grado (Medie), nel terzo quelli degli studenti delle Scuole secondarie di
II grado (Superiori), infine l’ultimo capitolo ospita i contributi di tutti gli altri scrittori, definiti
“over” cioè i senior oltre l’età scolastica…..
Abbiamo lasciato agli scrittori più giovani, cioè ai bambini delle elementari, la possibilità di
rappresentare i pensierini con dei disegni proprio perché possano esprimersi al meglio della
loro età e della loro fantasia.
Abbiamo voluto sottotitolare il libro nella maniera che compete ad un club del Rotary
“Solidarietà tra le generazioni” poiché tutto il ricavato della vendita verrà finalizzato a
supportare economicamente una iniziativa innovativa dell’ Associazione di Volontariato
chiamata “Servizio Emergenza Anziani (SEA)” di Novi, oltre all’acquisto di sussidi didattici
per alunni delle scuole del Primo Ciclo con Disturbi Specifici per l‘Apprendimento.
Quindi un “piccolo – grande” contributo da parte dei giovani e dei meno giovani, sviluppato
in maniera sinergica, verso chi si occupa di aiutare gli anziani e verso gli studenti che hanno
necessità di sussidi didattici specifici.
L’iniziativa della SEA novese si chiama “Pronto Farmaco Festivo”, un progetto semplice
nella sua concezione ma che ha bisogno di persone di buona volontà per essere realizzato.
Ho avuto la possibilità di discutere con il presidente di SEA, Gian Paolo Alisio, alcune
opzioni di progetti per l’anno 2015, per cui mi sento di affermare che la scelta di questa
iniziativa avrà una grande efficacia sul territorio.
Questo servizio addizionale, rispetto a quelli già forniti da SEA novese, nasce dalla necessità
degli anziani di acquistare un farmaco fondamentale per la salute nei giorni festivi
La chiusura per turno di riposo delle Farmacie unitamente alla riduzione delle corse dei
mezzi pubblici o addirittura la sospensione degli stessi nei giorni festivi e/o nei periodi
estivi obbliga
l' anziano ad una spasmodica ricerca di una Farmacia aperta , per altro senza avere la
garanzia che la stessa abbia il farmaco nel suo magazzino.
Molto spesso ogni difficoltà incontrata dalla persona anziana genera ansietà e molto spesso
si rinuncia alla ricerca, fatto particolarmente grave se si tratta di un farmaco fondamentale.
In questa ottica il nuovo servizio di avere una persona di SEA reperibile e disponibile nei soli
giorni festivi a soddisfare questa primaria esigenza sembra di notevole importanza:
ovviamente tale progetto avrà una fase sperimentale e sarà attivato su un campione ridotto di
località.
Non abbiamo dubbi che sarà realizzato con la piena collaborazione in termini operativi e di
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
45
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
informazione sia della Guardia medica che delle Farmacie (in particolare quelle di turno).
Il problema principale che mi corre d’obbligo evidenziare riguarda la carenza di volontari che
investe tutte le organizzazioni, quindi anche la SEA.
Siamo consapevoli della contingenza economica negativa ma proprio per il fatto che essa
potrebbe portare a dei cambiamenti strutturali nel nostro modo di vivere futuro credo che sia
necessario una nuova coesione e solidarietà tra le persone per dare un aiuto a chi ne ha e ne
avrà più bisogno: il volontariato deve essere veramente un supporto addizionale allo “stato
sociale”.
Insomma si cercano volontari per la SEA: telefonare al 339-3829431 (al mio omonimo
Gian Paolo), GRAZIE !
Purtroppo è una edizione del libro che è destinata a ricordare l’alluvione che ha colpito la
città ed il Novese lo scorso 13 Ottobre, come è testimoniato dai racconti di “giovani angeli”
che hanno descritto le loro impressioni ed il loro grande e generoso impegno manuale e non
solo, e che dobbiamo ringraziare sicuramente di cuore.
Però mi viene naturale da rotariano la seguente considerazione: come sarebbe più proficuo per
l’Italia se queste preziose risorse giovanili fossero utilizzate meglio in fase di prevenzione
delle conseguenze di questi cambiamenti climatici con cui dovremo convivere nel futuro.
Corretta formazione ed informazione di quella che sarà la futura classe dirigente dovrebbe
essere l’azione più urgente da fare.
46
Scorrendo le pagine del libro ho avuto la conferma che molti dei più giovani parlano
volentieri del Parco Castello (e della Torre) come di un luogo magico e misterioso che
avrebbero piacere di frequentare maggiormente, non solo accompagnati dalle maestre (e lo
hanno anche disegnato in tanti…)
E’ un messaggio che giriamo volentieri all’amministrazione comunale affinchè continui a
valorizzare questo polmone verde che potrebbe diventare una risorsa della nostra città fruibile
da tutti in sicurezza.
Desideriamo infine ringraziare l’Amministrazione comunale di Novi per il patrocinio
concesso, la Banca Passadore per il supporto economico, i Dirigenti Scolastici degli istituti
che hanno motivato gli insegnanti e gli alunni a partecipare, gli insegnanti che hanno
“partecipato attivamente” e gli autori tutti , più o meno “in erba”.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
12 Dicembre 2014 Villa Pomela conviviale ““L’architettura cinese antica e
contemporanea”
Relatore Antonio Lavarello
Un interessante e simpatico “excursus” su una civiltà sofisticata e su un mondo che sta ancora
esplodendo attraverso le immagini dell’architettura, espressione delle idee e del grado di
evoluzione di una “nazione”
47
La sala “lunga” di Villa Pomela
Antonio Lavarello (1981), architetto, si è laureato presso la Facoltà di Architettura dell'Università
di Genova con una Tesi sulla relazioni tra l'architettura contemporanea e centro storico. Durante
il percorso universitario compie esperienze formative all'estero, in particolare in Portogallo,
Svizzera e presso l'Escuela Tecnica Superior de Arquitectura di Granada (Spagna), dove studia
per un anno come titolare di una borsa di studio Erasmus.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Nell'ambito della stessa Facoltà dal 2009 svolge attività didattica e di ricerca nei settori della storia
dell'architettura contemporanea e della progettazione architettonica. Dal 2012 è titolare di una
borsa di studio presso la Scuola di Dottorato in Architettura dell'Ateneo genovese; la Tesi
sviluppata riguarda le relazioni tra cultura architettonica nella Cina contemporanea e il pensiero
cinese tradizionale. Nel 2013 ha svolto un periodo di ricerca presso la Chinese University of
Hong Kong, frequentando anche la Tsinghua University di Beijing e la Tongji University di
Shanghai.
Dal 2006 svolge l'attività di progettista presso lo Studio Lavarello di Genova, insieme al nonno e
al papà, occupandosi di architettura, design, architettura degli interni.
Nel 2009, insieme ad altri quattro architetti genovesi, ha fondato il collettivo Splace
(www.splace.eu) , con il quale ha realizzato progetti nel campo dell'arte pubblica, dell'allestimento
e dell'architettura temporanea, in Italia e all'estero.
Scrive di architettura sul blog www.amorvacui.org e di musica sul quotidiano “Il Corriere
Mercantile”.
Durante la serata si sono svolte le elezioni definitive con i seguenti risultati :
Presidente a.r. 16-17
accordatagli
48
Matteo Lavarello che ha ringraziato i presenti per la fiducia
a.r. 15-16
Vicepresidente
Vilmo Repetti
Segretario
Monica Sciutto
Tesoriere
Paolo Parodi
Prefetto
Lorella Falla
Consiglieri
Cartasegna, Pardini, Tinello, Valletta
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
13 Dicembre 2014
Rotary District Day ad Acqui
Gli studenti del Liceo Amaldi e del IIS Ciampini davanti al Centro Congressi
49
iCUB all’opera con la “pallina rossa” il suo giocattolo preferito….
Il responsabile di IIT per l’esibizione di Acqui, il presidente, il responsabile
interdistrettuale dello Scambio giovani Cremoncini
I ragazzi dello scambio Giovani con altri delegati rotariani di Torino e di
Albenga
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Gli “accompagnatori” del nostro Club salutano iCUB
50
con Bruno Lulani e l’accompagnatore di Alessandria (IIS Volta)
COMUNICATO STAMPA
Da: Segreteria distrettuale Rotary 2032
Un robot dalle potenziali molteplici applicazioni , ad esempio nel campo della
riabilitazione delle persone colpite da ictus: si chiama iCUB il ROBOT che IMPARA
e verrà presentato anche al pubblico del territorio del Basso Piemonte.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
L’evento è previsto sabato13 DICEMBRE ad Acqui Terme presso il
Centro Congressi – Piazzale Alpini, Zona Bagni nell’ambito della
giornata rotariana internazionale “ROTARY DISTRICT DAY”.
La giornata è stata infatti organizzata dal gruppo dei Rotary Club del
Basso Piemonte Sud-Est: Novi Ligure, Acqui Terme, Gavi-Libarna,
Ovada del Centenario e Tortona del Distretto rotariano 2032. La
presentazione si svolgerà nell’arco dell’intera giornata: la mattina
sarà destinata alle visite degli studenti degli istituti scolastici
secondari di tutto il Distretto ed il pomeriggio con appuntamenti rivolti
a tutti i cittadini ed alle famiglie interessate. La conclusione dei lavori è fissata per le
ore 16. La manifestazione vedrà la collaborazione dei giovani rotariani che operano
nei club del Rotaract del territorio.
iCub, sviluppato nei laboratori di IIT – Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, è
l’umanoide più completo sulla faccia della Terra: ha mani di metallo, muscoli ad
azionamento elettrico, due telecamere per occhi, due microfoni per orecchie, uno
speaker al posto della bocca, la possibilità di comunicare con le espressioni del volto
e perfino una pelle artificiale.
iCub è nato come progetto a lungo termine di interesse puramente scientifico per
agevolare le neuroscienze e lo studio dell’intelligenza umana.
Non mancano, però, le possibili ricadute applicative: in campo medico gli studi sul
movimento degli arti del robot si possono applicare alla riabilitazione.
Le persone che, per esempio a causa di un ictus, sono rimaste paralizzate potranno
trarne beneficio : in un certo senso, si può dire che il robot impara i movimenti
dall'uomo, per tornare a insegnarli all'uomo. Sono attive in tal senso alcune
collaborazioni tra l'IIT e alcune strutture ospedaliere.
Una delle finalità principali dell'IIT, infatti, è – attraverso l'innovazione tecnologica –
stimolare lo sviluppo del territorio (al momento l'Istituto può vantare oltre un centinaio
di progetti d'innovazione con le imprese, più di 270 domande di brevetto depositate e
una decina di start-up).
Gli scienziati di Genova sono convinti che un giorno i loro umanoidi potranno entrare
nelle case delle persone, contando anche sul fatto che il prezzo di produzione può
diminuire sensibilmente grazie alla produzione di massa. Si sta studiando la
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
51
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
possibilità, per esempio, che i robot siano utilizzati per l'assistenza agli anziani:
potrebbero controllare lo stato di salute, l'assunzione di medicine e fornire
assistenza.
Anche in questa occasione il Rotary vuole essere al fianco di chi contribuisce a
migliorare la qualità della vita e le prospettive di lavoro dei giovani che vengono
sostenute da un corretto utilizzo e sviluppo delle tecnologie innovative, come gli
esempi di iCub e dell’istituto italiano di Tecnologia ben testimoniano.
Una delle cinque principali vie d’azione del Rotary International sono proprio le
“nuove generazioni” che sono diventate un tema centrale dei programmi di attività del
Distretto e dei Club.
I giovani rotariani saranno protagonisti dell’evento illustrando ai giovani studenti
partecipanti il significato della giornata e lo scopo delle attività rotariane.
52
13 Dicembre 2014 – pomeriggio Rotary District Day – Genova
Sala Quadrivium – Piccapietra
Il nostro presidente riceve i contributi per le imprese alluvionate (insieme alla
Dioniso Cicli di via Verdi, il cui rappresentate era presente) e ringrazia il
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
Distretto, il Governatore e Giuseppe Capone, presidente del Fondo di
Solidarietà
53
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Lotteria del Grappolo
54
Estratto del comunicato stampa del club di Novi
Cosa è Il Grappolo ?
Il Grappolo è un raggruppamento di 10 Rotary Club del Distretto 2032 (Liguria e Basso Piemonte) che hanno deciso di unire
le risorse per effettuare azioni di maggiore respiro rispetto a quelle dei singoli Club.
Perché una Lotteria ?
Quest’anno l’azione concordata è l’organizzazione di una Lotteria che mette in palio diversi premi importanti, dall’auto
Hyundai i10 a soggiorni alberghieri fino ai buoni carburante, offerti da un certo numero di sponsor o direttamente dai
singoli club aderenti.
Quale è la finalità ?
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
Tutto il Ricavato sarà destinato all’acquisto di beni di prima necessità a favore dell’Associazione Banco Alimentare della
Provincia di Alessandria Onlus.
Come funziona ?
I biglietti possono essere acquistati fino al 31 Dicembre presso tutte le rivendite che espongono la relativa locandina, al
costo di 5 euro ciascuno.
A Novi si trovano presso:
La Bottega di Luigi Lorenzi, via Girardengo
Libreria Mondadori, via Girardengo
Il Forno dell’Antica ricetta, Salita Maina 1, angolo via Antica Genova
Caffè del Teatro, via Girardengo
Sede operativa del Banco Alimentare, ex caserma Giorgi
In data 4 Febbraio 2015 avverrà l’estrazione dei biglietti vincenti, che saranno pubblicati sul sito www.grappolorotary.it
Come funziona il Banco Alimentare ?
E’ una organizzazione nazionale con 22 sedi. Quella provinciale ha sede a Novi Ligure (nei magazzini dell’ex caserma Giorgi)
ed ha giurisdizione su tutta la Provincia di Alessandria, parte di quella di Asti e di Pavia (Oltrepò e Lomellina).
I prodotti ritirati dal Banco vengono smistati a Parrocchie, organizzazioni religiose (San Vincenzo, Caritas) e laiche di
sostegno alla Povertà.
Il Rotary ha un accordo di collaborazione a livello nazionale con il Banco ed il prossimo 29 Novembre anche volontari
rotariani aiuteranno nella Colletta Alimentare presso i supermercati aderenti.
Un aiuto è sempre importante in particolare in questo periodo in cui i due canali storici di contribuzione (Ministero e
Commissione europea) stanno diminuendo il loro sostegno, anche se a breve dovrebbe partire il nuovo fondo FEAD
europeo.
Comunicazione interna ai Soci:
Si ricorda che 2 biglietti della Lotteria per il Banco Alimentare sono stati destinati a ciascun socio
del Club, il cui costo di 10 Euro sarà addebitato dal tesoriere a Gennaio, per chi ne avesse
necessità di un numero maggiore si informa che i biglietti sono in vendita fino al 31 Dicembre
presso la libreria Mondadori in via Girardengo, il Bar del teatro, la Bottega di Luigi Lorenzi e la
sede del Banco stesso.
LAVORI IN CORSO
Regalo per gli indigenti al pranzo di Natale della San Vincenzo.
Supporto all’organizzazione dei pranzi di Natale in collaborazione con altre
associazioni di volontariato cittadine.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
55
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
QUIZ
Ai soci il compito di indovinare chi sta danzando ……
Le Riunioni del Club riprenderanno a Gennaio e saranno annunciate e
dettagliate con “newsletters” settimanali
56
MESE di GENNAIO 2015
venerdi 16
ore 19:00
Aperitivo
pasticeria
Elvezia
“Un consiglio dopo le
feste”
aggiornamento
Programma delle attività
venerdi 23
ore 21:15
Villa Pomela
relatore da
definire
a.r. 2014-2015
venerdi 30
ore 20
Villa Pomela
conviviale
(piatto unico)
La Memoria del Premio
Rotary ?
In cantiere…..
Serata cioccolato e grappa
L’educazione professionale dei ragazzi in Italia ed in Svizzera : incontro con il
viceministro italiano MORANDO ed il segretario della confederazione elvetica Mauro
Dell’Ambrogio
Convegno sulla “Storia della Solidarietà – le SOMS” a Francavilla Bisio presso la sede
della Società di Mututo Soccorso
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
Fly UP