...

Sanificazione Blocco Operatorio

by user

on
Category: Documents
18

views

Report

Comments

Transcript

Sanificazione Blocco Operatorio
PRESIDIO OSPEDALIERO “ PAOLO COLOMBO “
VELLETRI
CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE
NELL’OSPEDALE “ PAOLO COLOMBO “ DI
VELLETRI
PROCEDURA DI SANIFICAZIONE DELLE SALE
DEL BLOCCO OPERATORIO,
REDAZIONE
Direttore Sanitario Polo H3 : Dott. Paolo Angeletti
CPSE Blocco Operatorio: F.Marinelli
Farmacista Ospedaliero: Dott.ssa G.Marchetti
Ufficio Infermieristico: Dott. Pugliesi
VERIFICA e
APPROVAZIONE
Direttore Sanitario Polo H3 : Dott P. Angeletti
Direttore Dipartimento di Emergenza:Dott M. Capogrossi
REVISIONE
Revisione: ogni 6 mesi dalla data di emissione
1
BLOCCO OPERATORIO
INDICE
Introduzione
Blocco Operatorio
Personale di Sala
Dispositivi di protezione individuale ( DPI)
Regolamento di Sala
Competenze dell’Operatore di Sala
ALLEGATI : Mansioni dell’OSS/Ausiliario SS
Mansioni degli Operatori della Ditta Esterna
INTRODUZIONE
Questo documento deve essere inteso come l’inizio di un percorso di continua evoluzione alla
ricerca di strumenti volti al miglioramento della qualità , intesa come riduzione del rischio infettivo
in ambiente ospedaliero .
OBIETTIVI principali della procedura sono il raggiungimento della migliore prestazione e
la garanzia del massimo benessere per:
o
o
o
o
o
Paziente
Operatori
Unità Operativa
Comunità
Presidio Ospedaliero
2
Il Blocco Operatorio è un ambiente complesso, ad alto rischio infettivo, sia per il paziente che per
l’operatore, articolato in tre aree :
area esterna ,in cui viene accolto il paziente ;
area intermedia ;
area sterile,sala operatoria vera e propria .
Il personale assegnato al Blocco Operatorio ha l’obbligo di rispettare e far rispettare le norme
comportamentali stabilite dai protocolli operativi contenuti in questa procedura.
Il Personale di Sala
E’ costituito da :
Paziente
Medico Chirurgo
Infermiere di Sala
Medico Anestesista
Ausiliario
OSS
Tecnico di Radiologia ( se necessario )
DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE OBBLIGATORI
Gli Operatori del Blocco Operatorio devono obbligatoriamente indossare i seguenti DPI:
Copricapo
( Operatore e Paziente )
Mascherina con visiera
Camice monouso
Copriscarpe
( Operatore )
Occhiali protettivi
Camice piombato ( se necessario )
Collare piombato ( se necessario )
Occhiali anti rx ( se necessario )
Guanti anti rx
( se necessario)
3
REGOLAMENTO DI SALA E NORME COMPORTAMENTALI PER GLI OPERATORI
Gli Operatori di Sala hanno l’obbligo di :
•
indossare calzari e cuffia ad ogni ingresso nel Blocco Operatorio e di toglierli ad ogni uscita;
•
rispettare norme igieniche personali (divisa pulita, unghie corte, pulite e prive di smalto
ecc.); non introdurre nelle sale oggetti personali e non indossare monìli;
•
utilizzare i dispositivi di protezione individuale “DPI” ;
•
mantenere sempre un comportamento conforme al servizio ed all’ambiente ;
•
rispettare le regole, i ruoli, applicare le procedure per ottimizzare la prestazione
professionale ed evitare il rischio di complicanze per il paziente e per gli altri operatori ;
•
tenere sempre chiuse le porte della sala e ridurre al minimo il transito degli operatori
durante l’intervento ;è consentito l’accesso solo all’Equipe dedicata alla specialità chirurgica
•
vietare l’accesso al personale non autorizzato ;
•
spegnere i cellulari prima dell’ingresso in sala ;
•
rispettare i tempi di sanificazione;
•
non entrare in sala a sanificazione non ancora completata e a pavimento non ancora
perfettamente asciutto ;
•
attendere dieci minuti,dal termine della sanificazione, per consentire il ricambio totale
dell’aria.
4
LE COMPETENZE DELL’OPERATORE OSS / AUSILIARIO DI SALA NELLA
SANIFICAZIONE DEL BLOCCO OPERATORIO SONO :
:
1. il lavaggio delle mani ;
2. la sanificazione degli ambienti e degli arredi;
3. la sanificazione degli elettromedicali;
4. la preparazione, la conservazione ed il controllo della giacenza dei disinfettanti dedicati alla
sanificazione ( in caso di spargimento di materiale biologico);
5. sapere che la pulizia deve sempre precedere la disinfezione ;
6. sapere che la sanificazione è riferita alle metodiche di pulizia con l'utilizzo di detergenti
specifici dedicati;
7. sapere che per disinfettante s'intende una sostanza con capacità antimicrobica;
8. sapere che la sanificazione della sala deve sempre iniziare dalle sale principali e proseguire
nella pre-sala, fino a terminare negli ambienti più prossimi;
9. sapere che la procedura va sempre adottata al termine di sedute operatorie programmate,
dopo interventi d'urgenza e dopo l'ultimazione d'interventi tecnici eseguiti da personale
esterno al blocco operatorio e che tutte le manovre di pulizia e disinfezione vanno
esclusivamente eseguite ad umido, in modo da evitare il sollevamento di pulviscolo;
10. sapere che prima di ogni intervento di sanificazione è indispensabile indossare guanti
monouso e copri-scarpa, camice monouso, mascherina con visiera ;
11. sapere che è’obbligatorio togliere i guanti ed eseguire il lavaggio sociale delle mani , ogni
qualvolta si rendesse necessario maneggiare oggetti, materiali puliti, maniglie di porte o
finestre, carrelli ecc;
12. sapere che tutti i contenitori di rifiuti, contenitori per taglienti e sacchi di biancheria sporchi
vanno allontanati dal blocco operatorio e depositati negli appositi punti di raccolta ,
rispettando i percorsi anche quando dovessero risultare parzialmente pieni., evitando di
trascinarli e di avvicinarli alla divisa ;
13. sapere che è necessario stendere un panno umido imbevuto di soluzione disinfettante a base
di sodio ipoclorito e detergente all'uscita della sala operatoria ;
14. sapere che è necessario pulire accuratamente con una soluzione detergente di alcool e
gliossale tutte le attrezzature coinvolte direttamente nello svolgimento dell'intervento
chirurgico come letti operatori, tavoli porta-strumenti, carrelli per aspirazione, ecc. come da
schema ;
5
15. sapere che dopo aver sanificato all'interno della sala operatoria, le attrezzature devono
essere trasportate fuori facendole passare sopra il panno imbevuto di disinfettante sodio
ipoclorito e detergente , per evitare che eventuali materiali biologici vengano trasportati nelle
zone dove le attrezzature sosteranno, nell'attesa di essere ricollocate in sala , dopo la
sanificazione di pavimenti e pareti;
16. sapere che la sala operatoria deve risultare sempre totalmente sgombra da ogni attrezzatura
mobile prima di procedere alla pulizia delle pareti e dei pavimenti.;
17. sapere come agire in caso di grossi spargimenti di materiale organico, procedendo alla
rimozione con panni monouso da gettare nel contenitore per rifiuti speciali e disinfettando
con soluzione detergente a base di sodio ipoclorito ;
18. sapere che si effettua il lavaggio delle pareti con una soluzione di sodio ipoclorito e
detergente, con un’operazione che va iniziata dall’alto verso il basso, porte d’accesso
comprese, e che continua con la pulizia delle lampade scialitiche e dei bracci portanti con
una soluzione detergente di alcool e gliossale ;
19. sapere che si procede al lavaggio dei pavimenti con soluzione di sodio ipoclorito e
detergente , effettuando due passaggi (lavaggio e risciacquo con due contenitori distinti e
separati) ed evitando i ristagni d’acqua.
Pertanto, sono di competenza dell’OSS / Ausiliario SS del blocco operatorio :
1)
2)
3)
4)
5)
6)
smaltire in maniera adeguata i rifiuti ospedalieri;
effettuare la pulizia e la disinfezione degli ambienti e degli arredi;
effettuare la pulizia dei presidi e degli strumenti a disposizione nel blocco operatorio;
curare l’igiene personale e della divisa;
sapere che la pulizia precede sempre la disinfezione;
sapere che il termine “SANIFICAZIONE” si riferisce ad una metodica di pulizia con
l’utilizzo di detergenti/disinfettanti;
7) sapere che per “DISINFETTANTE” s’intende una sostanza che ha capacità antimicrobica.
6
METODICA DI SANIFICAZIONE DELLA SALA OPERATORIA
La sanificazione del blocco operatorio deve sempre iniziare dalle sale operatorie
propriamente dette, proseguire con gli ambienti più prossimi a queste e terminare nei
locali più esterni al blocco operatorio stesso, secondo una metodica che deve essere
scrupolosamente rispettata.
Tutte le manovre di pulizia e disinfezione vanno esclusivamente eseguite ad umido in modo da
evitare il sollevamento della polvere eventualmente presente; si effettua il disinserimento degli
elettromedicali dalle prese di corrente.
Prima di ogni intervento,è necessario indossare guanti monouso e copriscarpe impermeabili
monouso.
Togliere i guanti ed eseguire il lavaggio sociale delle mani prima di maneggiare oggetti,
materiali puliti, maniglie di porte o finestre, carrelli ecc..
Allontanare dal blocco operatorio tutti i contenitori di rifiuti, contenitori per taglienti e sacchi di
biancheria sporca e deporli nei punti di raccolta.
Pulire accuratamente con un panno imbevuto di soluzione detergente a base di alcool e gliossale
tutte le attrezzature coinvolte direttamente nello svolgimento dell’ intervento chirurgico come
letti operatori, tavoli portastrumenti, carrelli servitori ecc..
Portare fuori dalla sala le attrezzature e gli elettromedicali già sanificati all’interno della sala
operatoria, facendoli passare sopra un panno imbevuto di disinfettante e detergente di sodio
ipoclorito, per evitare che eventuali materiali biologici siano trasportati nelle zone di sosta delle
attrezzature, nell’attesa di essere ricondotte in sala operatoria, dopo la sanificazione di
pavimenti e pareti.
Sgomberare la Sala Operatoria da ogni attrezzatura mobile , prima di procedere alla pulizia delle
pareti e dei pavimenti .
Continuare con la pulizia delle pareti, ultimate le quali, procedere con il pavimento, avendo
cura di raccogliere l'acqua in eccesso e di ripassare su tutta l'area del pavimento con panni
monouso imbevuti di soluzione di sodio ipoclorito e detergente.
Il pavimento dovrà risultare pulito ed appena umido , ed asciugare in pochissimi minuti.
Sono da evitare i ristagni d’acqua
Riportare, a pavimento asciutto, tutta l'attrezzatura all'interno della Sala Operatoria, non prima
però di averla disinfettata nuovamente con soluzione detergente di alcool e gliossale , e non
prima di aver sostituito i calzari monouso.
Provvedere alla sostituzione di tutta la biancheria e procedere alla pulizia del materassino (se
necessario procedere anche a disinfezione dello stesso con soluzione di sodio ipoclorito e
detergente ,se l'utente è stato accompagnato in sala in barella).
7
Riportare l’avvenuta sanificazione sull'apposito stampato di rilevazione giornaliera: lo stampato
dovrà essere sottoscritto dagli Operatori OSS/Ausiliari presenti ed archiviato.
.
Effettuare la pulizia più accurata di una particolare zona , ad es la detersione e la sistemazione
di armadi, scaffalature ecc., qualora la sala non sia stata utilizzata.
Riportare nell'apposito stampato le attività svolte e tutto ciò che sarà importante segnalare
(chiamate inoltrate al servizio tecnico per guasti, riparazioni eseguite, materiali occorrenti,
spostamenti vari di materiale, ecc.)
Ricollocare nelle Sale quanto segue :
3 contenitori per i R.O.T.;
2 contenitori per i taglienti ;
1 contenitore per il vetro/metallo ;
1 contenitore per la carta;
1 contenitore per la plastica;
1 contenitore per il generico ( indifferenziata);
1 contenitore per la biancheria sporca in cotone bianco ;
1 contenitore per la biancheria sporca in cotone verde ;
1 contenitore per biancheria sporca in tessuto gore.
Sanificare, seguendo la stessa procedura, tutti gli ambienti accessori iniziando da quelli più
interni e terminando con quelli più esterni
Allontanare dalla sala quanto potrebbe essere rimasto durante le fasi di pulizia, chiudere porte e
spegnere le luci.
Avvertire l’Infermiere di turno che la sala operatoria è pronta e potrà essere allestita per
la seduta operatoria
Il protocollo assegnato deve essere seguito scrupolosamente.
E’ fatto obbligo attenersi alle indicazioni fornite dagli infermieri di turno in quanto essi,
in assenza di altre figure referenti ,sono i responsabili e verificatori della corretta
sanificazione delle sale operatorie.
8
MANSIONI GIORNALIERE DELL’AUSILIARIO S.S.
TURNO MATTINO
1. Leggere le consegne del turno e quelle del giorno precedente, sulle apposite schede allegate,
per valutare eventuali cambiamenti che possono riguardare la nota operatoria, e fare un
controllo generale delle Sale Operatorie e di tutti i locali del blocco operatorio per verificare
che siano in ordine e che siano provvisti di tutto il materiale necessario;
2. Controllare che i servizi igienici siano sempre puliti;
3. Controllare che nell’area filtro siano presenti tutti i DPI: camici m/u, cappello chirurgico
uomo, cuffia donna, mascherina chirurgica standard e con visiera, copriscarpe, divise per il
personale ecc.;
4. Effettuare un ulteriore controllo, per quanto di competenza, in caso di utilizzo notturno delle
Sale Operatorie (sanificate dall’ausiliario di terapia intensiva) per verificare che tutto sia
stato correttamente eseguito;
5. Provvedere al trasporto dalle Unità Operative dei primi pazienti in lista operatoria, con la
relativa documentazione clinica e gli antibiotici da somministrare in Sala per la profilassi
perioperatoria; i primi pazienti debbono essere presenti in sala pre-anestesia entro le ore
7,45;
6. Prima del trasporto, assicurarsi che il paziente sia stato adeguatamente preparato per
l’accesso in Sala Operatoria (vestiario idoneo, assenza di monili, rimozione di eventuali
protesi mobili, somministrazione di preanestesia, se prescritta ) ;
7. Durante il trasporto, tranquillizzare il paziente e metterlo a proprio agio;
8. Avvisare l’infermiere addetto all’accettazione-anestesia dell’arrivo del paziente , affinché
se ne prenda cura : il paziente non va MAI lasciato solo;
9. Controllare (nei giorni di martedì, giovedì e sabato) che siano pronti i contenitori con i
pezzi istologici e la relativa modulistica ;.
10. Spolverare le superfici, pulire vetri, armadi, barelle ecc…, secondo le esigenze giornaliere;
11. Rispettare sempre il protocollo giornaliero e qualora ,per motivi contingenti , alcune attività
non venissero eseguite, riportarlo per iscritto sulle schede,(specificandone i motivi) ;
12. Controllare che il collega del turno successivo abbia a disposizione tutti i prodotti ed i
materiali necessari per svolgere la pulizia e la sistemazione del blocco operatorio in modo
ottimale;
13. Riordinare il carrello adibito alla pulizia delle sale operatorie e controllare la disponibilità di
prodotti in uso per la sanificazione, dei contenitori per i taglienti, dei contenitori per i
R.O.T., dei sacchi per i rifiuti ordinari,di sacchi per la biancheria sporca ecc…;
9
14. Per tutti i materiali mancanti,provvedere per l’approvvigionamento e/o segnalarlo
sull’apposito modulo interno di richiesta; il magazzino economale distribuisce i prodotti
con una frequenza bisettimanale (abitualmente il II° ed il IV° giovedì del mese, di mattina);
15. Allontanare immediatamente dal blocco operatorio eventuali materiali infetti,sacchi di
biancheria sporca infetta, contenitori per la raccolta differenziata i rifiuti ordinari e per i
contenitori di R.O.T. e depositarli nel punto di raccolta ;
16. Restare a disposizione del personale Medico ed Infermieristico per tutte le attività di
supporto alle Sale Operatorie come l’ invio di esami al laboratorio analisi, il prelevamento
di sacche di sangue dal centro trasfusionale, il trasporto di materiale vario da e per altri
servizi e reparti; se per motivi particolari si rendesse necessario il proprio allontanamento
dalla Sala, avvisare il Coordinatore e gli Infermieri, indicando il luogo dove poter essere
immediatamente rintracciato ;
17. Prima di riaccompagnare il Paziente operato al letto di degenza, attendere sempre la
conferma da parte del Medico Anestesista e la consegna della documentazione clinica,
compresa di atto operatorio di scheda atto anestesiologico e di scheda infermieristica di
conta materiali ( come da SOWEB)
18. All’arrivo del paziente nell’ U.O. avvisare l’infermiere di turno e collaborare nel
posizionarlo nel letto;
19. Provvedere alla sostituzione di tutta la biancheria e procedere alla pulizia del materassino
della lettiga;
20. Pulire , almeno due volte durante il turno, i servizi igienici;
21. Prima della fine del turno riportare in consegna tutte le notizie utili ed informare anche
verbalmente i colleghi al fine di evitare interpretazioni errate.
10
TURNO POMERIGGIO
•
Leggere le schede di consegna del turno precedente;
•
Eseguire le attività previste al turno di mattina di cui ai punti: 1-2-3-4-6-7-8-9-10-13-14-1516-17-18-19-20-21.
•
Preparare tutta l’attrezzatura per la pulizia a fondo e la sanificazione delle Sale di fine seduta
giornaliera.
• Collocare negli appositi armadi gli accessori dei letti operatori, come i supporti per il
posizionamento del Paziente, ecc…(dopo un’accurata pulizia e disinfezione).
•
Controllare e ripristinare i materiali mancanti come i sacchi per rifiuti, sacchi per biancheria
sporca, contenitori per vetro, contenitori per taglienti, contenitori per R.O.T. biancheria non
sterile, biancheria sterile, flebo e quant’altro
•
Controllare lo stato di conservazione dei vari accessori: se si riscontrano anomalie è
necessario avvertire l’infermiere e segnalarlo nella scheda di consegna .
•
Segnalare eventuali modificazioni nelle procedure attuate per la sanificazione , annotandone
le motivazioni.
•
Pulizia di tutti i rimanenti locali del blocco operatorio.
•
Pulizia almeno due volte durante il turno dei servizi igienici.
Seguire scrupolosamente il protocollo assegnato e riportare,a fine turno, tutte le
notizie utili in consegna.
11
PIANO DI LAVORO SETTIMANALE Personale Ditta TEAM Service
AREA ROSSA BLOCCO OPERATORIO
ATTIVITA’ DI SANIFICAZIONE GIORNALIERA
Fasce Orarie : ore 6-7 n. 2 Unità e ore 18-22 n. 1 Unità
ATTIVITA’ GIORNALIERA: PRIMO ACCESSO (prima dell’inizio dell’attività operatoria) - Aree
di intervento: area camere operatorie e area pulita (zona induzione e risveglio, corridoio
pulito, lavaggio mani)
- rimozione della polvere da tutte le superfici compresi gli arredi (lampada scialitica, carrelli,
monitor, letto operatorio, tavoli servitori respiratori automatici etc) con metodo ad umido,
utilizzando panni monouso con soluzione detergente/disinfettante;
- rimozione dello sporco dai pavimenti con metodo ad umido con panni monouso con soluzione
detergente/disinfettante;
- rimozione della polvere e dello sporco da vetri, infissi, telai e controtelai, cassonetti, porte
utilizzando panni monouso con soluzione detergente/disinfettante
ATTIVITA’ GIORNALIERA; SECONDO ACCESSO (al termine dell’attività operatoria)
Aree di intervento: area camere operatorie e area pulita (zona induzione e risveglio,
corridoio pulito, lavaggio mani)
- portare all’esterno delle sale gli arredi e le attrezzature mobili (compresi elettromedicali dopo
istruzione sulla corretta rimozione)
- pulizia accurata del letto operatorio, dei carrelli, dei tavolini, e di tutte le superfici orizzontali
compresi piani di lavoro, scialitiche ed elettromedicali, lavaggio con soluzione detergente
disinfettante
- rimozione dello sporco dai pavimenti con soluzione detergente/disinfettante (doppio passaggio)
- lavaggio accurato delle pareti fino al soffitto e di tutte le superfici verticali (porte, infissi etc) con
soluzione detergente/disinfettante
- raccolta carta e cartone compresa piegatura e legatura e altri rifiuti di maggiori dimensioni,
incluso vetro e plastica , e conferimento al punto di raccolta
- chiusura e trasporto al punto di raccolta di tutti i contenitori dei rifiuti assimilabili agli urbani e
sostituzione del sacchetto o del contenitore
L’asportazione delle polveri deve avvenire con aspirapolvere ad acqua con filtri epa.
12
ATTIVITA’ GIORNALIERA DI SANIFICAZIONE DEI RESTANTI LOCALI DEI BLOCCHI
OPERATORI ( depositi materiale, stanza coordinatore, stanza relax, spogliatoi, servizi
igienici etc)
Procedure secondo codice colore (uno/due passaggi quotidiani)
da effettuarsi in orario
antimeridiano
ATTIVITA’ SETTIMANALE (da effettuarsi in due giorni per consentire l’accesso ad una sala
per le emergenze)
Pulizia a fondo con trasporto all’esterno di tutti gli arredi e le attrezzature . Pulizia anche di
apparecchi illuminanti e condizionatori
AREA ROSSA – SALA OPERATORIA
ATTIVITÀ TRA UN INTERVENTO CHIRURGICO E L’ALTRO
Articolazione dell’orario: da Lunedi a Venerdì dalle ore 10 alle ore 16. Sabato dalle ore 10 alle ore 15
(tot. N. 35 ore settimanali)
Rimozione e spostamento della teleria e del materiale monouso
Pulizia accurata del letto operatorio, dei carrelli, dei tavolini, della lampada scialitica, delle
attrezzature, degli elettromedicali e di tutte le superfici orizzontali
con soluzione
detergente/disinfettante con panni monouso
Rimozione degli eventuali residui organici previa decontaminazione con soluzione di sodio
ipoclorito e detergente, rimozione dello sporco dai pavimenti con doppio passaggio di
detergente/disinfettante
Rimozione dei contenitori per lo smaltimento dei rifiuti secondo raccolta differenziata, assimilabili
agli urbani, e predisposizione di nuovi sacchi
Predisposizione e sistemazione nei punti predefiniti di nuovi raccoglitori per i rifiuti sanitari
pericolosi
Gli operai addetti al servizio pulizie tra un intervento e l’altro NON possono movimentare i pazienti,
né effettuare trasposto di materiale biologico all’interno o all’esterno del Presidio, possono invece,
nei momenti di pausa durante gli interventi effettuare il riordino del materiale proveniente dai
magazzini economali e farmaceutici del Presidi, effettuando contestualmente la pulizia di armadi e
contenitori depositi sempre sotto la supervisione e dopo adeguata istruzione da parte del
personale del BOC.
13
SANIFICAZIONE DITTA ESTERNA
SCHEDA DA COMPILARE GIORNALMENTE A CURA DELL’OPERATORE DELLA DITTA
DI PULIZIE
SALA/PRESALA/MAGAZZINI SANIFICAZIONE
Letto Operatorio
Servitore
Sanificazione non
effettuata
DISINFETTANTE
ANTISAPRIL
ANTISAPRIL
ANTISAPRIL O MELSEPT
SPRAY
ANTISAPRIL
ANTISAPRIL DILUIZIONE
2%
ANTISAPRIL
ANTISAPRIL
ANTISAPRIL
ANTISAPRIL
ANTISAPRIL
MELSEPT SPRAY
ANTISAPRIL
ANTISAPRIL
Scialitica
Amplificatore " arco C "
Monitor amplificatore
Carrello anestesia
Carrello porta farmaci
Elettrobisturi
Armadietto farmaci
Porta ingresso
Vetro Divisorio
Pavimenti
Aspiratore aspiraliquidi
Nelle Sale Operatorie sono necessari più interventi ( anche tre al giorno); disinfettare prima
di ogni intervento e nell’intervallo dei diversi interventi
14
Mansioni Operatore della Ditta Esterna
L’Ausiliario OSS/ SS e la Ditta di sanificazione esterna deve saper svolgere le seguenti
attività :
1. smaltire in maniera adeguata i rifiuti ospedalieri;
2. effettuare la pulizia e la disinfezione degli ambienti e degli arredi;
3. effettuare la pulizia dei presidi e degli strumenti a disposizione nel blocco operatorio;
4. curare l’igiene personale e della divisa;
5. non è autorizzato ad effettuare manipolazioni sui ROT e sui pazienti
Egli deve essere a conoscenza che :
1. la pulizia precede sempre la disinfezione;
2.
il termine “SANIFICAZIONE” si riferisce ad una metodica di pulizia con
l’utilizzo di detergenti;
3. che per “DISINFETTANTE” s’intende una sostanza chimica con attività
antimicrobica da utilizzare secondo le indicazioni riportate in etichetta e
come da procedure di sala
15
PROGRAMMA DI SANIFICAZIONE SETTIMANALE PER LA PULIZIA DELLE TRE
SALE OPERATORIE ( DITTA ESTERNA ),COME DA ATTIVITA’ DI SANIFICAZIONE
AREA ROSSA BLOCCO OPERATORIO.
Sala A pulizia a fondo turno sabato pomeriggio.
Sala B pulizia a fondo turno domenica mattina.
Sala C pulizia a fondo turno domenica pomeriggio.
Nel caso di eventuali festivi infrasettimanali ripetere la pulizia di fine giornata nelle sale
(turno mattina: sala A B e C; turno pomeriggio rimanenti locali del blocco operatorio)
PROGRAMMA GIORNALIERO PER LA PULIZIA APPROFONDITA DI TUTTI I
LOCALI DEL BLOCCO OPERATORIO ( DITTA ESTERNA)
E’ già stato riportato nelle “attività di sanificazione dell’Area Rossa del Blocco Operatorio”
MODALITA’ DI IMPIEGO E DI CONSERVAZIONE DEI
DISINFETTANTI
I Disinfettanti attualmente in uso in sala operatoria per la sanificazione, pulizia di arredi e
manutenzione sono :
Sodio ipoclorito e detergente “ ANTISAPRIL“, soluzione per le superfici lavabili e gli
arredi
Prodotto alcoolico spray “MELSEPT “ per la lucidatura e protezione di arredi in acciaio
inox. e per la disinfezione di attrezzature
I disinfettanti devono essere conservati in recipienti ben chiusi, e detenuti in apposito
armadio metallico, lontano da fonti di luce e di calore
16
RIFERIMENTI IMPORTANTI
I disinfettanti sono agenti chimici (sostanze e/o preparati) tali da poter comportare un RISCHIO
per la sicurezza e la salute dei lavoratori a causa delle loro proprietà chimico-fisiche e/o
tossicologiche e delle modalità di utilizzo o di conservazione nel luogo di lavoro.
Le informazioni riguardanti le proprietà degli agenti chimici possono essere conosciute attraverso:
• L’ etichettatura
• La scheda di sicurezza
Tutti i disinfettanti prevedono un utilizzo specifico e, per questo, è indispensabile consultare le
schede tecniche per conoscere la loro composizione e le modalità d’uso , e le schede di sicurezza
per informazioni sulla loro manipolazione; entrambe devono essere visibili sul PC presente nel
blocco operatorio ed all’interno dei raccoglitori “(schede di sicurezza)” “(procedure e protocolli)”
che il Coordinatore deve mettere a disposizione di tutti gli Operatori
Per le dosi e le modalità di diluizione del disinfettante,è indispensabile leggere attentamente
etichetta presente sul contenitore del prodotto.
Non si deve eccedere mai nell’uso e nelle proporzioni dei singoli disinfettanti che non vanno
mescolati tra loro
Tutte le superfici e strumenti da disinfettare devono essere prima accuratamente pulite (la sporcizia
ed il materiale organico presenti impediscono il contatto diretto del disinfettante con la superficie
da trattare e ne riducono l’attività) e quindi asciugate per eliminare l’acqua che, diluendo il
disinfettante impiegato, ne ridurrebbe la concentrazione e l’efficacia.
Devono sempre essere rispettate la concentrazione e la diluizione, le modalità d’uso e il tempo di
contatto indicati in etichetta.
Deve essere evitato il contatto del disinfettante con saponi e additivi non previsti nella
formulazione, che potrebbero inattivarlo
Deve essere evitato il contatto del disinfettante con sostanze chimiche in grado di far sviluppare gas
tossici (es: ipoclorito di sodio + prodotti anticalcare come acido muriatico); anche lo svuotamento
nella vuota non va fatto in presenza di disincrostanti a base di acidi
17
L’ETICHETTA
L’etichettatura del flacone permette di identificare immediatamente e sinteticamente i principali
rischi chimico-fisici e tossicologici noti. Sull’etichetta si trovano i simboli di pericolo; inoltre nella
parte centrale sono riportate le “frasi di rischio” e i consigli di prudenza. I simboli di pericolo sono
convenzionalmente ascritti a tre grandi gruppi: sicurezza, salute e ambiente.
Per garantire la tutela della sicurezza e della salute dei consumatori sono stati creati dei simboli
riconosciuti dalla normativa che indicano i potenziali pericoli e le misure cautelative da
osservare in merito a sostanze chimiche potenzialmente pericolose.
18
I NUOVI SIMBOLI DEL RISCHIO CHIMICO DEL REGOLAMENTO 1272/2008
Il successivo Regolamento (CE) 1272/2008 ha previsto la codificazione di nuovi
pittogrammi, obbligatori dal 1 dicembre 2010, ma ad oggi è possibile trovare in circolazione
entrambe le versioni dei simboli di pericolo riportati nelle etichette dei prodotti poiché molte
confezioni sono state prodotte in data precedente all’applicazione del nuovo regolamento
19
LA SCHEDA DI SICUREZZA
La scheda di sicurezza contiene informazioni più approfondite rispetto all’etichetta,
riportate in voci standardizzate, ai sensi del Regolamento (CE) n. 1907/2006. Riporta tutte le
informazioni e le indicazioni per un uso corretto e sicuro negli ambienti di lavoro
1. Identificazione dei pericoli
2. Composizione/informazioni sugli ingredienti
3. Misure di primo soccorso
4. Misure antincendio
5. Misure in caso di rilascio accidentale
6. Manipolazione e immagazzinamento
7. Controllo dell'esposizione
8. Proprietà fisiche e chimiche
9. Stabilità e reattività
10. Informazioni tossicologiche
11. Informazioni ecologiche
12. Considerazioni sullo smaltimento
13. Informazioni sul trasporto
14. Informazioni sulla regolamentazione
15. Altre informazioni
Le schede di sicurezza di tutti i disinfettanti utilizzati nell’U.O. devono essere
conservate e disponibili alla consultazione presso l’Unità stessa.
DI SEGUITO SI RIASSUME LO SCHEMA DI UTILIZZO DEI DISINFETTANTI
AMBIENTALI INDICATI PER LA SANIFICAZIONE DELLE SALE DEL BLOCCO
OPERATORIO :
1) MELSEPT SPRAY ( soluzione di alcool e gliossale + detergente)
DA USARE PER DISINFEZIONE DI : :
•
•
•
•
•
•
•
•
SCIALITICA
LETTO
ARMADIO FARMACI
CARRELLO EMERGENZA
MANIGLIE
TASTIERE COMPUTER
MOUSE
TASTIERA INGRESSO BLOCCO OPERATORIO
Modalita’ d’uso :
Irrorare bene tutta la superficie e lasciare evaporare, non utilizzare su materiali a
contatto
Attenzione : NON SPRUZZARE SU PLEXIGLASS
20
2) ANTISAPRIL (sodio ipoclorito+detergente )
DA USARE PER DISINFEZIONE DI :
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
PLASTICA
VETRO
ARMADI
LETTO OPERATORIO
TAVOLO OPERATORIO
TAVOLO SERVITORE
PAVIMENTO
PARETI
LAVABI
TAVOLO CONSOL
PORTE “ LAVAGGIO ACCURATO
Modalita’ d’uso:
-
Diluizione: 1:10 ( 100 ml di ANTISAPRIL in 1 l di acqua ) - Tempo 5 ‘
Risciacquo con soluzione pulita di ANTISAPRIL , stessa diluizione in nuovo
contenitore.
NON LASCIARE IL MATERIALE IN IMMERSIONE A LUNGO
SMALTIMENTO NELLA VUOTA
21
Fly UP