...

Milano, cresce la rete Campagna Amica: da febbraio

by user

on
Category: Documents
10

views

Report

Comments

Transcript

Milano, cresce la rete Campagna Amica: da febbraio
Milano, cresce la rete Campagna Amica:
da febbraio altri nove mercati agricoli
I
Nuovi Farmers’ market a Milano
INDIRIZZO
Via Imbonati (piazzale Virgin)
Parco Nicolò Savarino (da via Livigno)
P.zza Santa Maria del Suffragio
Via Traversi (da via Trilussa)
Via Argelati 42/44
Via Lomellina (da viale Corisca)
Via Santa Croce
Viale Lazio (da via Montenero)
P.zza Santa Francesca Romana
GIORNO E ORA
Ogni lunedì, ore 8:00 - 13:00
Ogni giovedì, ore 15.00 – 19.00
Ogni m
Martedì, ore 8.00 – 13.00
Ogni martedì, ore 8.00 – 13.00
Ogni martedì, ore 8.00 - 13.00
Ogni mercoledì, ore 8.00 – 13.00
Ogni giovedì, ore 8.00 – 13.00
Ogni venerdì, ore 8.00 – 13.00
Ogni primo sabato del mese, ore 8.00 – 19.00
TERRITORIO
l 2015 di Campagna Amica della
Coldiretti di Milano, Lodi, Monza
Brianza si apre all’insegna di nuovi farmers’ market nella città di Milano. Saranno infatti ben nove quelli
che prenderanno il via a partire dal
prossimo febbraio sul territorio del
capoluogo regionale. Un risultato
frutto della partecipazione di Coldiretti Lombardia ad un bando pubblico indetto dallo stesso Comune
di Milano a fine 2014, per assegnare 47 aree pubbliche dove ospitare
nuovi mercati delle eccellenze agricole e agroalimentari del territorio.
Al lancio dell’iniziativa, lo scorso ottobre, Alessandro Ubiali (Presidente
della Coldiretti di Milano, Lodi, Monza Brianza) lo aveva annunciato: “È
un’opportunità importante che non
ci lasceremo scappare”. I nuovi farmers’ market si vanno ad aggiungere ai quattro già esistenti, creando
così una rete di vendita capillare che
si rivolge ai cittadini alla ricerca di
prodotti di qualità e di stagione. I
farmers’ market – spiega la Coldiretti Interprovinciale – costituiscono un
ponte che unisce campagna e città,
5
Farmers’ market già presenti a Milano
GIORNO E ORA
Ogni mercoledì e sabato, ore 8.00 -13.00
Ogni venerdì, ore 14.30 – 18.30
Via Dolci, 5 (c/o Istituto Cadorna)
Ogni venerdì, ore 8.00 – 13.00
Via Magreglio (c/o Istituto Pareto)
Ogni venerdì, ore 8.00 – 13.00
Piazza Axum (c/o Istituto S. Giuseppe Calasanzio) Ogni martedì, ore 8.00 – 13.00
Via Ripamonti 35
INDIRIZZO
creano nuove economie e nuova occupazione e rappresentano al contempo uno strumento di coesione
sociale ed educazione alimentare.
Secondo un’analisi della Coldiretti,
nel 2013 hanno fatto la spesa nei
mercati degli agricoltori ben 15 milioni di italiani con un aumento del
25 per cento in un solo anno. A livello nazionale la rete di Campagna
Amica conta più di mille mercati, di
cui oltre cento in Lombardia e trenta
in provincia di Milano. Nella tabella
qui a fianco, l’elenco completo dei
farmers’ market con l’indirizzo, il
giorno e l’ora in cui si svolgono.
Una “green list” contro le potature selvagge di alberi
U
senza nemmeno un’assicurazione
sugli infortuni” spiega Alessandro
Ubiali, Presidente di Milano Lodi e
Monza Brianza. In tutta la regione
operano oltre cinquemila aziende
florovivaistiche, di cui quasi mille concentrate nel Milanese dove
lavorano più di tremila addetti. I
“giardini” del capoluogo lombardo – spiega la Coldiretti provinciale - si estendono per oltre 21
milioni di metri quadrati, con una
densità dell’11,9 per cento sul
totale della superficie comunale
complessiva. “Il verde pubblico
– spiega Marcello Doniselli, presidente di Assofloro Milano Lodi
e Monza Brianza – è uno degli
elementi della qualità della vita
in una città. La manutenzione
va affidata a esperti che evitino
potature selvagge proponendo al
tempo stesso le migliori soluzioni
per la gestione di parchi, aiuole
e viali alberati. A Milano sarebbe
utile anche un tavolo di consultazione con il Comune dove portare
il nostro contributo di idee per il
verde pubblico”.
gennaio 2015
na “green list” contro le potature selvagge. Mentre il
comune di Milano si prepara
a varare le nuove regole per la
manutenzione del verde pubblico, secondo la Coldiretti di Milano
Lodi e Monza Brianza ci vorrebbe
un registro per tutti gli specialisti
del settore come quello che già
esiste, a livello regionale, per i
tecnici della certificazione energetica degli immobili. “Si tratta
un elenco dove iscrivere tutti
quelli che svolgono in maniera
professionale l’attività di vivaio e
manutenzione del verde in modo
da evitare che, per esempio nei
comuni più piccoli, ci si affidi o
a imprese che impiegano personale non preparato o a gruppi di volontari che, oltre a non
avere un addestramento specifico, si trovano anche a utilizzare seghe elettriche o macchinari
Fly UP