...

Il percorso autorizzativo ed il ruolo dell`Agenzia delle Dogane nel

by user

on
Category: Documents
27

views

Report

Comments

Transcript

Il percorso autorizzativo ed il ruolo dell`Agenzia delle Dogane nel
La certificazione AEO quale strumento
comunitario strategico e moderno ai fini
della facilitazione dei traffici e della
sicurezza delle frontiere
D.ssa Cinzia Bricca
Direttore Centrale
Accertamenti e Controlli
Agenzia delle Dogane
Treviso 4 dicembre 2009
Scenario internazionale
 Crisi economica e stasi dei mercati internazionali
 Necessità delle imprese di essere competitive e di
conquistare nuovi mercati
 Globalizzazione degli scambi
 Rapidità delle procedure di sdoganamento
 Contenimento dei costi aziendali
 Tutela dei diritti di proprietà intellettuale e della
produzione
 Modernizzazione della normativa doganale
 Evoluzione del ruolo delle dogane
Il ruolo dell’Agenzia delle dogane




Tutelare
interessi finanziari della UE e
nazionali
Tutelare la salute e la sicurezza dei cittadini
e delle imprese
Bilanciare correttamente le esigenze di
fluido scorrimento dei traffici leciti con le
misure di controllo necessarie
Intraprendere percorsi di collaborazione e
partenariato con le Associazioni di categoria
per supportare il sistema di impresa sicuro
ed affidabile
g
l
i
I nuovi strumenti offerti dalla
regolamentazione doganale :
•
•
•
•
•
la semplificazione delle procedure doganali
la telematizzazione delle procedure
l’armonizzazione dei controlli doganali
il riconoscimento dello status di Operatore
economico autorizzato agli operatori
affidabili e sicuri
le azioni di mutuo riconoscimento della CE
con gli altri Paesi al fine di incrementare la
sicurezza della catena logistica e estendere il
confine delle facilitazioni agli AEO
Lo status di AEO





attribuisce agli operatori un ruolo specifico
nella catena logistica internazionale ( es. produttore,
importatore, esportatore, agente,depositario)
attesta la sicurezza ed affidabilità dei sistemi aziendali
che sono conformi alle norme doganali (es.conformità alle
regole d’origine e alle indicazioni di origine/provenienza –
c.d. “made in” )
attribuisce un “marchio di qualità” riconoscibile
da clienti e partner commerciali europei e non
é valido in tutto il territorio comunitario
consente di beneficiare di procedure e di controlli
semplificati e agevolati, anche in materia di sicurezza
I criteri da soddisfare per diventare AEO
Made in Italy
I benefici
Tipo di certificato
Più facile accesso alle
semplificazioni doganali
AEOC AEOS AEOF
X
X
Facilitazioni per i controlli di
sicurezza
X
X
Possibilità di essere preavvertiti
in caso di selezione per il
controllo
X
X
Riduzione della quantità di dati
da fornire per la dichiarazione
sommaria
X
X
Ulteriori benefici
Tipo di certificato
AEOC AEOS
AEOF
Minori controlli fisici e
documentali
X
X
X
Priorità nei controlli, rispetto ad
altri soggetti selezionati che non
siano AEO (da luglio 2009)
X
X
X
Possibilità di scelta del luogo di
svolgimento del controllo, da
concordare con la dogana
X
X
X
Mutuo riconoscimento AEO
157 Paesi membri dell’OMD hanno firmato
lettere di intento per rendere sicuri i traffici
commerciali
 27 paesi comunitari hanno adottato l’AEO
Negoziazioni
in essere per il mutuo
riconoscimento dei programmi di certificazione
doganale:
Giappone ( entro 2010)
Cina ( studio compatibilità e legislazione)
Stati Uniti ( in corso negoziazione per riconoscimento con C-Tpat)
Altri Paesi terzi (circa 45) stanno implementando
i programmi di certificazione e di compliance (es.
Canada, Argentina, , Giordania)
Partenariato con le Associazioni e
competitività
 supporto






agli operatori economici per la presentazione
dell’istanza presso gli Uffici
istruttorie informatiche tra gli Uffici doganali per velocizzare il
rilascio del certificato
attenzione alle esigenze delle PMI
adozione di procedure di controllo uniformi secondo le linee
guida comunitarie
rispetto dei tempi e delle esigenze dell’operatore che intende
certificarsi
riduzioni mirate del rischio per i soggetti AEO
flessibilità del profilo di rischio AEO in funzione del livello di
affidabilità e sicurezza
Istanze presentate negli Stati Membri
Altri SM, 517, 14%
Belgio, 127, 4%
Austria, 126, 3%
Francia, 363,
10%
Polonia, 219, 6%
Svezia, 345, 9%
Repubblica Fed. di
Germania, 842, 23%
Paesi Bassi, 558, 15%
Italia, 314, 9%
dati al 26/11/09
Gran Bretagna, 262,
7%
Istanze presentate in Italia
Numero
istanze
Valori
percentuali
AEOC
121
39%
AEOS
4
1%
AEOF
19o
60%
Totale istanze presentate
315
100%
Tipo di certificato
dati al 26/11/2009
Distribuzione istanze per
Direzione Regionale /Interregionale
Direzione Regionale
Interregionale
dati al 26/11/09
N. istanze
Lombardia
67
Emilia Romagna
39
Liguria
32
Toscana
31
Veneto
27
Puglia e Basilicata
22
Piemonte e Valle D’Aosta
17
Abruzzo, Marche e Molise
15
Friuli Venezia Giulia
15
Trentino Alto Adige
14
Lazio e Umbria
12
Sicilia
11
Campania e Calabria
9
Sardegna
4
Totale
315
Distribuzione delle istanze per area
geografica
Nord ovest
37%
Nord est
30%
Centro
18%
Isole
5%
dati al 26/11/09
Sud
10%
Certificati rilasciati in Italia
Tipo certificato
rilasciato
dati al 26/11/09
Numero
Valori
percentuali
AEOC
72
41%
AEOS
3
2%
AEOF
98
57%
Totale certificati rilasciati
173
100%
Certificati rilasciati negli Stati Membri
Austria, 100, 6%
Altri SM, 372, 20%
Svezia, 173, 9%
Francia, 163, 9%
Repubblica Fed. di
Germania, 507, 28%
Paesi Bassi, 225, 12%
Gran Bretagna, 131, 7%
Italia, 173, 9%
dati al 26/11/09
Tipologia di certificati richiesti
ITALIA
U.E.
AEOC
20%
AEOC
39%
AEOF
60%
AEOF
76%
AEOS
1%
dati al 26/11/2009
AEOS
4%
Dinieghi rilasciati dagli S.M.
Austria
4
Lussemburgo
-
Belgio
22
Lettonia
1
Bulgaria
5
Malta
1
Cipro
-
Paesi Bassi
175
Danimarca
1
Polonia
13
Estonia
1
Portogallo
2
Finlandia
4
Repubblica Ceca
2
Francia
49
Repubblica Slovacca
2
Germania
23
Romania
-
1
Slovenia
4
Gran Bretagna
36
Spagna
4
Irlanda
6
Svezia
82
Italia
14
Ungheria
1
Lituania
-
Totale
453
Grecia
dati al 26/11/09
Le categorie che hanno presentato
l’istanza?
Numero
istanze
Valori
percentuali
Società di trasporti
45
14%
Logistica
45
14%
Case di spedizioni
62
21%
CAD/Doganalisti
67
21%
Produttori
94
30%
Totale
315
100%
Ruolo della catena
dati al 26/11/09
Cinzia Bricca
Direttore Centrale Accertamenti e
Controlli Agenzia delle Dogane
[email protected]
[email protected]
Fly UP