...

Sweet, delicious new cherries from Bologna University Sweet, la

by user

on
Category: Documents
7

views

Report

Comments

Transcript

Sweet, delicious new cherries from Bologna University Sweet, la
product/cherries
prodotto/ciliegie
Sweet Aryana® PA1UNIBO*.
Sweet Aryana® PA1UNIBO*.
Sweet, delicious new cherries
from Bologna University
Sweet, la dolcezza
delle ciliegie targate Unibo
Stefano Lugli - Dipartimento di Scienze agrarie, Università di Bologna
Progeny of a Bologna University research project, these five new sweet cherry
varieties will be on the Italian market by year’s end and the EU’s thereafter.
They’re the offspring of Durone di Vignola cultivars and several American species
Nate da un progetto dell’Università di Bologna, cinque nuove varietà saranno sul
mercato italiano a fine anno e poi su quello europeo. Un mix tra i Duroni di Vignola
e alcune specie americane
T
heir first names are Aryana, Lorenz, Gabriel,
Saretta and Valina, i.e. the names of the breeders’ children, whereas they have the common surname Sweet to highlight one of their most salient
traits. They are in effect the offspring of the ‘cumlaude’ breeding project being carried out at Bologna
University and will be ready for delivery to domestic
nurseries by year’s end and to their EU counterparts
50
Fresh Point Magazine n.4 – april/aprile 2013
D
i nome fanno Aryana, Lorenz, Gabriel, Saretta e
Valina, ovvero i nomi dei figli di chi le ha inventate.
Di cognome Sweet, a testimoniarne uno dei tratti salienti, la dolcezza. Nate dal progetto “30 e lode”, le nuove
varietà di ciliegio della serie Sweet targate Alma Mater
Studiorum saranno disponibili a fine anno sul mercato
vivaistico nazionale e presto anche su quello europeo.
Dolci ma con un buon elevato livello di acidità per esal-
Figure 1 - Picking dates of the new Sweet cvs
Figura 1 - Epoca di raccolta delle nuove varietà Sweet
product/cherries
prodotto/ciliegie
Burlat
Early Star
Celeste
Giorgia
Summit
SyMa
Sweet Aryana® PA1UNIBO*
Sweet Lorenz® PA2UNIBO*
Sweet Gabriel® PA3UNIBO*
Sweet Valina PA4UNIBO*
Sweet Saretta® PA5UNIBO*
0
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10 11 12 13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26 27
Differenza in giorni da Burlat (Burlat 20-25 maggio a Vignola) - Day from Burlat /
Differenza in giorni da Burlat (Burlat 20-25 maggio a Vignola) - Day from Burlat
TM: EU trade mark by University of Bologna / TM: Marchi comunitari depositati da Università di Bologna
EU patert by University of Bologna / Privative EU per nuove varietà vegetali depositate da Università di Bologna
soon thereafter. Sweet, naturally, but they also have a
good acidity content that enhances their fragrance, a
uniform shiny red colour, large size and firm flesh─all
the target traits the cherry programme aimed for and
achieved. The university’s researchers started with
several old local cultivars known as Duroni di Vignola,
which are prized for their sweetness, firmness and
fragrance, and combined them with several American
ones renowned for their excellent appearance, large
size and shiny colour.
tarne l’aroma, di colore rosso uniforme e brillante, di
grossa pezzatura e consistenti: sono queste le caratteristiche cercate e ottenute per le nuove varietà di ciliegie.
I ricercatori dell’ateneo sono partiti da alcune vecchie
varietà autoctone, i famosi Duroni di Vignola, portatori di
caratteri di pregio come dolcezza, consistenza e aroma
e ne hanno combinato le caratteristiche con quelle di
alcune varietà americane, portatrici di eccellenti caratteristiche estetiche come il grosso calibro, l’aspetto e il
colore brillante.
Breeding
This new suite of cultivars are the result of a breeding
programme begun in the early 2000s at Bologna’s
former Department of Arboreal Crops (DCA), now
the Department of Agricultural Sciences. The specific
intent was to cover a marketing calendar of 40-50
days by developing 6-7 new varieties all with a com-
Il progetto
La nuova serie di ciliegie nasce da un progetto di breeding iniziato nei primi anni 2000 presso il dipartimento di
Colture arboree, ora dipartimento di Scienze agrarie, col
preciso obiettivo di ottenere sei-sette varietà in grado
di coprire un calendario di raccolta di almeno 40-50
giorni, tutte con un massimo denominatore comune:
Sweet Lorenz® PA2UNIBO*.
Sweet Lorenz® PA2UNIBO*.
52
Fresh Point Magazine n.4 – april/aprile 2013
Sweet Gabriel® PA3UNIBO*.
Sweet Gabriel® PA3UNIBO*.
*Burlat, Celest, Giorgia, Laoins
Figure 3 - Intrinsic fruit quality traits of Sweet cvs. comapred to those
of several control cvs.
Figura 3 - Qualità intrinseca dei frutti delle nuove varietà Sweet a confronto
con alcune varietà testimoni
Avg 2011-2012
Sweet Aryana™
Sweet Lorenz™
Sweet Gabriel™
Sweet Valina™
Sweet Saretta™
Avg Sweet™
Avg cvs tes*
Sugar/Zucchero
%
18,6
19,0
17,0
21,9
17,3
18,8
16,7
Acid/Acidità
g/l
9,3
9,1
6,9
12,6
7,4
9,1
8,1
Colour/Colore
L*
30,1
30,1
27,4
30,2
27,9
29,1
29,5
Colour chroma/
Tonalità colore
13,3
13,0
12,1
15,0
10,1
12,7
19,0
*Burlat, Celest, Giorgia, Laoins
mon denominator of top quality–high-performance
trees producing excellent appearance, flavour and
taste that are readily recognisable (figure 1).
The University has undertaken this programme under
a public-private financing partnership that includes
the University itself as Alma Marter Studiourm, Crpv
at Cesena, which coordiantes the partners, EmiliaRomagna Regional authorities, New Plant, which
represents Apo Conerpo, Apofruit Italia and Orogel
Fresco, and the Vignola Foundation.
The cherry ideotype pursued initially involved several
preliminary surveys to identify the various demands of
both industry and marketplace for new varieties, with
priority given to consumers and marketing, followed
by the business and production sectors. These efforts
brought to the fore an overall demand for cultivars
with premium plant performance and fruit flavour
properties, including large size, glossy red skin colour, firm flesh, high sugar content, pronounced fragrance, good handling resilience and good shelf-life.
Business and marketing demands included a regular
supply of high-quality fruit as uniform as possible over
the time line. It was from these benchmarks that the
real work of breeding a line of elite cherries began.
Selecion and approach
Once the parents had been chosen and the crosses
undertaken, the selection of seedlings began using
Sweet Valina PA4UNIBO*.
Sweet Valina PA4UNIBO*.
frutti con caratteristiche estetiche di pregio, eccellenti
qualità organolettiche, ben riconoscibili e ottenute da
alberi con elevate performance agronomiche e produttive (figura 1).
Il nuovo progetto dell’Università di Bologna, con una
partnership pubblico-privata, si avvale del coordinamento di Crpv Cesena e del cofinanziamento di Regione
Emilia-Romagna, Alma Mater Studiorum, New Plant in
rappresentanza di Apo Conerpo, Apofruit Italia e Orogel
Fresco, e della Fondazione di Vignola.
L’ideotipo di ciliegia ricercato è stato messo a fuoco
attraverso indagini preliminari per verificare le aspettative dei diversi soggetti interessati all’innovazione
varietale del ciliegio: in via prioritaria consumatori e commercio, a seguire industria e produzione. Dai risultati di
questi sondaggi è emersa l’esigenza di avere varietà
con caratteristiche pomologiche e organolettiche di
pregio con uniformità dei seguenti parametri: grossa
pezzatura, buccia di colore rosso brillante, polpa soda,
elevato tenore zuccherino, aroma pronunciato, buona
resistenza alle manipolazioni e buona shelf-life. Inoltre,
l’industria e il commercio richiedono una continuità di
offerta con un prodotto di elevata qualità e quanto più
uniforme possibile nel tempo. Dunque, si è iniziato a
lavorare con l’obiettivo di ottenere una linea di prodotto
di qualità d’élite.
Fresh Point Magazine n.4 – april/aprile 2013
53
product/cherries
prodotto/ciliegie
Figure 2 - Fruit traits of the Sweet series compared to several control cvs
Figura 2 - Caratteristiche dei frutti delle nuove varietà Sweet a confronto
con alcune varietà testimoni
Durofel 25
Firmness/Compattezza
Avg 2011-2012 Weight/Peso Size/Dimensione
≥ 28 mm
Index
Kg
g
Sweet Aryana™
12,0
64,4
63
0,50
Sweet Lorenz™
11,8
77,1
65
0,57
Sweet Gabriel™
13,6
82,2
61
0,45
Sweet Valina™
14,3
77,9
64
0,37
Sweet Saretta™
11,8
81,9
53
0,40
Avg Sweet™
12,7
76,7
61
0,46
Avg cvs tes*
10,1
53,4
54
0,39
product/cherries
prodotto/ciliegie
strict rating parameters of minimum threshold in
the screening process: for example, ≥ 28 mm as
prevalent size, 4-6 CTIFL skin colour scale, ≈ 400 g
flesh firmness, ≥ 18 °Brix sugar content, and 7-8 g/l
acidity. Selection screened the number of potentially viable seedlings down to 12 in 2004, from an
initial 3,000, and these twelve went straight to precommercial Selection III in three trial fields set up in
2008 for extensive testing (figures 2 & 3).
In addition to the standard field and laboratory testing practises, more advanced lab techniques were
employed, including SSRs to determine sterility factors (allelic groups) of the selected genotypes, fingerprinting to get a genetic ID card of the final five
varieties, PCRs together with ELISA to index variety
health status and to have primers for uploading into
the database for genetic-health certification.
Other qualitative factors of fruit were also investigated using a three-fold approach that included
sensory evaluation via panel tests involving consumers and experts to determine preferences and
appeal (figure 4); lab biochemical analysis via gaschromatography to identify aromatic compounds
and, in general, nutraceutic properties; and the
use of such analytical tools as Cherry Mater, a
new, non-destructive technique developed at the
university.
The final selection stage led to the release of the
5 new cultivars under the names of the breeders’
children. The University’s Knowledge Transfer–
Intellectual Property Protection Office now has
EU patents pending for the five cultivars and
trademark applications pending for their names,
with the Bologna University-Alma Mater Studiorum
Selezione e metodi
Dopo la scelta dei parentali e l’esecuzione degli incroci,
ha fatto seguito un processo selettivo dei semenzali
condotto utilizzando severe soglie minime nei parametri
in fase di screening. Ad esempio, calibro prevalente di
28 mm e oltre; colore dell’epidermide collocato nella
scala 4-6 del Ctifl code; durezza della polpa intorno
ai 400 g; livello di zuccheri di almeno 18 °Brix; acidità
intorno ai 7-8 g/l. Il processo di selezione ha portato
così ad individuare, nel 2004, 13 semenzali, dai 3mila
iniziali, passati subito alla fase di selezione III precommerciale attraverso la realizzazione, nel 2008, di tre
campi di valutazione estesa (figure 2 e 3).
Accanto alle metodologie standard seguite in campo e in
laboratorio, nel processo di valutazione, sono state utilizzate alcune moderne tecnologie di laboratorio. In particolare,
tecniche Ssr per verificare i fattori di sterilità (gruppi allelici)
dei genotipi selezionati e realizzare col fingerprinting una
carta di identità genetica delle cinque varietà; tecniche Pcr
abbinate a Elisa per verificare lo stato sanitario delle nuove
varietà e realizzare le fonti primarie da immettere nel circuito della certificazione genetico-sanitaria.
Altre ricerche hanno riguardato gli aspetti qualitativi delle
ciliegie attraverso un triplice approccio: analisi sensoriali
che hanno coinvolto esperti e consumatori (panel test e
consumer test) volte a individuarne il profilo sensoriale e
il grado di apprezzamento (figura 4); analisi biochimiche
di laboratorio (tramite gascromatrografia) per identificare le sostante aromatiche e, più in generale, gli aspetti
nutraceutici; nuovi strumenti di valutazione non distruttivi come il Cherry Mater, nuova tecnologia a base Nir
brevettata e messa a punto da questo ateneo.
Il lavoro di selezione ha così portato al licenziamento di
cinque varietà. Le nuove ciliegie, dopo una necessaria
Figure 4 - Panel test results of sensory traits analysed by Astra laboratory in comparison to those of several control cvs
Figura 4 - Risultati dei panel test effettuati dal laboratorio di analisi sensoriale Astra sulle nuove varietà Sweet a confronto con alcune varietà testimoni
Panel test results: / Risultati Panel test:
Sweet / Dolcezza
Test CVS
10,0
9,0
8,0
7,0
6,0
5,0
4,0
3,0
Sweet / Dolcezza Acid / Acidità
Sweet-Acid /
Dolce-acidità
Panel test results: / Risultati Panel test:
10,0
9,0
54
8,0
7,0
Fresh Point Magazine n.4 – april/aprile 2013
Sweet / Dolcezza
Fragrance /
Profumo
Test CVS
Juoiness /
Succosità
Firmness /
Compattezza
Colour / Colore
product/cherries
prodotto/ciliegie
Sweet Saretta®PA5UNIBO*.
Sweet Saretta®PA5UNIBO*.
holding all rights: Sweet Aryana™ PA1UNIBO*,
Sweet Lorenz™ PA2UNIBO*, Sweet Gabriel™
PA3UNIBO*, Sweet Valina™ PA4UNIBO*, Sweet
Saretta™ PA5UNIBO.
Licensing
Today Bologna University’s 5 new cherry varieties
are ready for a global marketing effort. No fewer than
five Italian nursery companies have already agreed to
licensing terms for the multiplication and marketing in
Italy of the plants, which will soon be ready.
Thanks to the close cooperation of the University’s
KTIP and CRPV’s Licensing Office, the cultivars
will be marketed under exclusive licensing deals
throughout the world. This business effort will begin in
Italy next year with five domestic nurseries that have
already become licensees–Salvi Vivai, Top Plant Vivai,
Vivai Fortunato, Vivai Giannoccaro and Vivai Spinelli–
and proceed in other EU countries.
Plans then call for patent and trademark applications
to be lodged in the United States, Canada, Chile,
South Africa, Australia and New Zealand, all areas
where Bologna University already has profitable business ties with local nurseries for earlier cherry varieties bred by the DCA.
(English version by David Verzoni)
“lucidata” anglofona, sono state battezzate con i nomi
dei figli degli ideatori. Attraverso il Knowledge Transfer
Office – Intellectual Property Protection di Unibo, le
cinque varietà sono state tutelate a livello europeo con
domande di privativa comunitaria per nuovi ritrovati
vegetali e successivo deposito di cinque marchi comunitari, tutto a titolarità Alma Mater Studiorum – Università
di Bologna: Sweet Aryana® PA1UNIBO*, Sweet Lorenz®
PA2UNIBO*, Sweet Gabriel® PA3UNIBO*, Sweet Valina
PA4UNIBO*, Sweet Saretta®PA5UNIBO* .
Accordi per il commercio
Ora, le ciliegie Unibo sono pronte per conquistare il
mondo. Sono già cinque le aziende vivaistiche italiane
che si sono impegnate a produrre e commercializzare le
varietà in Italia: le piante saranno presto disponibili. Grazie
ad un accordo tra IP Exploitation di Unibo e Patent Office
di Crpv Cesena, agenzia a cui è stato assegnato il ruolo
gestionale di editor, lo sviluppo delle varietà avverrà attraverso un network di aziende vivasitiche italiane ed estere
interessate alla loro moltiplicazione e commercializzazione
con contratti di concessione in esclusiva nei diversi Paesi.
Si partirà appunto dall’Italia, con cinque aziende (Salvi
Vivai, Top Plant Vivai, Vivai Fortunato, Vivai Giannoccaro
e Vivai Spinelli) che hanno acquisito i diritti esclusivi di
moltiplicazione e commercializzazione e, presto, nei Paesi
dell’Unione Europea. Poi, brevetti e marchi verranno estesi
ad altre nazioni interessate come Stati Uniti e Canada, Cile,
Sudafrica, Australia e Nuova Zelanda, realtà che già nel
recente passato hanno avuto proficui rapporti con Unibo
nello sviluppo delle precedenti varietà di ciliegio del Dca.
Fresh Point Magazine n.4 – april/aprile 2013
55
Fly UP