...

Nonostante l`indagine abbia interessato solo alcune aree ben delimi

by user

on
Category: Documents
21

views

Report

Comments

Transcript

Nonostante l`indagine abbia interessato solo alcune aree ben delimi
FUNGHI COMMESTIBILI
della provincia di Savona
© Copyright 2004 Provincia di Savona • Coordinamento editoriale Paolo Genta e M. Gemma Lugaro, Ufficio Parchi ed Aree Protette • Testi e fotografie di Mido Traverso e Mirca Zotti • Stampa: Marco Sabatelli Editore, Savona.
Nonostante l’indagine abbia interessato solo alcune aree ben delimitate (le leccete del finalese, i castagneti del monte Beigua e dei dintorni
di Sassello, le faggete del Melogno, dell’Adelasia e del Bosco di Savona),
sul territorio della nostra provincia sono state fino ad oggi censite oltre
860 specie di funghi sulle 5000 circa dell’intero territorio nazionale.
I funghi sono una componente essenziale degli ecosistemi, e svolgono
un ruolo fondamentale nel preservare gli ambienti naturali. Anche il
cercatore di funghi deve quindi avere il massimo rispetto per l’ambiente. Per la ricerca dei funghi non devono essere utilizzati rastrelli, unci-
Amanita caesarea
(Scop.: Fr.) Pers.
Nome dialettale: boêi, cucôna, cucun-na.
Agaricus campestris L.: Fr.
Coprinus comatus (O.F. Müll: Fr.) Gray
Fr.
Nome dialettale: gallettu.
Hydnum repandum L.: Fr.
Nome dialettale: pŕuŕö, prelêu, praêloe, praiö.
Boletus aereus
Cantharellus cibarius
ni o altri mezzi che possano danneggiare lo strato umifero del terreno;
il bastone, che si consiglia a punta unica, non deve essere usato per
smuovere il letto di foglie morte. Una volta raccolti, i funghi non devono essere chiusi in sacchetti di plastica, ma delicatamente riposti in un
cesto di vimini o di legno intrecciato che ne permetta la dispersione
delle spore.
Si sottolinea l’importanza di non distruggere in alcun modo i funghi
non conosciuti o velenosi, che rappresentano anch’essi una preziosa
componente del delicato ecosistema bosco.
Nome dialettale: galletu spinosu, dentajeu, s̆pinèt.
Macrolepiota procera (Scop.: Fr.) Singer
Nome dialettale: trulla, madunin, cucumella.
Nome volgare: porcinello, leccino.
Clitocybe geotropa
Boletus aestivalis
(Paul.) Fr.
Nome dialettale: funzu de castagna.
Tricholoma acerbum (Bull.:Fr.) Quél.
(Bull.) Quél.
Nome dialettale: sementin.
Ramaria botrytis (Pers.: Fr.) Ricken
Nome dialettale: sanguin, funzu de pin.
Marasmius oreades (Bolton: Fr.) Fr.
Nome volgare: buŕiĵne, gambeilin.
Boletus edulis Bull.: Fr.
Bull.: Fr.
Nome dialettale: funzi mòi, funzu neigru.
Leccinum lepidum (P. Bouchet ex Essette) Redeuilh.
Lactarius deliciosus (L.: Fr.) Gray
Nome dialettale: funzu de liamme.
Nome dialettale: castagnaiêu, cas̆tagneiŕö.
Albatrellus pes-caprae
Nome dialettale: dilîna.
PROVINCIA DI SAVONA Assessorato ai Parchi ed
(Pers.: Fr.) Pouzar
Nome dialettale: chigiaŕôn o trippe.
Aree Protette
Hygrophorus russula (Schaeff.: Fr.) Quél.
Nome dialettale: simonin, giandurlîn, fonż d’e rx.
s
Tricholoma portentosum (Fr.) Quél.
Nome dialettale: cicalotto.
Boletus pinophilus
Nome dialettale: funzu neigru.
Pilát & Dermek.
Nome dialettale: bertun.
Russula cyanoxantha (Schaeff.) Fr.
Nome dialettale: cumbetta scüa, cuŕunbîna mora.
Russula virescens (Schaeff.) Fr.
Nome dialettale: cumbetta, cumbetta biaxia, cuŕunbîna veŕa.
NATURA
PROTETTA
DEL SAVONESE
Fly UP