...

CHI CAPISCE MALEx

by user

on
Category: Documents
6

views

Report

Comments

Transcript

CHI CAPISCE MALEx
CHI CAPISCE MALE, PEGGIO RISPONDE.
“Gentile Liberissimo, abbiamo letto la polemica del signor
Cogliolo e crediamo di non sbagliarci: ha preso una
cantonata”. Cosa ne pensi?
“La situazione che si è venuta a verificare nei mesi estivi è evidente a tutti. Dal numeroso
materiale inviatoci o consegnato direttamente a noi è certificato che la polemica riguarda
principalmente (al 99%) gli esterni che, oltre a non essere in regola invitano a non venire a La
Maddalena o a non acquistare. Inoltre, pubblicizzano il loro ‘prodotto’ con orari e itinerari pur
sapendo che non lo possono fare”.
Di seguito vi alleghiamo l’articolo dell’Unione Sarda, simile a quello dell’Agenzia Ansa.
Ora quello del signor Cogliolo.
La polemica che si è venuta a creare nei confronti delle barche adibite a noleggio-locazione,ha chiamato
in causa Bruno Cogliolo che da diversi anni presiede l'associazione" Cormorano" che per l'appunto opera
in mare con velieri, diving, gommoni , pilotine e motoscafi. <<I mezzi, facenti capo a ditte regolarizzate,-
scrive Coglilo- autorizzati ad operare nel Parco quando ( raramente) escono contemporaneamente,
trasportano tante persone quante ne può trasportare il più piccolo dei barconi che opera in queste acque.Se
qualcuno afferma che il noleggio-locazione danneggia il trasporto passeggeri effettuato con barconi
,vaneggia e quindi non sa quel che dice. Piuttosto bisogna rimarcare che le lamentele di alcuni di questi
individui derivano dal fatto che il trasporto passeggeri è cosa seria e non si addice a persone che fino a ieri
guardavano il mare dalla spiaggia e che improvvisamente si sono sentiti marinai di esperienza
intravvedendo l'Eldorado che rimane sempre più lontano,irraggiungibile.>>
I guai sono propri, ad ' iniziare dai mezzi che hanno acquistato in un momento di euforia collettiva;
barche non competitive, inospitali, dal disegno e dalla struttura
che al turista attento ispirano poca fiducia;lasciate le barche da noleggiolocazione, perchè fanno un
lavoro diverso, che quasi mai sbarcano
le persone sulle spiagge, che prediligono i posti poco frequentati, che. personalizzano la gita che
rispettano il prossimo e l'ambiente, non sbarcando in condizioni precarie centinaia di persone sulle
spiagge di Spargi, Budelli e S. Maria, spiagge, ormai ridotte a pietraie e che se continua così sarà difficile
che si ripristino. Le banchine di Spargi.S:Maria, sono esclusive per il traffico,cosi come gli scogli di Cala
Corsara , Cala Granara , e di Cecca di Morto.Qualsiasi imbarcazione, non può a régola mettere le cime
sugli scogli, i barconi , oltre le cime mettono anche la passerella; tutto è consentito.
il Parco, parla di ambiente, di pressione antropica, e non si accorge del degrado causato dallo sbarco
indiscriminato sulle spiagge effettuato anche
da "chiattoni " che navigano in mezzo a bagnanti ignari e inerti.
Mi rivolgo al Presidente del Parco affinchè faccia il possibile per cambiare questo andazzo;non si
tratta di attuare il "numero chiuso" . Questo
è da escludere, piuttosto bisogna intervenire su" tipo di gita; i Corsi, nella vicina Bonifacio danno
l'esempio; non gite di un giorno, ma gite di un'ora
al prezzo di 40€ ;partenza da Bonifacio, ritorno a Bonifacio dopo un' ora;là cè sempre molta gente, tutte le
attività commerciali funzionano, i ristoranti alla grande a tutte le ore del giorno;La Maddalena: dalle 13.00
alle 17.00 in piazza non c'è nessuno, tutto si svolge sui barconi, pranzo compreso,e nelle spiagge, la città non
ricava nulla ma ci rimette il' territorio e l'immagine, prestiamo attenzione.
Bruno Cogliolo'
ORA QUELLO CHE C’E’ SU INTERNET
Come scegliere la gita in barca? Arrivati nel porto turistico di Palau, troverete sul molo decine di bancarelle, una per
ciascun battello, dove potrete prenotare l'escursione. Furbamente, le gite di gruppo costano tutte circa 30 euro, offrono
tutte lo stesso pranzo (maccheroni con una cozza o un gambero) e più o meno visitato le stesse cose. Vi consigliamo di
orientarvi verso quelle che non fanno tappa all'isola de La Maddalena, raggiungibile anche in automobile
autonomamente. Le vere perle dell'archipelago sono le spiagge delle isole minori. Purtroppo tutti i battelli, forse per
disorganizzazione o forse per troppa richiesta, riversano centinaia di turisti contemporanemante su calette paradisiache,
che diventano in pochi secondi peggio di Rimini. Ma non fatevi condizionare dalla ressa, il mare e le spiagge sono così
meravigliose che tutto il resto passerà in secondo piano. Un modo per evitare la folla comunque ci sarebbe, noleggiare un
motoscafo e visitare le cale dopo le 17.00, quando i battelli di gruppo fanno rientro al porto, ma chiaramente il costo
lievita.
Di seguito vi riportiamo l'itinerario tipo. Si parte alle ore 10,00 circa e navigando nelle acque solcate dall'ammiraglio
Nelson vedrete dal mare lo spiaggia principale di Palau, "La Sciumara", costeggerete da vicino lo splendida Porto Rafael e
lo Yachting Club giungendo alla Punta Sardegna con il suo caratteristico faro. Dopo 20 minuti dalla partenza giungerete
alla splendida Cala Corsara, nell'isola di Spargi, dove oltre ad un mare caraibico, vedrete le rocce modellate dal mare e dal
vento. In questa stupenda spiaggia avrete circa tre ore a vostra completa disposizione per il bagno, il relax o le
passeggiate.
Fly UP