...

Turbe AppCardiocircolatorio Massimo

by user

on
Category: Documents
5

views

Report

Comments

Transcript

Turbe AppCardiocircolatorio Massimo
CROCE ROSSA ITALIANA VOLONTARI DEL SOCCORSO GRUPPO SAN DONA’ DI PIAVE Corso Aspiran= Operatori PSTI TURBE DELL’ APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO ISTRUTTORE P.S.T.I. V.d.S MASSIMO SCAPICCHI Obiettivo del corso
Cenni sull’ Anatomia e Fisiologia del Sistema
Cardiocircolatorio
Descrizione delle Patologie più comuni
(Angina e I.M.A – Insufficienza Cardiaca – Aritmie)
Obiettivo del corso
Riconoscere i Segni e Sintomi
Sapere come agire e comportarsi Anatomia e
Fisiologia del Cuore
Cuore - Limiti
Pericardio
Cuore - Morfologia
Cuore - Valvole
CORSO AVANZATO ASPIRANTI OPERATORI SERVIZIO EMERGENZA SANITARIA -­‐ MODULO E19 -­‐ ASSISTENZA AL MEDICO Cuore - Valvole
CORSO AVANZATO ASPIRANTI OPERATORI SERVIZIO EMERGENZA SANITARIA -­‐ MODULO E19 -­‐ ASSISTENZA AL MEDICO Cuore - Conduzione
Nodo senoatriale Nodo atrioventricolare CORSO AVANZATO ASPIRANTI OPERATORI SERVIZIO EMERGENZA SANITARIA -­‐ MODULO E19 -­‐ ASSISTENZA AL MEDICO Cuore - Ciclo
CORSO AVANZATO ASPIRANTI OPERATORI SERVIZIO EMERGENZA SANITARIA -­‐ MODULO E19 -­‐ ASSISTENZA AL MEDICO Pressione sanguignea
Contrazione del cuore = SISTOLE
(contrazione dei ventricoli)
pressione sistolica = massima
Rilassamento del cuore = DIASTOLE
(dilatazione dei ventricoli)
pressione arteriosa = minima
Situazione normale •  Frequenza
Neonato: 110 - 160
1 – 5 anni: 95 – 140
6 – 14 anni: 80 – 120
Adulti: 60 - 100
Atleti = 50-60 bpm
•  Pressione
Massima = 110-120 mmHg
Minima = 70-80 mmHg
Cuore - Ciclo
Vascolarizzazione
Circolazione
Piccola Circolazione Grande Circolazione Circolazione
Se vogliamo fare una similitudine….
Cuore
Vasi (la lunghezza totale di arterie, vene
Capillari se messi in fila: 95.000 – 160.000 KM!!!)
Tessuti
Vasi Sanguigni
I vasi sanguigni, attraverso i quali scorre il sangue, si
possono distinguere in
Arteria
PARTONO DAL CUORE
Dotati di una componente muscolare
Sottoposte ad elevata pressione
Vena
ARRIVANO AL CUORE
Dotati di una scarsa componente muscolare
Contengono valvole anti – reflusso (nidi di rondine)
Capillari
Calibro Estremamente ridoDo Vasi di scambio meta e kataboliF PareF “FENESTRATE” Sangue
Il sangue è composto da una:
COMPONENTE LIQUIDA, il PLASMA composto prevalentemente di acqua,
proteine e altre sostanze
COMPONENTE CORPUSCOLATA composta da ERITROCITI, PIASTRINE E
LEUCOCITI
Polsi
Quali polsi conoscete?????
Polsi
DOMANDE????
?
?
?
Dolore Toracico
Dolore Toracico
Il Dolore toracico è uno dei sintomi più importanti del nostro organismo ed uno
dei più complessi.
Per DOLORE TORACICO intendiamo una SENSAZIONE sgradevole che si
manifesta, con dolore più o meno intenso, generalmente a livello toracico,
nella zona retro-sternale ma che può irradiarsi anche in altre sedi (spalla
sx, braccio sx , stomaco)
Perché il Dolore?
Il Dolore è un meccanismo di difesa del corpo che si manifesta
tramite una esperienza sensoriale ed emotiva a cui viene
associato un danno tissutale in atto (IMA) o potenziale (angina)
Nel nostro caso il danno tissutale a carico del muscolo
cardiaco può essere originato:
-  Trombi
-  Vasocostrizione (passaggio brusco a temperature fredde)
-  Embolia Polmonare
-  Dissecazione dell’Aorta
-  Pleurite
-  Pericardite
Insufficienza Cardiaca
L’insufficienza Cardiaca o Scompenso Cardiaco è definita come
l’incapacità del cuore di fornire il giusto apporto di sangue alla richiesta
dell’organismo, o anche riuscendoci deve impiegare pressioni superiori alla
norma
Può essere:
Acuta: si manifesta improvvisamente ( ischemia, alcool, aritmie…)
Cronica: Cardiopatia ischemica, ipertensione, fumo…
Patologie Ischemiche
ATEROSCLEROSI
Restingimento del calibro
delle arterie con
formazione di placche e
riduzione di apporto
di sangue all’organismo
"
Patologie Ischemiche
A seguito della rottura di queste placche si ha la formazione di
trombi, la base dell’infarto del miocardio
"
!
!
!
!
!
!
!
Arteriosclerosi: indurimento e perdita di elesticità delle arterie
dovuta all’avanzare dell’età.
Fattori di Rischio
Cardiopatie
Ischemiche
"
"
!
!
!
!
!
!
Dovute a patologie aterosclerotiche delle arterie coronarie.
Conseguenze:
- ANGINA PECTORIS
- I.M.A.
- INSUFFICIENZA CARDIACA
- ARRESTO CARDIACO
Angina Pectoris
L’angina pectoris si manifesta con un flusso sanguigno
diretto al cuore (tramite le arterie coronarie) insufficiente
rispetto alle necessità del cuore stesso in quel determinato
momento dovuto all’aterosclerosi o emboli.
E’ una situazione TRANSITORIA che si risolve col riposo entro
pochi minuti
CAUSE:
- Sforzi fisici eccessivi
- Emozioni intense
- Pasti Robusti
- Esposizioni improvvise al freddo
Angina Pectoris
Segni e sintomi:
- Dolore vago o puntiglioso più o meno intenso nella zona
retrosternale
- Sensazione di schiacciamento e/o di morte improvvisa
-  Dispnea
-  Possibili segni di shock ( cute pallida, sudata…)
-  Vertigini
I.M.A
I.M.A o Infarto Miocardico acuto è la NECROSI, la morte
Ischemica, del tessuto Cardiaco dovuto al mancato apporto di
Ossigeno
Non è una situazione TRANSITORIA e può durare da un
minimo di 30 min fino a diverse ore
CAUSE:
- Prolungati spasmi delle arterie
coronarie
- Occlusione delle Arterie
Coronarie dovute a trombi
I.M.A
Segni e sintomi:
- Dolore retrosternale o all’ epigastrico intenso, prolungato, non
migliora col riposo
- Sensazione di schiacciamento e/o di morte improvvisa
-  Affaticamento, debolezza, angoscia
-  Sudorazione, nausea, vomito
-  Aritmie (FV)
I.M.A
-  Caduta della POA (in molti casi è possibile che si attesti su valori nella norma)
-  Il polso può essere normale, lento o rapido
-  Segni di insufficienza cardiaca
- Nei più anziani problemi neurologici
ATTENZIONE!!!!
-  Nelle persone anziane o nei diabetici l’ IMA può essere asintomatico
Soccorso
COMPITI DEL VOLONTARIO IN SERVIZIO:
- All’arrivo sulla scena rimanere CALMI e valutare BENE l’ambiente
-  Presentarsi
-  Valutazione primaria del paziente
Soccorso
Valutazione primaria su persona COSCIENTE
A–B–C
COSCIENZA
- È ben cosciente o tende ad assopirsi? È agitato, angosciato?
- AVPU
ASPETTO
il paziente è pallido? presenta sudorazione fredda? Cianotico?
Soccorso
RESPIRO
- OPACS
Pervietà delle vie aeree
FR
Ortopnea
Rumori respiratori
Ossimmetria
GAS su persona incosciente
CIRCOLO
Polso: è facilmente rilevabile? E’ ritmico? FC?
PA: è elevata? è bassa?
Soccorso
Continuo con la Valutazione secondaria col metodo SAMPLE E OPQRST
Segni e Sintomi
Allergie
Medicine
Patologie
Pasto
Eventi ed Esami effettuati dal paziente
Soccorso
Continuo con la Valutazione secondaria col metodo SAMPLE E OPQRST
On set: origine del sintomo
Provocation: provocato o attenuato da sforzo, riposo, digitopressione, respiro,
farmaci
Quality del sintomo
Radiation
Severity: intensità del dolore (da 1 a 10)
Time: Tempo di insorgenza del dolore
Soccorso
Sulla scena dell’evento quali provvedimenti DOBBIAMO prendere??
-  Mantenere sempre i contatti con la C.O
-  Somministrare Ossigeno ad alte percentuali
-  Non facciamo fare alcuno sforzo al paziente
-  Tranquillizzare il paziente (COMUNICARE SEMPRE QUELLO CHE SI FA)
Soccorso
- Slacciare tutto ciò che stringe
-  Trasportare il paziente in posizione seduta tramite la sedia cardiologica
-  Coprire il paziente con la COPERTA ISOTERMICA o una coperta
-  Recupero dei documenti sanitari
Con Pazienti incoscienti pratico le manovre del BLS
Soccorso
In Ambulanza quali provvedimenti DOBBIAMO prendere??
-  Trasportare in barella il paziente in posizione SEMISEDUTA
-  Tenere sempre a disposizione il pallone AMBU e le canule di Guedel
-  Monitorare i parametri vitali (FC, FR, POA, SPO2)
-  Continuare con la somministrazione dell’Ossigeno
-  Effettuare un trasporto rapido (sconsigliato uso dei sistemi sonori)
Soccorso
DA EVITARE SEMPRE!!!!!
Posizione ANTISHOCK
Dare CIBO e BEVANDE
Fare compiere sforzi al paziente
Aritmie
Disturbi della conduzione elettrica all’interno del cuore
Distinguiamo:
- Alterazioni della frequenza
Tachicardie: Battiti superiori a 110
Bradicardie: Battiti inferiori ai 50
-  Alterazioni del Ritmo
Aritmie
SEGNI E SINTOMI DELLE BRADI E TACHICARDIE
O.D.D.I.O. Obnubilamento
Dispnea
Desaturazione
Ipotensione
Oliguria Aritmie
In particolare le Tachicardie
Fibrillazione Atriale Fibrillazione Ventricolare -­‐  Palpitazioni -­‐ Sincope -­‐  Dolore Toracico -­‐ Ipotensione -­‐  Dispnea -­‐ Arresto Cardiaco -­‐  Sincope Aritmie
La Fibrillazione Atriale non è un’ aritmia normalmente mortale e ci
si può convivere tranquillamente mediante assunzione di farmaci
antiaritmici, per rallentare la FC, anticoagulanti e cambiamenti di
stile di vita
Aritmie
La Fibrillazione Atriale può essere Classificata come
Parossistica: Risoluzione Spontanea
Persistente: NECESSARIA CARDIOVERSIONE
Permanente: resistente alla cardioversione elettrica e
farmaceutica
Causata da scompenso cardiaco – ipertensione – problemi alle
valvole o alla tiroide….
Arresto Cardiaco
L’arresto Cardiaco è una condizione clinica caratterizzata dalla
totale inefficienza dell’attività cardiaca a seguito dall’assenza di
attività elettrica
Rischio maggiore: IPOSSIA CELEBRALE: serio rischio di gravi
danni celebrali o MORTE
Arresto Cardiaco
Cause Cardiache:
Cause Extra Cardiache:
Cardiopatie Ischemiche
IMA
Fibrillazione Ventricolare
Embolie Polmonari
PNX
Folgorazione
Traumi toracici
Arresto Cardiaco
SEGNI E SINTOMI
Tipici delle Cardiopatie Ischemiche
Soccorso:
BLS
Conclusioni
In questa lezione abbiamo visto:
- Fisiologia del cuore
-  Descritto le principali patologie cardiache
- Cause che originano le malattia cardiovascolari
-  Come effettuare un soccorso ottimale
DOMANDE????
Bibliografia
Anatomia del Netter
Anatomia del Grey
Fisiologia Medica (Guy)
Trattato di Cardilogia
Dispensa Oses Terme Euganee
Fly UP