...

montessori e alimentazione maggio 2014

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

montessori e alimentazione maggio 2014
Padova 07/05/2014
Alberta Grassetto
coordinatrice servizi educativi
IL METODO MONTESSORI
IN MENSA.
ESPERIENZE ATTIVE NELLE
SCUOLE
RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI:
LE RICETTE
DI MARIA MONTESSORI CENT’ANNI DOPO
Alimentazione infantile a casa e a scuola
FEFE EDITORE
IN GIARDINO E NELL’ORTO CON MARIA
MONTESSORI
La natura nell’educazione dell’infanzia
FEFE EDITORE
«La Montessori è moderna parola di
scienziato» M.Valle
•Ha il grande merito di aver dato importanza nella scuola non solo
agli apprendimenti, di non separare cioè le esperienze cognitive
dalle esperienze pratiche….es. il momento del pranzo e l’approccio
al cibo sono momenti altrettanto importanti nella giornata
educativa. (cent’anni fa aveva pensato all’importanza educativa
della refezione scolastica)
•Attualità dei materiali (metodo scientifico)
Nel suo primo libro «Il Metodo della Pedagogia
Scientifica applicato all’educazione infantile
nelle Case dei Bambini», uscito nel 1909
la Montessori si preoccupò di fornire
informazioni sul valore nutrizionale dei cibi,
di suggerire i modi per cucinarli e di proporre
alcune ricette
I SEGRETI DELL’EDUCAZIONE MONTESSORIANA
•Conoscere i bisogni del bambino: necessità di muoversi
e agire liberamente con tempi propri e spazi conosciuti.
•Predisposizione dell’ambiente per “viverlo”
pienamente e con piacere (case dei bambini e non case
per i bambini), per favorire l’autoeducazione e
l’autonomia.
•Attività di vita quotidiana. La vita di tutti i giorni offre
infinite opportunità di crescita per il bambino: prendersi
cura di sé, curare l’ambiente, pulire, bagnar le piante…
•Attività di scoperte e conoscenze attraverso materiali
sensoriali, esperimenti scientifici, materiali
autocorrettivi…
•Consentire la libera scelta.
L’EDUCAZIONE MONTESSORIANA A TAVOLA
Autonomia e sentirsi capaci (es. fare una spremuta per sé e per gli altri, tagliare la macedonia ….)
Ambiente curato e accogliente (i tavoli adatti a contenere al max 8 bambini, le tovaglie
di stoffa, le stoviglie che si ronpono per favorire l’impegno del bambino a migliorare la
precisione dei movimenti «il controllo dell’errore». Anche il “bello” viene curato con un
vaso di fiori come centro tavola.)
Attività di apparecchiatura, del servire a tavola, del riordinare sono considerate importanti
quanto le attività cognitive sia per i bambini in età di scuola infanzia sia per i bambini di
scuola primaria.
La libera scelta di decidere con chi sedersi a tavola, quanto cibo prendere dal piatto di
portata, poter esprimere i propri gusti imparando a non sprecare.
“Le cure premurose verso gli esseri viventi sono la
soddisfazione di uno degli istinti più vivi dell’anima
infantile”
«Nel suo metodo didattico ideato per la prima infanzia, M.
Montessori introdusse le attività all’aperto, intuì che l’osservazione
della natura, l’allevamento degli animali domestici, la coltivazione
delle piante in giardino e nell’orto, erano utili non solo per favorire lo
sviluppo fisico dei bambini attraverso il gioco e il movimento, ma
anche per utilizzare il raccolto dei prodotti orticoli sia come
materiale di conoscenza sia per arricchire la modesta mensa.»
Maria Montessori aveva intuito il legame speciale che esiste tra infanzia e natura
cogliendone le immense potenzialità educative:
•Godere dei benefici dell’aria, del sole e del movimento fisico,
•Un valore culturale derivante dalla conoscenza dei fenomeni della vita animale e
vegetale permette al bambino di avvicinarsi al cibo dall’origine, rispettando di più il
lavoro che c’è in ogni piatto dalla coltivazione alla preparazione. Questo approccio
rende spontaneo superare l’atteggiamento di rifiuto verso alcune pietanze e lo
spreco che spesso ne consegue.
•Educazione sensoriale del gusto e dell’olfatto.
•Un valore spirituale procurato dalla bellezza e dalla poesia del mondo naturale.
Un’opportunità per la condivisione con le
famiglie: IL CENTRO PER LE FAMIGLIE SPES
SPORTELLO NUTRIZIONE in collaborazione con
ULSS16 –Servizio Igiene degli Alimenti e della
Nutrizione
CONVERSAZIONI PER GENITORI
CIBO E BAMBINI
Conversazione per i genitori
A tavola con i nostri bambini
Approccio e abitudini dei bambini nei confronti del cibo e
accompagnamento degli adulti nel favorire sane abitudini
alimentari
10 aprile 2013 – ore 13.30/15.30
Nido “Sole che ride” presso Spazi del Centro per le Famiglie
SPES
Via Tiepolo 85 – Padova - Rivolto a genitori di bambini 0-6
anni
Sportello “counselling nutrizionale”
18 aprile ore 11,00 - 13,00 (su appuntamento)
9 maggio ore 11,00 - 13,00 (su appuntamento)
6 giugno ore 11,00 - 13,00 (su appuntamento))).
Informazioni
SPES Ufficio Coord. Servizi Educativi, (Alberta Grassetto) Dal lunedì al venerdì, ore 8.30 - 13.30. tel. 049 8697718 oppure 049 8697701
La formazione dei genitori verrà attivata con un minimo di 8 prenotazioni. La prenotazione è obbligatoria.
Il servizio è gratuito
SPORTELLO DI CONSULENZA ALIMENTARE
Fly UP