...

Circ 30

by user

on
Category: Documents
21

views

Report

Comments

Description

Transcript

Circ 30
Circolare n. 30
Spilimbergo, 07/10/2014
A tutti docenti - ATA - allievi
ITAg-ITI-IPSC
SEDE
OGGETTO: prima prova di evacuazione
Giovedì 16 ottobre 2014 alle ore 10.16 sarà effettuata la prima prova di evacuazione,
simulando una situazione di emergenza rispetto al rischio sismico.
Si comunica l’esatto orario dell’esercitazione in quanto si svolgerà in vari paesi del mondo nello
stesso giorno alla stessa ora, nell’ambito dell’iniziativa “The Great Shake Out 2014”, nata in California
nel 2008 e che ha coinvolto 25 milioni di persone nel 2013.
La procedura da attuare durante la simulazione dell’evento sismico, della durata di 30 secondi,
ricalca quella descritta sul sito http://www.shakeout.org/italia/abbassatiriparatireggiti/index.html
e prevede quanto segue:
§ ABBASSATI (prima di essere travolto dal terremoto!)
§ RIPARATI sotto una scrivania o sotto un tavolo
§ REGGITI ad esso fino alla fine del sisma.
Se nelle vicinanze non vi sono tavoli o scrivanie, abbassati ed avvicinati all’angolo interno
dell’edificio. Riparati la testa ed il collo con le mani e le braccia. Non correre in un’altra stanza solo per
avvicinarti ad un tavolo.
Al termine dell’evento sismico simulato seguirà l’evacuazione degli edifici scolastici.
Gli studenti delle classi seconda, terza e quinta AM si recheranno nelle varie classi il giorno martedì
14 ottobre durante le ultime due ore di lezione per spiegare brevemente (10 min.) la procedura nel
dettaglio e testarne l’applicazione prima della prova vera e propria.
Le fasi salienti dell’esercitazione saranno riprese con telecamere e fotografate dagli studenti.
Al fine di agevolare le operazioni di abbandono dell’edificio scolastico, si allega alla presente una
nota illustrativa sulle procedure da rispettare nelle situazioni di pericolo e, quindi, anche nelle prove di
evacuazione.
I docenti sono invitati a dare lettura nelle classi della nota illustrativa, sottolineando, se necessario,
le indicazioni da osservare per le corrette procedure da tenere nella gestione dell’emergenza.
Raggiunto il luogo sicuro, indicato dalle planimetrie, gli insegnanti in servizio riceveranno dagli
addetti all’emergenza l’elenco degli allievi della loro classe e indicheranno la presenza degli allievi che
hanno raggiunto il punto di raccolta.
I dati rilevati saranno raccolti e valutati dal Servizio Prevenzione e Protezione.
Si rammenta che non è possibile astenersi da detta prova che costituisce un obbligo di legge
pertanto, si invitano i docenti a non programmare verifiche in coincidenza con la prova.
Grazie della collaborazione.
Il Dirigente scolastico
(prof.ssa Lucia D’ANDREA)
Fly UP