...

mercurio - ASL Novara

by user

on
Category: Documents
5

views

Report

Comments

Transcript

mercurio - ASL Novara
LA SICUREZZA ALIMENTARE IN GRAVIDANZA
E NELLE ALTRE FASCE A RISCHIO: CONSIGLI
E PRECAUZIONI
MERCURIO
Dott.ssa Cristina Leonardi
Novara, 29 settembre 2012
Borgomanero, 13 ottobre 2012
MERCURIO
• tossicita’ conosciuta fin dai tempi dei romani
• Fonti: batterie, lampade fluorescenti, termometri,
alcuni farmaci e vaccini, amalgama dentale
• Tre tipi: inorganico, essenziale, organico (metilhg)
• Metilmercurio: deriva dalla trasformazione del hg
inorganico ad opera del fitoplancton e dei batteri
solfito riduttori, assorbito dagli organismi marini
si accumula sempre di più man mano che si sale
nella catena alimentare
MERCURIO
• Dopo l’assorbimento nel tratto
gastroenterico si lega all’hb
• viene diffuso nell’organismo, attraversa le
membrane cellulari e arriva al SNC
• viene convertito in hg inorganico da reni e
fegato ed escreto con le urine (emivita circa
70 gg)
• Nel cervello si accumula per periodi più
lunghi
• Viene escreto con il latte materno
I prodotti ittici
possono provenire
da attività di
PESCA
ALLEVAMENTO
MERCURIO: DIFFUSIONE
• Pesci con concentrazione più elevata:
squalo (smeriglio, verdesca, palombo),
pesce spada, tonno, sgombro
• Pesci con concentrazione più bassa:
salmone, merluzzo, sogliola, gamberetti
MERCURIO: INTOSSICAZIONE
• Primo episodio: Minamata 1950
- forma acuta negli adulti con sintomi
neurologici e mortalità 30%
- nel 1958 si rilevarono disturbi della
vista e dell’udito in bambini le cui madri
non avevano presentato sintomatologia
MERCURIO: INTOSSICAZIONE
- è stato accertato che il hg è dal 20 al 65% più
concentrato nel cordone ombelicale che nel
sangue materno;
- quindi livelli di hg non tossici per l’adulto
possono esserlo per il feto
- sicuramente è neurotossico
- i sintomi (problemi di attenzione, memoria, ,
linguaggio, funzione motoria, visione e udito,
fino a gravi forme di ritardo mentale) sono
rilevabili solo quando il danno cerebrale è
compiuto.
MERCURIO: un po’ di numeri
• Limiti: regolamento CE 1881/2006
- prodotti della pesca e muscolo di
pesce: 0,5 mg/kg
- squalo, pesce spada, tonno, rana
pescatrice, storione…: 1mg/kg
- Intake FAO 1,6 micr/kg p.v. settimanali
- Alcuni studi propongono un limite di
0,7 micr./kg p.v./sett. in gravidanza
MERCURIO: un po’ di numeri
• CE: in base al consumo di pesce nei
vari Stati la quantità di Hg ingerita varia
da 0,4 a 2,2 micr./kg p.v./sett.
• non ci sono valori certi riferiti alle
donne gravide
• la dose pericolosa per il feto non è
ancora stata determinata
MERCURIO: PREVENZIONE
• Limitare il consumo di pesce?
• Il pesce è una fonte di acidi grassi omega 3 (DHA)
che influiscono positivamente sullo sviluppo
cerebrale del bambino, soprattutto se il contatto
avviene nel periodo prenatale
• Non è stato chiarito se gli effetti del DHA possono
contrastare quelli del metil-hg
• Alcuni studi dimostrano l’effetto benefico
dell’ingestione di pesce a basso contenuto di hg
rispetto all’eliminazione di questo alimento dalla
dieta delle donne gravide
• CE - per bambini e donne in gravidanza: una
porzione di non più di 100gr (pesci più contaminati)
o due porzioni di pesci meno contaminati per
settimana
• Preferire il pesce allevato!
Principali Pericoli correlati al
consumo di pesce
• Mercurio
• Listeria (preparazioni a base di pesce)
• Istamina
• Biotossine algali
• Anisakis
Fly UP